Il campanile di Oroset I – libro primo – (episodio 76°)

http://www.lulu.com/shop/felice-tolfo/il-campanile-di-oroset-libro-i/ebook/product-23785046.html

 EPISODIO  76°

finale precedente:      

 <Grazie Alex!> disse un commosso Luminor. “Abbracciandolo vigorosamente”.

La differenza che separava i due personaggi, tratti somatici a parte, era riassunta in circa cinquanta simpaticissimi centimetri…!!

Impossibile porre rimedio a tale défaillance!

Nonostante la clamorosa somiglianza con il famoso personaggio del film, tra le diversità effettivamente riscontrate un rilievo per nulla trascurabile riguardava la mancanza di “elasticità”.

Praticamente non si potevano allungare…??…!!…??

76° episodio   

La differenza che separava i due personaggi, tratti somatici a parte, era riassunta in circa cinquanta simpaticissimi centimetri…!!

Impossibile porre rimedio a tale défaillance!

Nonostante la clamorosa somiglianza con il famoso personaggio del film, tra le diversità effettivamente riscontrate un rilievo per nulla trascurabile riguardava la mancanza di “elasticità”.

Praticamente non si potevano allungare…??…!!…??

<Ohohoh….. comunque è ovvio che non si va sulla Terra…..

Luna ci troviamo qui e vogliamo restarciStiamo così bene che possiamo considerarci dei cittadini selenesi a tutti gli effetti!!

Siamo molto contenti di poter vivere la nostra vita in questa meravigliosa città.

Noi,

orosetiani sopravvissuti”

ci sentiamo, ciò malgrado, baciati dalla fortuna.> Disse un commosso Luminor.

<A proposito, adesso sono già le 11 e abbiamo saltato

il lavoro alla miniera!!!!!

Imbarazzante, perché è la prima volta che ci capita di saltare un turno…!!…!!>

<Nella vita c’è sempre una prima volta!

Questo vi fa molto onore, la profonda onestà morale che avete dimostrato sin da subito vi appartiene tutta. E’ nel vostro DNA> rispose Aleandro.

<Però oggi è una giornata particolare, ed è più che mai comprensibile andare oltre a quelli che sono i soliti schemi! Magari standovene tranquillamente a casa vostra!!

Vi dico questo perché dovreste approfittare dell’occasione per riposarvi un pochino…..

Comunque è una decisione che dovete prendere da soli, liberi da qualsiasi condizionamento. E se proprio ci tenete non c’è nessuno che vi proibisce di andarci, magari anche nel pomeriggio!

Mah…!!

Altrimenti niente, oggi festa e domani al lavoro!!>

<Sei troppo buono Aleandro…. grazie!>

<Ma dai….. cosa vuoi che sia! E’ più che normale che ogni tanto ci si riposi! So che state lavorando sodo….. anche troppo! Siete sotto pressione e così non va bene perché rischiate un clamoroso crollo psicofisico!

Invece dovreste dedicare più tempo alla vostra vita privata!>

Bilanciare il lavoro con l’avanzo della propria vita non è un compito semplice!

<Possibilmente cercando anche di divertirvi…??

E fatela sta pazzia…..

Guardate che è sufficiente dedicarsi a cose che si staccano dalla monotonia della quotidianità…??

Tenete la mente aperta e cercate il vostro talento>

<Accidenti questa me la devo segnare, è troppo forte!> disse un sorridente Alex.

In città le possibilità di svago certamente non mancavano: biblioteche digitali, cinema, teatro, sport, bar, ristoranti e quant’altro di utilità che fosse anche oltre la semplice immaginazione. Come, ad esempio, i frequentatissimi centri per l’abbronzatura.

<Ma con tutti i bar e i ristoranti che ci sono in città, se ogni tanto vi andasse di frequentarli, potreste anche rendervi conto di una bella realtà a vostro servizio, certamente utile per passare del tempo in un modo completamente diverso, rilassante e anche divertente…..

Quindi tutti fuori per una bella passeggiata, dopodiché si va al ristorante dove, oltre al mangiar bene, ci si rilassa per dei momenti di piacevolspensieratezza. E se siete in compagnia il divertimento è assicurato!> concluse Aleandro.

