Il campanile di Oroset II (episodio 28°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Sicuramente non se l’aspettavano di quella foggia…!! Probabilmente

doveva essere stata la fatidica

“prima volta di fronte ad uno scheletro vestito”…..

 

Sicuramente non se l’aspettavano di quella foggia…!! Probabilmente   

doveva essere stata la fatidica

“prima volta di fronte ad uno scheletro vestito”…..

 

Comunque non vi furono scene di clamorose isterie. Non era nel loro stile, l’educazione li aveva portati a soffrire con una certa dignità…!!

Anzi, alla visione del dito alzato quella che seguì

 fu una vera e propria saga della risata…….

L’emozione raggiunse una tale livello riuscendo a prevalere su tutto quel buon senso, presente anche in certi inattesi particolari momenti, annullandolo almeno parzialmente!

I loro quattordici occhi grondarono lacrime di dolore come la pioggia di un temporale breve ma violento.

 

Luminor, non ancora completamente smaltiti i postumi del temporale, distese la bandiera con tale classe da riuscire a coprire quasi completamente il povero corpo di Corco….on? E quando il suo sguardo si concentrò sulla fotografia con la scritta

la sua espressione improvvisamente mutò,

con evidenti i segni di un sorriso “giocondo” stampato sul suo volto.

<Avevi ragione…!! Questa è la seconda donna del gruppo!

esclamò con gioia.

Consolation, nata il 07.10.1940 e,

virtualmente,

deceduta il 5 gennaio 1980.>

<Ah, ma si tratta di Consolation…!!> esclamarono in coro!!!

Grande rispetto per quell’eroina che di nome faceva

Consolation!!

<Avrà messo giù quella “tragica” data in uno dei suoi ultimi istanti di drammatica lucidità.> proseguì Luminor.

<Comunque Consolation è deceduta il 5 gennaio del 1980 e voi siete arrivati qui il 6 febbraio del 1980……

 Ma che incredibile mancata coincidenza…!!>      

 

<Questo è commovente>, disse Aleandro, <e tra l’altro, mio caro Luminor, delle due donne se n’era già accorto Alex semplicemente guardando le loro foto. Poi ce ne siamo resi conto anche noi visionando i filmati!!>

Però c’era anche l’eredità!

Un’eredità dal sapore storico:

il diario

con il quale avevano pensato di lasciare una loro traccia a degli improbabili

ma forse non impossibili posteri…..

Quali posteri…??

Solamente la speranza poteva aprire la via dell’impossibile. E prima o dopo qualcuno sulla Luna ci sarebbe sbarcato…..

Senza la speranza era impossibile trovare l’impensabile!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 28°)ultima modifica: 2020-07-13T00:34:32+02:00da felixthecat6

Lascia un commento