Cosa fare e vedere a Sorrento

L’Italia è piena di luoghi capaci di trasmettere immediatamente delle emozioni che restano impresse a lungo. Luoghi così caratteristici che evocano tutta una serie di sensazioni e immagini che alimentano il desiderio di tornare a visitarli. Una città come Sorrento è tutto questo, e molto altro. Anche chi non ha mai avuto la fortuna di camminare per le sue strade, di ammirare le sue piazze e le sue chiese, e di restare affascinati dai suoi tramonti con vista sul Tirreno, ha nell’immaginario tutto ciò che gli occorre per farsi un’idea abbastanza vivida della bellezza di questa città campana così amata da italiani e stranieri.

sorrento-panorama

Le cose da fare e da vedere a Sorrento sono moltissime, e a seconda del tempo che si ha a disposizione è possibile optare per percorsi storici-artistici all’interno della città, di mettersi lo zaino in spalla e di scegliere il trekking sulla costa, oppure di trovare un compromesso tra i due, affiancando alle visite al centro storico anche delle gite fuori porta per ammirare la provincia di Sorrento in tutto il suo fascino.
Quale che sia il tipo di viaggio che si ha in mente, la prima cosa da fare è naturalmente scegliere l’alloggio ideale. La soluzione migliore è prenotare un hotel a Sorrento dal sito di Hotels.com, e da lì scegliere la sistemazione che meglio si confà alle proprie esigenze. Una volta prenotato e sistemato le proprie cose, ci si può lanciare alla scoperta di questa splendida città.

sorrento-centro-storico

Il centro storico di Sorrento offre molto da vedere, e un itinerario ideale potrebbe partire da Piazza Tasso, ovvero il punto di ritrovo principale della città. Qui ci sono molti bar e locali dove è possibile assaggiare i prodotti del locali, dolci in primis. Se ci si sposta dalla piazza facendo una piccola deviazione, è possibile ammirare una delle viste più suggestive di Sorrento. Da una ringhiera ci si affaccia infatti sopra il cosiddetto Vallone dei Mulini, una sorta di canyon che risale a circa 35.000 anni fa. Questa affascinante fenditura nella roccia tufacea fu originata da una violenta eruzione, e al suo interno è ancora oggi possibile vedere i resti del mulino per la macinazione del grano che ha dato il nome al vallone.

Cattedrale_dei_Santi_Filippo_e_Giacomo

Lasciandosi Piazza Tasso alle spalle si può imboccare Corso Italia con le varie boutique per lo shopping, e fermarsi ad ammirare la Cattedrale di Sorrento, costruita intorno al XV secolo in stile romanico e successivamente restaurata fino ad assumere l’aspetto attuale. L’interno della chiesa, a croce latina a tre navate, conserva sulle pareti e sui soffitti opere di grande valore artistico, come le tele di epoca barocca di Giacomo dal Po e di Nicola Malinconio.
Attraversando la città si raggiunge infine una delle maggiori attrazioni di Sorrento, ovvero il borgo marinaro di Marina Grande, un pittoresco villaggio di pescatori che con la sua posizione sul mare e le sue caratteristiche casette colorate e le reti tirate a riva affascina ogni anno i turisti.

 

Napoli, l’indimenticabile

Napoli è una città che non si dimentica facilmente. Le cose da fare e da vedere a Napoli sono innumerevoli, ma se si vuole ottimizzare la propria visita, magari risparmiando qualcosa, si può pianificare un itinerario ad hoc che consenta di ammirare le bellezze della città. La buona notizia è che moltissimi siti di grande interesse, come la Cattedrale e Piazza del Plebiscito, sono facilmente raggiungibili anche se ci muove a piedi.

duomo-napoli

In effetti è questo il modo migliore di respirare l’autentica atmosfera napoletana, che è più intensa proprio nei vicoli e vicoletti che compongono l’affascinante centro storico. Non mancate poi di fare un’esperienza diversa con i tour della Napoli sotterranea, e di passeggiare sul lungomare, che di recente è stato reso completamente pedonabile. Fuori dai circuiti più turistici, infine, esistono tantissimi ristoranti tipici dove è possibile gustare le prelibatezza locali a prezzi contenuti.