<Basta non ubriacarsi…??> aggiunse un divertito Alex, <Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Invece sulla Terra per mangiare al ristorante bisogna pagare, e chi non ha i soldi:

non ci può andare.

Sulla terra chi non ha i soldi, non può avere nulla!!

Che tristezza!!!

Capito Luminor, come funziona sulla Terra!> disse Alex.

seguirà……

Il campanile di Oroset I – libro primo – (NUOVO EPISODIO 77°)

http://www.lulu.com/shop/felice-tolfo/il-campanile-di-oroset-libro-i/ebook/product-23785046.html

 NUOVO EPISODIO 

              77°

 finale precedente:      

 <Invece sulla Terra per mangiare al ristorante bisogna pagare, e chi non ha i soldi:

non ci può andare.

Sulla terra chi non ha i soldi, non può avere nulla!!

Che tristezza!!!

Capito Luminor, come funziona sulla Terra!> disse Alex.

 

77° episodio   

 <Invece sulla Terra per mangiare al ristorante bisogna pagare, e chi non ha i soldi:

non ci può andare.

Sulla terra chi non ha i soldi, non può avere nulla!!

Che tristezza!!!

Capito Luminor, come funziona sulla Terra!> disse Alex.

<Già purtroppo mi sto amaramente rendendo conto che sulla Terra ci sono “tante cose che non funzionano come dovrebbero”…??

Non è difficile da comprendere, ma vi siete complicati la vita da soli…??

Peccato…!! Però se ci avessero pensato prima….. per impostare un qualcosa di diverso…??…??…?? Ovviamente in meglio…!!…!!…!!

Anche se mi rendo conto che ci sono dei problemi legati a certi numeri…… numeri altisonanti…!!

La Terra è molto vasta e ben popolata. Parliamo di un’estensione di oltre cinquecento milioni di chilometri quadrati con una popolazione che supera i sette miliardi di abitanti!

Noi qui sotto luna siamo solamente in sessantamila su un’estensione di venticinque chilometri quadrati, compresi i tre anelli esterni.

Mentre su Oroset, grande quanto la metà della Terra, ci sono solamente cento milioni di abitanti!

Scusami Alex se mi permetto, ma il paragone con la Terra è assolutamente improponibile!!

Praticamente impossibile, anche nell’immaginario, applicare un regolamento “no profit” per poi farlo rispettare!! Mi dispiace tanto per i terrestri ma sull’argomento non ci sono speranze…!!…!!…!!>

<Bravo Luminor sei stato perfetto perché hai centrato il problema. D’altronde le cose sono andate per questo verso e non esiste, nemmeno in un sogno aromatizzato follia, una sola possibilità di ritornare sui propri passi…??> Rispose un Alex rassegnato ma comunque sereno.

<Non possiamo certamente trascurare questo stato di cose, assolutamente no! A questo punto penso che stiamo meglio noi con tutti i limiti ambientali che non sono pochi, anzi…..

ma senza disuguaglianze sociali”

che è il modo migliore per essere messi nella condizione di poter trarre il massimo dalla vita!>

<Qui a Selene c’è la negatività dell’ambiente naturale che male condiziona la vita di tutti, ma su Oroset non mi sembra che sia così…..??

Il clima lo si può paragonare al terrestre e non avete i soldi…..> riprese Alex

<Già il clima è esattamente come sulla Terra e non sono stati creati i soldi…!!>

<Assolutamente stupendo…!!>

Nel frattempo una lampadina si accese repentina nella mente di Aleandro….

Quella scintilla che ti illumina il pensiero…..

<Chiamiamo il ristorante per sentire se ci sono dei posti liberi? “sarebbe proprio bello pranzare tutti insieme”>

Un coro, simpaticamente stonato come una campana, accolse con grande entusiasmo l’invitante proposta di Aleandro.

Nientemeno esaltazione generale

quando dal ristorante giunse voce di una prenotazione confermata!

<Magnifico>, intervenne Isabel, <a pranzo con una parte dell’universo. Anzi, per quelle che sono le nostre conoscenze, con l’intero universo abitato: Terra, Luna, Oroset, Kallox e mettiamoci pure Sarior, perché no?>

<Sarior, nessun mistero ma la certezza delle nostre origini, ci sta alla grande…!!> affermò Aleandro.

Fantastico”…!!>

<Basta con le chiacchiere….. si va a mangiare!> Aleandro legittimato a dar fiato.

