Delitto Morganti, i due fratellastri rischiano linciaggio in carcere: “Emanuele ucciso per 2 euro”

Trasferiti in isolamento Mario Castagnacci (scarcercato il giorno prima del delitto) e Paolo Palmisani, minacciati dai detenuti. La famiglia lascia il paese. L’avvocato rinuncia all’incarico

Tensione altissima ad Alatri dopo l’arresto dei due fratellastri Mario Castagnacci e Paolo Palmisani, ritenuti dagli inquirenti i due killer di Emanuele Morganti. Non solo: minacciati dai detenuti di Regina Coeli, dove sono stati rinchiusi, i due sono stati messi in isolamento.

Avvocato rinuncia – L’avvocato di Mario, Tony Ceccarelli, ha rinunciato all’incarico. Stessa decisione presa da altri legali di alcuni degli indagati. Ma Ceccarelli precisa: “È stata una decisione autonoma, presa senza alcuna pressione. Lo dico perché in questi giorni sono stati molti i colleghi, anche di indagati più marginali, che sono stati minacciati e malmenati”.
La famiglia se ne va – Sì, perché negli ultimi giorni si sono verificate risse e l’aggressione a due troupe televisive. Minacciato anche Franco, padre di Mario e indagato come il figlio per il pestaggio letale al Mirò. Ai Palmisani, che vivono a Tecchiena come la vittima, è stata incendiata una macchina. La famiglia ha lasciato la frazione per un luogo protetto.
L’ amico – Gianmarco Ceccani, 21 anni, è l’unico amico di Emanuele che ha tentato di soccorrerlo e che è stato picchiato dal branco. Scrive su Facebook: “Non riesco a darmi una ragione, non può essere vero. E’ inaccettabile tanta infamia. Sto soffrendo troppo, ho il cuore a pezzi. Sono nato per soffrire, cose devo passare ancora? Perché deve essere così crudele la vita?”.
La droga- Ma chi sono i due fratellastri? Mario, spiegano gli inquirenti, era stato arrestato a Roma e poi rilasciato il giorno prima del delitto per droga. Pare non fossero nemmeno all’interno del Mirò. E che Franco, il padre di Mario, sia un nome che in paese incuteva timore. Quanto a Paolo, le testimonianze parlano di un ragazzo resosi protagonista fin da piccolo di atti di bullismo, tanto da essere sospeso più volte da scuola.
Delitto Morganti, i due fratellastri rischiano linciaggio in carcere: “Emanuele ucciso per 2 euro”ultima modifica: 2017-03-30T12:04:38+02:00da sofia_sofia777

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.