Gigi Proietti, le figlie a Oggi è un altro giorno: «Papà non ci ha mai detto “vi voglio bene”»

Ospite a Oggi è un altro giorno, programma di Serena Bortone, ci sono le figlie di Gigi Proietti, il grandissimo attore romano scomparso lo scorso novembre 2020. Le due figlie ricordano le tappe più importanti della carriera del papà ma lasciando molto spazio anche ai racconti di Gigi come uomo e come padre.

carlotta-proietti

Le due figlie, Susanna e Carlotta sono nate tra l’amore tra Gigi e Sagitta Alter. I due sono stati insieme per 60 anni senza mai sposarsi, un amore durato tanto e fatto di grande stima e rispetto, come ricordano anche le loro figlie: «Oggi mamma sta meglio, è una roccia» spiegano quando la Bortone chiede come sia oggi la loro vita, «Lei è la nostra roccia e noi siamo la sua. Siamo tre donne molto forti».

Tanti sono i ricordi di Gigi come padre. Le due figlie dicono che era un papà che dava loro molti consigli: «Uno tra tutti era quello di andare per la nostra strada, di non farci influenzare e di seguire le nostre idee». Gigi però non era un papà molto espansivo: «Non era un padre espansivo negli affetti, era una persona timida. Cercava l’attenzione da parte nostra, voleva farsi dire lui “ti voglio bene”, ma lui non si lasciava andare a grandi parole». Ma nonostante questo tra loro tre c’era un rapporto molto intenso, molto forte.

Serene chiede come hanno vissuto il lutto sapendo che moltissime persone piangevano la scomparsa del padre: «È stato un momento di lutto collettivo e questo ci ha fatto sentire meno sole. Il fatto che in tanti piangessero papà non ci ha tolto nulla, anzi ci ha arricchito di amore». Poi confessano: «Nella sofferenza noi siamo fortunate, papà lo possiamo sempre andare a ritrovare, abbiamo molto che ci ricordi e ci faccia sentire vicino papà. Non vale lo stesso per tutti».

Gigi Proietti, le figlie a Oggi è un altro giorno: «Papà non ci ha mai detto “vi voglio bene”»ultima modifica: 2021-06-01T15:35:18+02:00da george102

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.