<Sono le dodici e dieci. Se vogliamo combinare per le dodici e trenta propongo di trovarci giù in strada entro dieci minuti al massimo!!>

<Ah si va in macchina…??> chiese Alex.

<Ci conviene visto che a piedi sarebbero quaranta minuti “buoni buoni”…!!> rispose Aleandro.

Okay okayyyyyyyyyy…….

<Il tempo di andare in bagno.> disse Isabel.

<Ma perché al ristorante non c’è la “toilette”?> chiese Alex.

<La toilette? Il bagnetto….. si certamente!> rispose Aleandro.

<Scusami ho parlato da terrestre e comunque io me la sbrigherò lì.>

<Ahahahah…!! Andava bene anche toilette, lo stanzino dei servizi igienici, oppure…..>

<Anche noi ce ne libereremo al ristorante…!!> così, Isabel a parte, risposero tutti!

<Quindi non ci rimane che aspettare Isabel.> si unì al coro Luminor.

Alla fine Isabel uscì dal bagno.

<Scommetto che sei andata lì solo per curiosare? Per vedere se i bagni dei piccoletti sono diversi dagli altri bagni! Ihihihihih……!!> sussurrò Alex.

<Zittoooooo……. Ma stai attento a Luminor che ci può sentire….. pensa che figura di merda…??>

<”No no”….. non ci sente….. guardalo se ne sta uscendo assieme ad Aleandro!>

<Ma tu guarda questo….. sei proprio un bel tipo lo sai? Non ti si può nascondere proprio nulla! Ahahahah…!!

Comunque sono bagni normalissimi e i water identici ai nostri!

Io non li avevo mai visti e me l’immaginavo un tantino diversi,

invece hanno optato per un tipo di sgabello adattato alle loro esigenze!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

Water, cesso, gabinetto, tazza… eccetera,

il riferimento all’Italia era pressoché totale…!!

seguirà……

Il campanile di Oroset I – libro primo – (episodio 75°)

http://www.lulu.com/shop/felice-tolfo/il-campanile-di-oroset-libro-i/ebook/product-23785046.html

EPISODIO  75°

 finale precedente:      

 <Siete eccezionali….. Ma vi rendete conto che a bordo di ogni astronave ci sono sessantamila carati di diamanti…?? Uahahah…!!> disse uno strabiliato Alex. <Se ne venissero a conoscenza i terrestri…?? Le vostre astronavi sono sicuramente le più veloci dell’intero universo, ma anche le più preziose! Uahahah…!! Uahahah…!! Comunque, velocità a parte, non ve lo siete mai fatto un pensierino sulla Terra?>

75° episodio   

<Siete eccezionali….. Ma vi rendete conto che a bordo di ogni astronave ci sono sessantamila carati di diamanti…?? Uahahah…!!> disse uno strabiliato Alex. <Se ne venissero a conoscenza i terrestri…?? Le vostre astronavi sono sicuramente le più veloci dell’intero universo, ma anche le più preziose! Uahahah…!! Uahahah…!! Comunque, velocità a parte, non ve lo siete mai fatto un pensierino sulla Terra?>

<Certo che sì…!! Ne avevamo discusso e anche parecchio. Alla fine ha prevalso la saggezza di un ragionamento logico che ci doveva portare subito ad esplorare la Luna per quella che era la nostra missione. Poi, eventualmente, nella drammaticità di una situazione d’emergenza ci poteva anche stare di chiedere asilo ai terrestri! Comunque sono stati i propulsori diamanticolari a toglierci ogni cattivo pensiero circa le eventualità!

Ma chi l’avrebbe mai vista la Terra…??>

<E già…!!> esclamò Alex mentre si stava ancora massaggiando il gluteo destro!

<Ma lo sai che ti puoi considerare un orosetiano fortunato, anzi tutti e sette vi dovete considerare dei fortunati se vi siete fermati sulla Luna…!! Per l’atterraggio di emergenza riconosco che avete pagato un conto troppo salato! Tuttavia a voi “sopravvissuti” le cose sono andate decisamente per il verso giusto!

Oltretutto andando sulla Terra rischiavate di compromettere il vostro ecosistema, un po’ come per i selenesi…??>

<A prima vista lo si potrebbe anche pensare, ma in pratica non è così!