piazza plebiscito

Pisa, la città scenografica

Pisa è considerata tra le città più scenografiche non solo della Toscana, ma dell’intera Penisola. Il simbolo stesso di Pisa, ovvero la celebre torre situata nella centralissima Piazza dei Miracoli che a causa di un difetto strutturale pende da un lato, richiama da sola ogni anno centinaia di migliaia di turisti da tutto il mondo, e costituisce il monumento più antico di Pisa dopo la Cattedrale e il Battistero.

piazza dei miracoli
La stessa Piazza dei Miracoli, già dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO, ricopre un ruolo di prima importanza per la religione cattolica, e ha rappresentato storicamente un luogo di incontro di grande rilevanza durante il Medioevo e i secoli successivi. Oltre alla Torre, la Piazza ospita il Battistero, la Cattedrale, in stile romanico, e il Camposanto Monumentale, che fu realizzato nel dodicesimo secolo dall’allora Arcivescovo di Pisa. A Pisa si trovano inoltre molti ristoranti e locali tipici dove poter godere della gastronomia locale.

pisa-battistero

Spettacoli, arte e musica sul Lungotevere a Roma

Roma

L’estate romana 2018 si preannuncia ricchissima di eventi. Turisti e cittadini potranno così vivere appieno la città eterna anche quando le temperature consiglierebbero una fuga ristoratrice al lago, in collina o al mare, e promettono di rendere ancora più interessante un soggiorno nella Capitale. A questo proposito, se non l’avete ancora fatto, potete prenotare un hotel a Roma sul sito di Hotels.com, e scegliere quello che più vi aggrada tra i tanti messi a disposizione.

Tra i tanti spettacoli, mostre e festival all’aperto che si rincorrono uno dopo l’altro durante l’estate romana, un evento in particolare merita di essere approfondito. Stiamo parlando di “Lungo il Tevere Roma 2018”, la manifestazione culturale giunta alla sua sedicesima edizione che si tiene lungo gli argini del leggendario fiume Tevere, terzo fiume italiano per lunghezza, che in epoca romana era talmente importante, in quanto snodo commerciale e di navigazione primario, da essere venerato come un dio.

Tevere

Il palinsesto della kermesse è ricchissimo, e comprende degustazioni, spettacoli musicali performance teatrali, mostre all’aperto e molto altro ancora. La chicca è la presenza di 14 pannelli illustrativi che mostrano le prime pagine storiche del Messaggero, il giornale romano per eccellenza, che quest’anno festeggia il suo 140° compleanno. Gli articoli vertono sugli avvenimenti principali del Paese, dalla Prima Guerra Mondiale ai giorni nostri.

Fra gli spettacoli musicali, va ricordato il ritorno della grande musica, con gli artisti del Conservatorio di Santa Cecilia che propongono un ampio repertorio di pezzi di musica classica, che si alterneranno con i cantautori romani, con nomi come Luca Bussoletti, Irene Cavallo, e molti altri.

lungotevere - notte

Le altre rassegne comprendono l’interessante esposizioni di fotografie d’epoca intitolata “Le donne di Trastevere”, dove vengono esposte le fotografie scattate dal fotografo Emilio Gentilini tra il 1970 e il 1975, e “I Manifesti Illustrati”, a cura della Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea, che ha raccolto le cartoline inviate dai soldati al fronte.

Non mancheranno, inoltre, le occasioni per parlare di problemi sociali e ambientali, con diversi incontri finalizzati a sensibilizzare il pubblico circa il rispetto degli animali, e la presenza di uno stand che racconta l’operato dei Frati Minori Conventuali, che si occupano da sempre di solidarietà.

