Il campanile di Oroset I (episodio 132°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

<Grazie, sei troppo buona!> rispose Alex abbracciandola. <Ma guarda che non è tutto oro quello che luccica…!!  Uahahah…!!>

Ahahahah…!!  Uahahah…!!  Ahahahah…!!

<Grazie, sei troppo buona!> rispose Alex abbracciandola. <Ma guarda che non è tutto oro quello che luccica…!!  Uahahah…!!>

 Ahahahah…!!  Uahahah…!!  Ahahahah…!!

 

<Adesso però dobbiamo scappare via perché i ragazzi devono partecipare alla festa dello sport organizzata nella palestra della scuola.

Vi saluto ragazzi….. magari ci si potrebbe incontrare in uno di quei giorni incredibili….. senza impegni, tutti liberi, “chissà chissà”….. “forse forse”…??>

<Sicuro che sì…!! perché adesso che ti ho rivista mi è venuta una voglia “grande grande”….. di stare con te, anzi ne sento proprio il bisogno! Ciao ciao, carissimi….>

<Ciao Birgitta e ciao ragazzi….. Beati voi che andate a festeggiare…!! Uahahah…!! Uahahah…!!> salutò Alex con la faccia pagliacciata…..

 

Camminando camminando

 avvertirono nell’aria una presenza aromatica deliziosa di caffè,

particolarmente stimolante.

Isabel, che ne conosceva la provenienza,

scortò il suo Alex al Bar Centrale.

In seguito diventerà il loro bar preferito!

Nonostante l’esistenza in città di una trentina di bar:

Bar Adriatico e Bar Sport, eccetera eccetera!

Ma anche Bar Nettuno e Bar Uranio, eccetera eccetera…!!

La loro entrata fu subito oggetto d’interesse da parte di un Aleandro comodamente seduto dietro ad un tavolino dalla forma quadrata con sopra impressa l’immagine,

nitida da far impressione,

della Terra.

In una mano teneva la sua tazza di caffè macchiato con il latte e con l’altra,

agitandola come mai gli era capitato,

cercava di attirare l’attenzione dei suoi amici.

 

Una grande gioia per Aleandro ritrovarsi in così cara compagnia. Al volo ordinò altri due caffè.

 

Nel frattempo Alex pensò bene di sfruttare al massimo quella splendida opportunità offertagli dalla dea bendata

 

rivolgendosi ad Aleandro per il suo permesso di “libera uscita”.

 

<Approfitto di questa splendida opportunità

per chiederti un favore?>

 

<Ma chiedimi tutto quello che vuoi, mio caro Alex, per te questo e anche altro…… o quasi…….!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!  Uahahah…!!

 

Avrei una gran voglia di farmi un bel giretto lassù,

 fuori all’aria aperta….!!

Pardon, leviamo l’aria……..>

 

Isabel, quale donna innamorata, voleva la sua felicità…!! Così sin da subito condivise quel desiderio come un’impellente necessità di vita, rassicurandolo che la cosa era più che fattibile. Realizzabile sin da subito!

 

Bastava chiederlo ad Aleandro…?

 

<Tu che ne dici, si può fare…?>

<Certo Alex! Dicono che è sufficiente esprimere un desiderio perché ti venga esaudito! E volendo si potrebbe tentare un qualcosa di intrigante sin da subito.

 

Dovete sapere che da circa due mesi sono iniziati dei lavori di ammodernamento su alcune strutture presenti nelle zone industriali e minerarie. Esattamente lungo i due corridoi che portano rispettivamente alle porte di accesso seconda e terza.

Questo genera degli inconvenienti per la libera circolazione verso il terzo anello, essendo le stesse porte momentaneamente raggiungibili solamente dall’esterno.

Tutte le mattine ci sono delle squadre di controller incaricate ad ispezionare l’intera area interessata dal terzo anello,

creato come supporto alla città stessa, comprese le otto porte di accesso con le loro sedici porte stagne.

 

Allora se siete d’accordo? Domani mattina potreste aggregarvi al gruppo di turno incaricato nell’ispezione delle porte di accesso prima, seconda e terza. Ovviamente con uscita esterna.>

 

<Okay okayyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyy,

segue:

Il campanile di Oroset I (episodio 132°)ultima modifica: 2020-03-21T22:27:56+01:00da felixthecat6

Lascia un commento