Oroset si trova a 200 mila miliardi di chilometri dalla Terra che, per il momento, ci risulta siano stati percorsi solamente dalla nostra astronave.

E ti posso assicurare che non si è trattato di una semplice passeggiata ma di un viaggio interstellare durato due interi anni!>

<Ho capito, praticamente folle anche solamente il pensarlo un viaggio del genere. “Però però” un piccolo rischio, seppur remoto, ci sarebbe potuto anche stare….. magari utilizzando proprio la vostra astronave…??>

<Difficile, molto difficile!>

<Comunque se vi riusciva di arrivare sulla Terra avreste dovuto fare i conti con tutta una serie difficoltà…..

Direi l’intera vostra esistenza su quel territorio.

Certamente l’accoglienza sarebbe stata molto calorosa, anche e soprattutto per quelle che sono le vostre caratteristiche somatiche. Magari lesinando modi gentili che verosimilmente vi avrebbero consentito un tranquillo inserimento con conseguente salutare benessere.

Generosamente impegnati per farvi sentire a vostro agio.

Al punto tale da vivere avvolti in un’atmosfera

di pseudo amore familiare.

Quasi come a casa vostra, si fa così per dire…!! E su questo non si discute…!!

Però la curiosità dei terrestri sarebbe stata talmente forte e pesante che avrebbe scavalcato ogni forma di diplomazia, condizionando in modo estremamente pesante la vostra privacy.

Oltre a ciò, se cercavate un pianeta dove poter vivere in pace con tutti i suoi abitanti uniti in una fratellanza d’amore e di rispetto reciproco, beh………. allora la Terra non avrebbe fatto al caso vostro…!!

Miliardi di abitanti con la vita condizionata dai soldi che sono causa di certe disparità sociali, alcune anche sconfortanti.

Con l’aggravante delle guerre che non finiranno mai di esistere…!!

Fortuna vostra se vi trovate sulla Luna dove vivono sessantamila lunari all’insaputa degli stessi terrestri:

Requisito fondamentale per la vostra vita presente e futura, perché solamente mantenendo questo status continuerete a vivere indisturbati e felici…!!

Dove “tutti sono considerati alla pari” e “nulla ha un prezzo”!>

<Grazie Alex!> disse un commosso Luminor. “Abbracciandolo vigorosamente”.

La differenza che separava i due personaggi, tratti somatici a parte, era riassunta in circa cinquanta simpaticissimi centimetri…!!

Impossibile porre rimedio a tale défaillance!

Nonostante la clamorosa somiglianza con il famoso personaggio del film, tra le diversità effettivamente riscontrate un rilievo per nulla trascurabile riguardava la mancanza di “elasticità”.

Praticamente non si potevano allungare…??…!!…??

seguirà……

Il campanile di Oroset I – libro primo – (NUOVO EPISODIO 76°)

http://www.lulu.com/shop/felice-tolfo/il-campanile-di-oroset-libro-i/ebook/product-23785046.html

 NUOVO EPISODIO 

              76°

 finale precedente:      

 <Grazie Alex!> disse un commosso Luminor. “Abbracciandolo vigorosamente”.

La differenza che separava i due personaggi, tratti somatici a parte, era riassunta in circa cinquanta simpaticissimi centimetri…!!

Impossibile porre rimedio a tale défaillance!

Nonostante la clamorosa somiglianza con il famoso personaggio del film, tra le diversità effettivamente riscontrate un rilievo per nulla trascurabile riguardava la mancanza di “elasticità”.

Praticamente non si potevano allungare…??…!!…??

76° episodio   

La differenza che separava i due personaggi, tratti somatici a parte, era riassunta in circa cinquanta simpaticissimi centimetri…!!

Impossibile porre rimedio a tale défaillance!

Nonostante la clamorosa somiglianza con il famoso personaggio del film, tra le diversità effettivamente riscontrate un rilievo per nulla trascurabile riguardava la mancanza di “elasticità”.

Praticamente non si potevano allungare…??…!!…??

<Ohohoh….. comunque è ovvio che non si va sulla Terra…..

Luna ci troviamo qui e vogliamo restarciStiamo così bene che possiamo considerarci dei cittadini selenesi a tutti gli effetti!!

Siamo molto contenti di poter vivere la nostra vita in questa meravigliosa città.