Per concludere, saranno presenti ben due mostre dedicate al ruolo svolto dal fiume Tevere durante i secoli: “Il Tevere dipinto”, che raccoglie i dipinti di artisti famosi dedicati al fiume romano, e “Il Tevere segreto”, dove vengono svelati aneddoti e misteri sul fiume poco conosciuti ai più.

lungotevere Roma

La manifestazione durerà fino al 2 settembre, e l’ingresso e la partecipazione sono assolutamente gratuite. Per maggiori informazioni, potete andare qui.

 

Fonte Immagini Flickr: Hervé BRY, Giampaolo Macorig, Dan X

Cosa vedere a Palermo

palermo

Palermo, il capoluogo siciliano da secoli crocevia di culture e popolazioni molto diverse tra loro, può vantare un patrimonio culturale e artistico di prim’ordine, con chiese, castelli, dimore storiche e piazze dove il gusto occidentale si mescola con quello arabo, rendendo così tutto il fascino di una città cosmopolita e aperta.

palermo (2)

Una visita ideale potrebbe cominciare da quello che probabilmente è il monumento più rappresentativo della città: il Palazzo dei Normanni. Il Palazzo fu inaugurato nel 1130, ed è la residenza reale più antica d’Europa. Sotto la guida dell’Imperatore Federico II e di suo figlio, Corrado IV, fu sede imperiale e del Parlamento Siciliano, ricoprendo così un ruolo di primissimo piano non solo per la città, ma per l’intera isola.

cappella palatina

Al primo piano del Castello si trova la Cappella Palatina, una basilica normanna-bizantina dedicata a San Pietro Apostolo risalente al XII secolo.

Un fine settimana diverso, da Bari a Pescara in treno

Bari

L’estate sta finendo, e l’autunno è ormai alle porte. Questo tuttavia non scoraggia le centinaia di italiani determinati a sfruttare al massimo ogni momento, in particolare il fine settimana, per regalarsi dei momenti di divertimento e di relax in città o realtà diverse dalla propria, magari approfittando delle tante offerte disponibili sul sito di Virail.it: https://www.virail.it/treni-bari-pescara.

La proposta di oggi è rivolta proprio a questa tipologia di viaggiatori, specialmente i giovani e gli studenti, ossia quelli che non si rassegnano a passare a casa gli ultimi momenti di libertà prima della ripartenza delle attività scolastiche.

E cosa c’è di meglio di una visita a una delle regioni più belle e misteriose della Penisola? Stiamo parlando dell’Abruzzo, che in quanto a storia ed a paesaggi naturali ha molto da offrire e da esplorare. Pescara, in particolare, che con i suoi oltre 120.000 abitanti è la città più popolosa dell’Abruzzo nonché capoluogo della provincia omonima, merita una visita approfondita.

Pescara

Per chi non lo sapesse, infatti, la città abruzzese che si affaccia sul Mar Adriatico, famosa per le sue spiagge e i suoi locali, non è solo bagni, sole e divertimento, ma possiede una offerta culturale da non sottovalutare. Qui infatti si trova la Casa Natale di uno dei massimi poeti italiani del secolo scorso, ossia Gabriele D’Annunzio, che nacque a Pescara nel1863. http://itineraabruzzo.it/2017/03/30/casa-museo-gabriele-dannunzio/

La sua casa è ora un museo che si snoda in 9 sale differenti, ognuna delle quali conserva gli arredi e gli oggetti personali del Vate e della sua famiglia. L’edificio, che è stato dichiarato monumento nazionale nel 1927, si trova in Corso Gabriele Manthoné, sulla riva opposta del fiume Pescara, e se siete arrivati in treno, dalla Stazione Centrale è facilmente raggiungibile anche a piedi.

Cattedrale di San Cetteo

A pochi minuti di distanza dalla casa-museo, si trova un altro monumento sempre legato alla figura di D’Annunzio, ed è la Cattedrale di San Cetteo, dedicata al santo patrono della città. La chiesa fu voluta dal poeta stesso, che ne finanziò anche la costruzione, e al suo interno si trova il sarcofago dove riposano le spoglie di Luisa de Benedectis, la madre di D’Annunzio.

L’altro edificio religioso di Pescara è la Basilica della Madonna dei Sette Dolori, in stile neoclassico, la cui costruzione originaria risale al 1665, prima di venire incorporata in un edificio più grande.

