Maria Elena Boschi nel mirino degli haters: «Ho sofferto, ma il danno è per le nuove generazioni»

Tra le ministre maggiormente prese di mira dagli haters sui social, c’è Maria Elena Boschi. La foto ritoccata di lei che giura al Colle, con la biancheria in vista, che cosa le provocò?
«Sicuramente fu il battesimo di fuoco. Mi ha fatto male vedere quell’immagine falsa di me, a ritrarre proprio il momento più importante: quella foto venne ripresa anche all’estero, come se fosse vera».

Francesca Cipriani: «Vorrei un figlio ma non trovo un fidanzato. Cercherò l’amore al Grande Fratello Vip»

4816621_cccs

Come reagì?
«Con determinazione. Al di là del dolore iniziale, ho sentito il bisogno di dimostrare che non contava il mio aspetto fisico né l’abbigliamento che avevo scelto, che poi non era niente di particolare. Contava il mio impegno. È come nelle arti marziali: sfrutti l’aggressione per trarne il tuo punto di forza».

Intorno a lei?
«Purtroppo ne risentirono anche i miei famigliari, gli consigliai di cancellarsi dai social o almeno di non leggere tutte le offese. Altrimenti ti fai del male».

Maria Elena Boschi

Cristiano Ronaldo in gita in bicicletta con tutta la sua happy family

Il suo non è l’unico caso…
«No, assolutamente. E non ci si deve abituare: questi attacchi arrivano a tante donne, diverse tra loro e di diversi partiti. Non sottovalutiamo questi messaggi negativi perché vengono presi come modello da replicare. Rischiamo di allontanare le ragazze dalla politica».

Come si risolve?
«Sostenendo le donne, permettendo loro di arrivare nei ruoli apicali in politica come nel lavoro. Così le persone si abituano. Dobbiamo pensare alle nuove generazioni».

Ai giovani?
«Da ministra alle pari opportunità ho inserito nel piano anti-violenza anche la formazione nelle scuole. Ci sono state campagne di sensibilizzazione molto efficaci: basta trovare la persona giusta che sappia parlare ai giovani, con Francesco Totti ad esempio fu un successo: i ragazzi ascoltano i loro idoli».

Maria Elena Boschi nel mirino degli haters: «Ho sofferto, ma il danno è per le nuove generazioni»ultima modifica: 2020-05-29T17:48:03+02:00da george102

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.