Aumentano i bimbi “extralarge”: “È colpa delle mamme che lavorano”

cut1278665081965.jpg--“Colpa delle mamme”. Una nuova responsabilità sul capo dei genitori, in particolare delle mamme. Il fatto di lavorare tutti e due sembra collegato con un aumento di bimbi extralarge. Almeno secondo uno studio dell’economista Wencke Gwodzd della Copenhagen Business School.  Lo studio ha esaminato varie ricerche sulle madri lavoratrici e l’obesità infantile, scoprendo chiari legami tra questi due elementi in molti Paesi. Insomma, se oltre al papà anche la mamma lavora è più facile che il bimbo accumuli peso. E il legame, spiega la ricercatrice, è risultato più forte nel caso dei bambini tra 5 e 10 anni, più grandicelli e indipendenti nella scelta di cosa mangiare.  Inoltre, riferisce il ‘Mirror’, se le mamme sono assenti i figli tendono a scegliere attività più sedentarie, e a dormire meno rispetto ai coetanei con madri casalinghe. E anche la mancanza di sonno è stata collegata all’aumento di peso. Ma ad alleggerire la responsabilità materna c’è il fatto che, quando la famiglia è supporta nella cura dei figli – come in Danimarca – il peso dei piccoli ne risente positivamente. Forse, dunque, un maggior supporto per i genitori che lavorano potrebbe aiutare a contrastare la dilagante epidemia di obesità.

Aumentano i bimbi “extralarge”: “È colpa delle mamme che lavorano”ultima modifica: 2016-10-25T21:59:36+02:00da ellenaellena73
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.