Chi fosse incuriosito dal volto più contemporaneo e avveniristico della città, poi, c’è il Ponte del Mare, il più grande ponte ciclo-pedonale d’Italia nonché uno tra i più grandi d’Europa, che collega la riva nord e sud del fiume Pescara. Il ponte nasce dal progetto del grande architetto austriaco Walter Pichler, ed è stato inaugurato nel 2009. Altre informazioni sui vari luoghi di interesse di Pescara si possono trovare sul sito: http://bit.ly/2h71PK0.

Ponte del mare

 

Scatta un selfie a Bruxelles

Girare la fotocamera su noi stessi è diventata la foto scelta per molti viaggiatori che cercano di catturare i momenti migliori delle loro vacanze. Una buona serie di selfie può illustrare destinazioni come Bruxelles, capitale del Belgio che accoglie milioni di visitatori ogni anno grazie ai suoi collegamenti nell’Europa settentrionale e di numerose attrazioni da visitare in un luogo compatto.

bruxelles

La fotografia periscopica potrebbe essere considerata vana e cruda da alcuni, ma certamente i selfie hanno invaso le reti sociali e la condivisione online  una preoccupazione, in particolare per le generazioni più giovani.

selfie

Ma dove andare a Bruxelles per fare le migliori foto? È facile andare in giro a piedi in questa città compatta e di conseguenza è molto facile trovare luoghi straordinari di quanto si possa pensare.

atomium

Con un’altezza di più di 100 metri sopra Bruxelles troviamo lo straordinario Atomium, un edificio spaziale che sembra piuttosto qualcosa tratta da un film di fantascienza. Le nove sfere metalliche sono collegate da colonne in acciaio e contengono scale mobili e ascensori che conducono i visitatori a un viaggio strano e meraviglioso. E c’è anche un ristorante. Doveva essere demolito subito dopo la sua costruzione nel 1958 per commemorare il progresso postbellico, ma si è rivelato troppo popolare come un’icona architettonica.

Troverai un sacco di punti per una buon selfie a The Grand Place o al Grote Markt, la piazza centrale della città. È un patrimonio mondiale dell’UNESCO e il luogo dove andare a Bruxelles per mangiare, bere e ammirare l’architettura gotica circostante.

Nelle vicinanze si trova una delle prime gallerie di negozi in Europa, Galeries St Hubert, originariamente costruita nel 1847. È sempre più popolare come sempre con un mix di negozi e boutique di alta moda.

Galeries St Hubert

Altrove, Rue Charles Buls si presta ai gusti dei turisti che vengono qui per comprare autentici cioccolatini belgi e altri souvenir. Per gli amanti del cioccolato, ci sono tour a base di cioccolato a disposizione per raccontarti la ricca storia del cioccolato in Belgio e farti provare alcune delle varietà più gustose che abbia mai assaggiato.

cioccolato belga

Cosa fare a Berlino gratis

Berlin

Berlino attrae innumerevoli turisti e ci sono molti motivi per cui la città è una meta così popolare in Germania. Ci sono molte attrazioni da vedere, luoghi da visitare e cose da fare, e molte di loro possono essere godute gratuitamente. L’alloggio è facile da trovare a Berlino che offre numerosi  alberghi per tutte le tasche.

Vedere la East Side Gallery

La East Side Gallery è la sezione più lunga superstite del Muro di Berlino. Conosciuta anche come la Kunstmeile ( “Art Mile”), corre lungo le rive del fiume Sprea ed è un vero monumento alla libertà.

Eastsidegallery

Dopo la caduta del muro di Berlino nel novembre 1989, un team internazionale di oltre 100 artisti ha creato la galleria East Side con i loro numerosi, spesso colorati e controversi “murales” che esprimono pace, libertà e messaggi politici.

Vedere la Porta di Brandeburgo

Porta di Brandeburgo

La Porta di Brandeburgo è il punto di riferimento più famoso di Berlino. Costruita nel 1791 al confine con Berlino orientale e occidentale, ha trascorso gli anni della guerra fredda come simbolo di una nazione divisa. È diventata una delle attrazioni più visitate di Berlino e non costa niente vederla e fotografarla.

