Prince, l’ultima terribile verità sulla sua morte improvvisa

Prince Rogers Nelson, "Purple Rain" 1984 Warner © Picture Lux/LaPresse Only Italy

Trovate in casa della star, nascoste nelle confezioni di Aspirina e Vitamina C, pillone di Fentanyl, oppiaceo sintetico 50 volte più potente dell’eroina.

L’ultima terribile verità sulla morte di Prince arriva dalla perquisizione della sua villa a Paisley Park: utilizzava un oppiaceo molto più potente dell’eroina.

Lo rivela un investigatore che chiede di restare anonimo: all’interno di confezione di Aspirina e Vitamina C, recuperate nell’abitazione della star, sono state trovate pillole di Fentanyl, oppiaceo sintetico 50 volte più forte dell’eroina. Venti i barattoli di farmaci sequestrati, tra cui altri contraffatti o ottenuti senza ricetta.

Prince è morto il 21 aprile per “overdose accidentale” proprio da Fentanyl. I farmaci erano contenuti in diverse valigette e in una borsa da cui non si separava mai.

Tra gli altri farmaci ritrovati, c’è l’oxycodone, altro oppioide semisintetico, lidocaina e U-4770, analgesico otto volte più potente della morfina.

A quanto si apprende, l’atterraggio d’emergenza del suo aereo privato in Illinois, una settimana prima della morte, non fu dovuto al peggioramento di un’influenza, come dichiarò il suo manager, ma da un’altra overdose da oppiacei. Anche se non fu rilevata, nell’occasione, traccia di Fentanyl, ma solo di Valium, idrocodone e lidocaina, usati come calmanti e dolorifici. Ciò significa probabilmente che Prince non era avvezzo al Fentanyl, sostanza che, ingerita in alte quantità, lo ha quindi ucciso.

Prince, l’ultima terribile verità sulla sua morte improvvisaultima modifica: 2016-08-23T10:49:49+02:00da ellenaellena73
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.