Il-senso-di-colpa-dal-punto-di-vista-psicoanalitico

SENSO DI COLPA

Nell’attesa che l’emergenza sanitaria passi e potremo finalmente tornare – si spera – alla vita di sempre, con un gruppo di amici ci ritroviamo periodicamente in chat per discutere di argomenti vari: oggi la discussione verteva sul senso di colpa. Di seguito un mio racconto inedito in cui affronto il tema.

Quel giorno, mentre in auto rientrava a casa, sentì forte l’impulso di deviare nel viale sterrato che attraversava il bosco. Quell’improvviso cambiamento, per un abitudinario come lui, testimoniava che qualcosa dentro di sé stava cambiando.

Là per là non si rese nemmeno conto di aver imboccata una strada diversa. Solo dopo alcuni chilometri realizzò di trovarsi sulla scorciatoia che percorreva da giovane quando, dopo studiato, andava a lavorare nell’azienda di famiglia. Fu proprio su quel sentiero che anni prima avvenne l’evento che per sempre gli avrebbe cambiato la vita.

All’epoca aveva ventiquattro anni: camminava a passo veloce quando udì un lamento levarsi tra gli alberi. Incuriosito si incamminò in quella direzione. Steso sul terreno, con la schiena poggiata al tronco di un albero, c’era un uomo in tenuta da jogging con la mano premuta sul petto, gli occhi chiusi. Era il proprietario dell’azienda concorrente. Per anni le due ditte s’erano spartite fette di mercato senza mai invadere l’una lo spazio dell’altra.

Avendo un senso degli affari molto marcato, più volte aveva chiesto al padre perché limitare il business a un territorio ristretto quando lo si sarebbe potuto ampliare invadendo quello della concorrenza con un prodotto qualitativamente identico ma di costo inferiore!?

La risposta era sempre la stessa: tutti dobbiamo vivere. Bisogna smetterla con questa blasfemia che il mercato è una guerra e che il concorrente va schiacciato. Ragionando così si corre il rischio di diventare degli assassini! […]

PER LEGGERE LA VERSIONE INTEGRALE DEL RACCONTO CLICCARE QUI

SENSO DI COLPAultima modifica: 2020-05-19T08:35:21+02:00da kayfakayfa

Lascia un commento