Complesso Monumentale dell'Eremo dello Spirito Santo, Musei e Architettura a Pellezzano - Destinazione SalernoBimed Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo. Si, perché il tempo continua a attraversare i nostri corpi e le nostre anime segnando quello che siamo. In fondo, però, noi siamo nelle relazioni che giorno dopo giorno ci permettono di dialogare con il mondo, di interloquire con le persone, di scegliere i nostri modelli, di amare quelli che amiamo e da questi di essere amati … E, allora, una mostra che racconta il tempo che abbiamo attraversato, la bellezza, l’arte e quell’idea di estetica che proviamo a sancire nel corso del nostro quotidiano operare. Pitture, sculture, installazioni, fotografie … In una, l’insieme di senso che è delle “cose della vita” in cui il guardo dimensiona la felicità che l’essere respira e grazie alla quale vive …

Si è inaugurata online il 24 novembre, la mostra collettiva d’Arte, “Pensando a te” dal Complesso Monumentale dello Spirito Santo di Pellezzano (Sa), eccellenza del territorio e già sede di eventi d’arte ( La casa dell’Angelo, Lucidi inganni).

Andrea Iovino, direttore Bimed Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo e produttore dell’evento ha illustrato il percorso di Pensando a te che si snoda a partire dalla sala principale con una installazione “Portale” e prosegue nelle sale del palazzo, attraverso una suggestiva cisterna.  L’exposition accoglie buona parte delle opere custodite nell’Archivio Arte Bimed. Dipinti, sculture, fotografie e installazioni messe a disposizione dagli artisti che nel corso degli ultimi dieci anni hanno interagito con la Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo, nei progetti formativi sul territorio.  Giorgio Galli, Paolo Sorgi, e Carlo Marchetti ( della Neo Astrazione Romana), Mark D’addio, Roberto Nutili, Ruggero Maggi, Mario Ranieri, Antonio Baglivo, Stella Tundo, e Graziano Pompili  sono solo alcuni degli artisti nazionali in esposizione.  Nella diretta di apertura  di Jovino ha inteso  rimarcare di ognuno la poetica  che per certi versi rappresentano lo spaccato dell’identità di Bimed. Vi è in queste opere il tratto che collega l’arte a ogni azione posta in essere,  a considerare la bellezza come elemento imprescindibile per la tenuta etica di un tempo civile che sia governato dal bene comune.

Gli eventi, interamente svolti in webinar, si articoleranno fino al 7 gennaio accomunati all’Ente Locale di Pellezzano che  sancisce la propria disponibilità a interagire per la strutturazione di un luogo della Valle dell’Irno deputato a rendere la cultura occasione di crescita del territorio, tra cultura, patrimonio e turismo, tra innovazione e crescita.  Il Complesso Monumentale dello Spirito Santo – chiosa il sindaco Francesco Morra –  dovrà essere avvertito sempre di più come l’incubatore che attraverso la proposta culturale è in grado di generare crescita e qualificazione sociale.

In copertina Approdo dell’istriano Graziano Pompili – Lamiera smalto ruggine  2006 Archivio Bimed.

 

“Pensando a te” La mostra Bimed nel complesso dello Spirito Santoultima modifica: 2020-11-26T09:37:43+01:00da Dizzly