Noi,

orosetiani sopravvissuti”

ci sentiamo, ciò malgrado, baciati dalla fortuna.> Disse un commosso Luminor.

<A proposito, adesso sono già le 11 e abbiamo saltato

il lavoro alla miniera!!!!!

Imbarazzante, perché è la prima volta che ci capita di saltare un turno…!!…!!>

<Nella vita c’è sempre una prima volta!

Questo vi fa molto onore, la profonda onestà morale che avete dimostrato sin da subito vi appartiene tutta. E’ nel vostro DNA> rispose Aleandro.

<Però oggi è una giornata particolare, ed è più che mai comprensibile andare oltre a quelli che sono i soliti schemi! Magari standovene tranquillamente a casa vostra!!

Vi dico questo perché dovreste approfittare dell’occasione per riposarvi un pochino…..

Comunque è una decisione che dovete prendere da soli, liberi da qualsiasi condizionamento. E se proprio ci tenete non c’è nessuno che vi proibisce di andarci, magari anche nel pomeriggio!

Mah…!!

Altrimenti niente, oggi festa e domani al lavoro!!>

<Sei troppo buono Aleandro…. grazie!>

<Ma dai….. cosa vuoi che sia! E’ più che normale che ogni tanto ci si riposi! So che state lavorando sodo….. anche troppo! Siete sotto pressione e così non va bene perché rischiate un clamoroso crollo psicofisico!

Invece dovreste dedicare più tempo alla vostra vita privata!>

Bilanciare il lavoro con l’avanzo della propria vita non è un compito semplice!

<Possibilmente cercando anche di divertirvi…??

E fatela sta pazzia…..

Guardate che è sufficiente dedicarsi a cose che si staccano dalla monotonia della quotidianità…??

Tenete la mente aperta e cercate il vostro talento>

<Accidenti questa me la devo segnare, è troppo forte!> disse un sorridente Alex.

In città le possibilità di svago certamente non mancavano: biblioteche digitali, cinema, teatro, sport, bar, ristoranti e quant’altro di utilità che fosse anche oltre la semplice immaginazione. Come, ad esempio, i frequentatissimi centri per l’abbronzatura.

<Ma con tutti i bar e i ristoranti che ci sono in città, se ogni tanto vi andasse di frequentarli, potreste anche rendervi conto di una bella realtà a vostro servizio, certamente utile per passare del tempo in un modo completamente diverso, rilassante e anche divertente…..

Quindi tutti fuori per una bella passeggiata, dopodiché si va al ristorante dove, oltre al mangiar bene, ci si rilassa per dei momenti di piacevolspensieratezza. E se siete in compagnia il divertimento è assicurato!> concluse Aleandro.

<Basta non ubriacarsi…??> aggiunse un divertito Alex, <Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Invece sulla Terra per mangiare al ristorante bisogna pagare, e chi non ha i soldi:

non ci può andare.

Sulla terra chi non ha i soldi, non può avere nulla!!

Che tristezza!!!

Capito Luminor, come funziona sulla Terra!> disse Alex.

seguirà……

Il campanile di Oroset I – libro primo – (episodio 75°)

http://www.lulu.com/shop/felice-tolfo/il-campanile-di-oroset-libro-i/ebook/product-23785046.html

EPISODIO  75°

 finale precedente:      

 <Siete eccezionali….. Ma vi rendete conto che a bordo di ogni astronave ci sono sessantamila carati di diamanti…?? Uahahah…!!> disse uno strabiliato Alex. <Se ne venissero a conoscenza i terrestri…?? Le vostre astronavi sono sicuramente le più veloci dell’intero universo, ma anche le più preziose! Uahahah…!! Uahahah…!! Comunque, velocità a parte, non ve lo siete mai fatto un pensierino sulla Terra?>

75° episodio   

<Siete eccezionali….. Ma vi rendete conto che a bordo di ogni astronave ci sono sessantamila carati di diamanti…?? Uahahah…!!> disse uno strabiliato Alex. <Se ne venissero a conoscenza i terrestri…?? Le vostre astronavi sono sicuramente le più veloci dell’intero universo, ma anche le più preziose! Uahahah…!! Uahahah…!! Comunque, velocità a parte, non ve lo siete mai fatto un pensierino sulla Terra?>

<Certo che sì…!! Ne avevamo discusso e anche parecchio. Alla fine ha prevalso la saggezza di un ragionamento logico che ci doveva portare subito ad esplorare la Luna per quella che era la nostra missione. Poi, eventualmente, nella drammaticità di una situazione d’emergenza ci poteva anche stare di chiedere asilo ai terrestri! Comunque sono stati i propulsori diamanticolari a toglierci ogni cattivo pensiero circa le eventualità!

