Il campanile di Oroset II (episodio 52°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Certamente sì…!!

Il lago ne era una prova più che tangibile…..

Un piccolo lago ghiacciato…!!

Un risultato pensato e cercato anche oltre l’impossibile ti aiuta a compiere l’impresa della vita…!!

 

Certamente si…!!

Il lago ne era una prova più che tangibile…..

Un piccolo lago ghiacciato…!!

Un risultato pensato e cercato anche oltre l’impossibile ti aiuta a compiere l’impresa della vita…!!

In quella drammatica situazione di grave emergenza, sia temporale che emotiva, si ritrovarono carichi di energia e di entusiasmo. Pronti per affrontare ogni nuova sfida.

Ecco che, con l’animo vincente, accompagnati da una strabiliante esuberanza di spirito, optarono per l’unica possibilità

che la vita offriva loro: trasferimento immediato nella magica grotta!!!

All’interno della quale avrebbero dovuto traslocare tutto il materiale trasportabile presente sull’astronave.

Per prima la cambusa ancora ben fornita di generi alimentari e acqua.

Ben consci dell’impegno che avrebbero dovuto profondere per ottenere il massimo dall’impossibile, senza lesinare tentennamenti, andando anche oltre a quelli che virtualmente potevano essere i loro limiti,

diedero il via ad un lavoro impellente ed essenziale che avrebbe permesso loro di poter vivere in un ambiente che andava adattato a modulo abitativo.

L’appartamento venne ricavato al di sopra del lago per sfruttare altre grotte considerevolmente più spaziose e confacenti alle loro esigenze.

Per quell’imprevedibile debutto di una inimmaginabile ed immensa avventura, dove ancora non era stata disegnata la linea delle loro nuove vite, i due crimos risultarono fondamentali.

Poca energia ma di sicuro affidamento: continuità perenne …!!

La scorta di viveri era tale da garantire loro un sostegno per almeno tre anni e forse più!

Tra il materiale salvato una nota di rilievo per il kit di “sopravvivenza a lungo termine”!

Alla fine svuotarono l’astronave di ogni bene, lasciando al suo interno solamente le cose intrasportabili.

Per l’acqua zero problemi, quando la stessa sarebbe andata ad esaurirsi il lago ne avrebbe rappresentato una risorsa praticamente illimitata!

Così diedero il via a quella che, ineluttabilmente, si stava presentando come:

la loro nuova vita!

Per un tempo indeterminabile, certamente non effimero, furono particolarmente impegnati nelle varie attività pertinenti la costruzione dell’habitat.

Dopodiché il futuro si offrì loro colmo di solitudine e di abbandono!

Una tristezza figlia di un isolamento pressoché totale venne in minima parte mitigata da una flebile speranza, forse un’illusione anche spropositata, di poter un giorno essere salvati da un’astronave orosetiana.

Ma sarebbe stata la stessa identica felicità se la loro salvezza fosse sopraggiunta grazie all’astronave di un altro pianeta.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 52°)ultima modifica: 2020-11-20T20:26:22+01:00da felixthecat6

Lascia un commento