Il campanile di Oroset (episodio 52°)

 

http://www.lulu.com/shop/felice-tolfo/il-campanile-di-oroset-libro-i/ebook/product-23785046.html

Felice Tolfo

 

Seguito:

Città dotata di parecchi confort per una vita quotidiana più che gradevole.

====================================================================================================

Città dotata di parecchi confort per una vita quotidiana più che gradevole.

Sembra un sogno e invece è tutto incredibilmente vero!!

La sala della pioggia… un’idea favolosa…!!

Con ombrelli oppure senza…??

Uahahah…!!  affermò un sempre più entusiasta Alex.

L’hai detta giusta mio caro Alex!

Ci sono esattamente trenta ombrelli per chi vuole passeggiare sotto la pioggia senza bagnarsi.

Anche se molti preferiscono l’impermeabile tascabile,

quello con il cappuccio.

Dicono che la pioggia,

proprio perché rara,

va goduta in tutte le sue più sgradite sfumature.

Per l’acqua immagino venga utilizzata sempre la stessa per diverso tempo, come nelle nostre fontane?

Esatto, e per mantenerla nella sua purezza cristallina utilizziamo un piccolo ed efficientissimo depuratore.

Ma anche il giardino è un’altra grandiosa idea…??

Certo che sì!

Un piccolo parco di trecentocinquanta metri quadrati

che ti permette di percepire quelle meravigliose sensazioni che si sprigionano unicamente nelle zone ricche di verde.

Un giardino fiorito, rigoglioso e ben curato.

Con diverse specie di alberi e una vasta gamma di piante di varie dimensioni.

Colori a volontà per un posto pieno di brio.

Grazie ad un incredibile sentiero si possono raggiungere tutte le zone dell’oasi di verde.

 Le miniere, egregiamente sfruttate per l’estrazione dei minerali presenti nel sottosuolo,

fornivano di materie prime tutte le industrie create per la produzione di ogni bene necessario a conservare alta la loro garanzia di vita.

Cose utili ma anche dilettevoli che consentivano la serenità in uno stato di perenne agiatezza.

Al momento si era raggiunto un livello di produzione industriale tale da garantire una completa fornitura per l’intera popolazione. In certi ambiti, ma soprattutto nell’elettrodomestico, i magazzini erano talmente ben forniti che le produzioni furono provvisoriamente sospese.

Le miniere e le fabbriche si trovavano lungo circonferenze esterne alla città in una logica esclusiva dai connotati ben noti.

Non fu assolutamente un caso se la città andò a propagarsi seguendo un tracciato circolare.

Alla fine ne poteva venir fuori un cerchio perfetto se non ci fossero stati i presupposti che portavano alla logica naturale espansione di una città viva e in piena crescita.

 

La popolazione cresceva e la città si doveva adeguare con una espansione appropriata alle proprie particolari esigenze.

 

L’intervento in un suo tratto ben definito, largo trecento metri e lungo circa un chilometro, in estensione esterna al cerchio stesso.

 

Saviamente,

per le sue caratteristiche peculiari,

non erano previsti collegamenti con l’esterno.

Uscendo dalla città la prima zona perimetrale allargata al suo esterno (il primo anello) era occupata dalle industrie;

nella seconda (secondo anello) si trovavano le miniere, i laghi, gli acquedotti, i generatori di ossigeno e le centrali elettriche;

la terza zona perimetrale (terzo anello) creata esclusivamente come area cuscinetto a salvaguardia della città.

 

 

 

Il campanile di Oroset (episodio 52°)ultima modifica: 2019-05-14T14:54:57+02:00da felixthecat6

Lascia un commento