Visita al centro di concentramento di Sachsenhausen

Un altro simbolo grafico della storia di Berlino è il memoriale di Sachsenhausen Concentration Camp. Sachsenhausen, o Sachsenhausen-Oranienburg, come è noto, era un campo di concentramento nazista dal 1936 alla fine del Terzo Reich nel maggio del 1945.

Sachsenhausen

Fu stato usato per recludere prigionieri politici e vittime di guerra. Oggi è un ricordo delle atrocità della guerra e del regime nazista, e i restanti edifici e terreni sono aperti al pubblico come museo.

Partecipa al “Alternative Berlin free walking tour”

Un ottimo modo di vedere un altro lato di Berlino e gratuitamente, è quello di partecipare al tour a piedi alternativo di Berlino. Questo inizia da Alexanderplatz dalla torre TV e non c’è bisogno di prenotare. Basta girare e la tua guida ti porterà a vedere alcune parti di Berlino meno conosciute dai turisti. I tour si svolgono tutti i giorni dalle 11 alle 13. La mancia è facoltativa.

Visita al Reichstag e alla Cupula di vetro

Reichstag Dome

La cupola di vetro del Reichstag forma il maestoso tetto del palazzo di Berlino. È una vera e propria meraviglia dell’architettura moderna perché ha 360 specchi incorporati. È possibile salire sulla cima di questa cupola ma è necessario registrarsi per primo. I panorami sono incredibili!

Rilassati nei parchi di Berlino

Un altro ottimo modo per goderti il tuo tempo a Berlino è visitare i parchi della città, La maggior parte ha l’entrata gratuita.

Parco a Berlino

 

Fuga a Palermo per un weekend

palermo

Da tempo tempo avete in programma di visitare Palermo, il capoluogo siciliano è una delle più affascinanti e amate città italiane, ma tra un impegno e l’altro non siete ancora riusciti a realizzare questo progetto. Se il vostro problema è la mancanza di tempo, fareste bene a trovarvi un’altra scusa: esiste sempre infatti la possibilità di trascorrere un weekend piacevole e interessante nella città che fu fenicia, greca, romana, araba, spagnola, normanna e molto altro.

In due giorni è possibile godere della sua bellezza, che si rispecchia nel gusto architettonico delle costruzioni e delle piazze, ed è possibile respirare l’atmosfera magica e arabeggiante che ancora oggi contraddistingue alcuni quartieri.

Prima di iniziare il nostro tour della città, tuttavia, sarebbe meglio liberarci della zavorra in modo da passeggiare più agevolmente. Appena arrivati, possiamo lasciare i trolley nella stanza d’albergo che abbiamo prenotato con un certo anticipo attraverso la piattaforma messa a disposizione da Hotels.com. Adesso che abbiamo sistemato le nostre cose e preso possesso della nostra stanza, possiamo concentrarci sulla visita.

Per prima cosa pensiamo a metterci in forze per la passeggiata. Una tipica colazione siciliana comprende un caffé o una granita, e dei dolci. L’isola è rinomata per essere il paradiso dei dessert e dei gelati, quindi non abbiamo che l’imbarazzo della scelta. Dai popolari cannoli ai panzerotti ripieni, passando per gelati di ogni foggia e gusto fino al tipico cornetto ripieno alla crema o al cioccolato che i siciliani sono soliti inzuppare nella granita, noto col nome di brioscia cu tuppu.

