Il campanile di Oroset I – libro primo – (episodio 15°)

http://www.lulu.com/shop/felice-tolfo/il-campanile-di-oroset-libro-i/ebook/product-23785046.html
Felice Tolfo

precedente:

<Ah che uomo, e io che lo stavo sottovalutando….. Ahahahah…!! Ahahahah…!! Comunque stai tranquillo, se saprai ascoltare tutto il resto verrà da sé..! Avrai modo di rendertene conto con i tuoi stessi occhi girando per le vie di Selene….. Allora sì che potrai capire tante cose…??

Almeno lo spero…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Com’è che non ridi più?>

<Sto ridendo, dentro di me ma sto ridendo…!!

Uahahah…!! Uahahah…!!>

(15° ep.)

<Comunque di sicuro avrai le risposte giuste a tutti i tuoi perché…..

Vedrai che, in ogni caso, il tuo entusiasmo decollerà non appena potrai vivere la quotidianità come un qualcosa di speciale…!!>

<Uaooooo…!!! Perbacco…!!!

Mi tremano le gambe dall’emozione!! E non solo le gambe…..

Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!

Non vedo l’ora di arrivare sulla Luna!!>

<Che simpatico pagliaccio che sei Alex!

Comunque stai per andare in un mondo abitato da persone normalissime come lo siamo noi…!!

Insomma, se penso a te…… tanto normali non dovrebbero essere…?? Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

Tutti i selenesi avevano un denominatore comune basato su valori e principi.

<Siamo un popolo forse non felicissimo ma molto tranquillo e sensato. Diretto in modo democratico distributore di equità e giustizia. Dove i cittadini eleggono altri cittadini che poi andranno a formare il gruppo prescelto per guidare la città. Capeggiare non è per niente difficile perché in realtà le cose sono molto più semplici di quanto ci è dato da pensare.

Esistono delle regole ben precise che vengono rispettate grazie ad un meccanismo spontaneo di adeguamento personale.

Per noi lunari la disonestà è un aggettivo quasi del tutto sconosciuto. Raramente capita che qualcuno perda la testa degenerando con dei comportamenti non adeguati all’ambiente.

Sono stati così rari e superficiali i casi di negligenza che gli stessi interessati se la sono cavata con una semplice lavata di testa!

E adesso sturati bene le orecchie perché ti regalo una notizia che per voi terrestri rappresenterà l’irrealizzabile:

a Selene

il denaro non esiste”.

Basilare…!!

Un punto fermo per la vita di noi lunari!

Il denaro non è stato istituito”.

Si tratta di un oggetto sconosciuto.

Mai pervenuto…!!

Qui non c’è nulla che possa avere un prezzo…!!

Tutto quello che viene creato è a disposizione di chiunque,

senza esclusione alcuna…!!

Non come sulla Terra dove, a causa del vile denaro, si sono sviluppate disuguaglianze sociali foriere di nefaste conseguenze!>

<Questa sì che è una bella pensata!> affermò Alex.

<E per la serie “vissero tutti felici e contenti”>

<Magari……!!!!!! Se potessimo dare una valutazione alla nostra vita semplicemente per come ci siamo organizzati uscirebbe un bel “fantastico meraviglioso” in assoluto!

Ma purtroppo non è così facile come potrebbe sembrare a prima vista, per il semplice motivo che noi tutti siamo pesantemente condizionati dai problemi che gravitano attorno all’asprezza della natura che ci sta ospitando.

E’ sufficiente pensare alle difficoltà incontrate per costruire ogni singolo pezzo di questa grande città, con tutti gli annessi e connessi. Dalle miniere alle fabbriche, dall’ossigeno all’energia elettrica, dall’acqua alle serre, dalle abitazioni alle strade e via dicendo….. Difficoltà che ci accompagneranno sempre nel nostro percorso evolutivo che,

ovviamente,

tutti noi ci auguriamo non abbiano mai a finire…!!>

Con tutto ciò, malgrado non si potesse negare l’impossibilità di riuscire a vivere una vita agevole e priva di concrete problematiche esistenziali, l’handicap che maggiormente disturbava il loro umore aveva una natura prettamente psicologica…..

Il più eclatante e anche il più scontato:

dover vivere “perennemente” sotto il suolo lunare!

<Certamente questo è un particolare che non può essere ignorato, nemmeno nelle sue più sbiadite sfumature…..> proseguì Isabel, <perché non si devono sottovalutare quelle che potrebbero essere le conseguenze dai risvolti psicologici che rischierebbero di colpire i più deboli. Comunque la città è sufficientemente grande e discretamente vivibile. Ci sono dei posti interessanti dove puoi rilassarti e divertirti allo stesso tempo…!!>

<Però cara Isabel, parlandoti in tutta franchezza, voglio farti sentire il mio personalissimo pensiero al riguardo perché

vivere nel sottosuolo lunare e dovendolo fare “per sempre”

può condizionare, e non poco, la vostra vita! Ecco che, non essendoci spazio per una qualsiasi valida alternativa, c’è l’obbligo di accettare lo stato delle cose così com’è. Cercando di prendere quella che è la vostra realtà, comunque positiva, per viverla con tutta la gioia che la vita ti può dare.

E così per potersela gustare ci si deve accontentare di quello che si ha!

Che non è poco..!!..??..!!

Una vita tranquilla aiuta a mantenere un buon grado di felicità! E’ tutto più facile se si possono evitare contrasti ed inutili conflitti che non portano mai a nulla di buono. Ciò non implica alcuna operazione spersonalizzante, l’importante è mantenere sempre una totale libertà di espressione. Molto più conveniente mettere da parte gli atteggiamenti malsani e scorretti che rischierebbero di danneggiare il vostro ecosistema intriso di pace e tranquillità!>

<E bravo Alex, sei un ragazzo intelligente e avveduto. La tua saggezza sull’argomento è come la nostra vita!

Ritengo sia fondamentale

mantenersi in perfetto accordo”!>

segue…..

Il campanile di Oroset I – libro primo – (episodio 15°)ultima modifica: 2022-06-30T22:56:45+02:00da felixthecat6