cannoli siciliani

Dopo aver deliziato lo stomaco, dirigiamoci alla più vicina stazione degli autobus e raggiungiamo la nostra prima meta. Il Palazzo dei Normanni, con i suoi svariati secoli di storia, è considerato la residenza destinata a uso reale più antica d’Europa. Le sale del Palazzo richiedono tempo per essere ammirate come meritano, ma l’esplorazione non dovrebbe durare più di un paio d’ore. Usciti, possiamo proseguire raggiungendo a piedi un altro must della città, e cioè la Cattedrale di Palermo, la cui costruzione iniziò nel 1185 e subì diversi rifacimenti ad opera dei diversi popoli che dominarono Palermo nel corso dei secoli, contribuendo a forgiarne lo stile e il gusto. Terminata la visita, una buona idea è quella di fare una sosta mangereccia nel quartiere di Ballarò, dove si trova lo storico mercato omonimo con i suoi banchetti e le sue tende colorate. Qui potrete dare sfogo alla vostra curiosità, provando diversi cibi e prodotti locali freschi. Per concludere, potremmo riposarci a Villa Bonanno, un polmone verde che non smette di stupire con la sua varietà di piante grasse e tropicali. Per maggiori informazioni su cosa fare e vedere a Palermo, inclusi pub, ristoranti, musei e gelaterie, potete andare su Palermoviva.

villa bonanno

Amsterdam: un’indimenticabile vacanza in Olanda

Famosa anche per la canzone di Max Bygraves Tulips from Amsterdam, la capitale dei Paesi Bassi è un posto ideale per fare una vacanza in Olanda.

amsterdam

A guardare l’offerta dell’alloggio, ad Amsterdam c’è solo l’imbarazzo della scelta, perché oltre hotel, B&B e appartamenti, la città ospita anche molti ostelli a prezzi per tutte le tasche.

Amsterdam ha tantissime attrazioni turistiche grazie ai suoi festival, ai musei, ai parchi, ai bar, ai ristoranti e alla sua vivace vita notturna.

Proprio come Venezia è piena di canali, ma qui ovviamente non troverete le gondole! I suoi canali sono navigabili e si possono fare delle vere e proprie crociere per scoprire la città e i suoi dintorni!

I Musei di Amsterdam

Amsterdam è famosa per i suoi musei. Uno di questi è il Museo Van Gogh, dedicato alle opere di uno degli artisti più famosi della storia dell’arte.

museo van gogh

È facile da trovare perché si trova nella omonima piazza e si dice che sia uno dei musei d’arte più popolari e conosciuti del mondo. Per gli appassionati di arte sarà molto semplice capirne il motivo.

Dam Square

Parlando di piazze, nessuna visita ad Amsterdam sarebbe completa senza essere passati per Dam Square, un luogo ideale per respirare l’atmosfera della cittá e per rilassarsi in uno dei suoi numerosi caffè e bar.

dam square

Qui gli artisti di strada accorrono sempre numerosi, e quindi sarà possibile trovare qualche esibizione in corso.

Come muoversi ad Amsterdam

Gli spostamenti in questa città sono abbastanza semplici e si dispone di una vasta scelta di mezzi di trasporto. Oltre alle già citate barche sui canali, ci sono autobus, tram, taxi e una efficiente metropolitana.

bici

Anche le biciclette sono molto popolari e ci sono numeri servizi di noleggio. Quindi se ti piace pedalare, tenerti in forma e rispettare l’ambiente, prendi una bici, Amsterdam è proprio una città a misura di ciclista.

Coffeeshops ad Amsterdam

Amsterdam è famosa anche per il moderato uso di cannabis legalizzato e permesso presso i molti coffeeshops della città.

Ma se si preferisce semplicemente bere una birra, perchè non recarsi direttamente alla sede della Heineken, dove viene prodotta la famosissima bionda?
Nel suo stabilimento viene offerta anche la “Heineken Experience” per conoscere un po’ la storia di questa birra e per seguirne il procedimento di produzione.

I Festival di Amsterdam

Se vi piacciono i festival, Amsterdam diventerà una vostra meta abituale, perché la città ospita più di 300 eventi ogni anno.

festival

Ci sono festival di musica, film e teatro, festival per bambini e anche un Sail Amsterdam Festival. L’estate è ovviamente il momento migliore e ce ne sono molti tra cui scegliere. Molto popolare è il Festival Hortus presso i giardini botanici di Amsterdam. Attenzione però: non è una mostra floreale ma un festival di musica classica!