Ma chi l’avrebbe mai vista la Terra…??>

<E già…!!> esclamò Alex mentre si stava ancora massaggiando il gluteo destro!

<Ma lo sai che ti puoi considerare un orosetiano fortunato, anzi tutti e sette vi dovete considerare dei fortunati se vi siete fermati sulla Luna…!! Per l’atterraggio di emergenza riconosco che avete pagato un conto troppo salato! Tuttavia a voi “sopravvissuti” le cose sono andate decisamente per il verso giusto!

Oltretutto andando sulla Terra rischiavate di compromettere il vostro ecosistema, un po’ come per i selenesi…??>

<A prima vista lo si potrebbe anche pensare, ma in pratica non è così!

Oroset si trova a 200 mila miliardi di chilometri dalla Terra che, per il momento, ci risulta siano stati percorsi solamente dalla nostra astronave.

E ti posso assicurare che non si è trattato di una semplice passeggiata ma di un viaggio interstellare durato due interi anni!>

<Ho capito, praticamente folle anche solamente il pensarlo un viaggio del genere. “Però però” un piccolo rischio, seppur remoto, ci sarebbe potuto anche stare….. magari utilizzando proprio la vostra astronave…??>

<Difficile, molto difficile!>

<Comunque se vi riusciva di arrivare sulla Terra avreste dovuto fare i conti con tutta una serie difficoltà…..

Direi l’intera vostra esistenza su quel territorio.

Certamente l’accoglienza sarebbe stata molto calorosa, anche e soprattutto per quelle che sono le vostre caratteristiche somatiche. Magari lesinando modi gentili che verosimilmente vi avrebbero consentito un tranquillo inserimento con conseguente salutare benessere.

Generosamente impegnati per farvi sentire a vostro agio.

Al punto tale da vivere avvolti in un’atmosfera

di pseudo amore familiare.

Quasi come a casa vostra, si fa così per dire…!! E su questo non si discute…!!

Però la curiosità dei terrestri sarebbe stata talmente forte e pesante che avrebbe scavalcato ogni forma di diplomazia, condizionando in modo estremamente pesante la vostra privacy.

Oltre a ciò, se cercavate un pianeta dove poter vivere in pace con tutti i suoi abitanti uniti in una fratellanza d’amore e di rispetto reciproco, beh………. allora la Terra non avrebbe fatto al caso vostro…!!

Miliardi di abitanti con la vita condizionata dai soldi che sono causa di certe disparità sociali, alcune anche sconfortanti.

Con l’aggravante delle guerre che non finiranno mai di esistere…!!

Fortuna vostra se vi trovate sulla Luna dove vivono sessantamila lunari all’insaputa degli stessi terrestri:

Requisito fondamentale per la vostra vita presente e futura, perché solamente mantenendo questo status continuerete a vivere indisturbati e felici…!!

Dove “tutti sono considerati alla pari” e “nulla ha un prezzo”!>

<Grazie Alex!> disse un commosso Luminor. “Abbracciandolo vigorosamente”.

La differenza che separava i due personaggi, tratti somatici a parte, era riassunta in circa cinquanta simpaticissimi centimetri…!!

Impossibile porre rimedio a tale défaillance!

Nonostante la clamorosa somiglianza con il famoso personaggio del film, tra le diversità effettivamente riscontrate un rilievo per nulla trascurabile riguardava la mancanza di “elasticità”.

Praticamente non si potevano allungare…??…!!…??

seguirà……

Il campanile di Oroset I – libro primo – (NUOVO EPISODIO 76°)

http://www.lulu.com/shop/felice-tolfo/il-campanile-di-oroset-libro-i/ebook/product-23785046.html

 NUOVO EPISODIO 

              76°

 finale precedente:      

 <Grazie Alex!> disse un commosso Luminor. “Abbracciandolo vigorosamente”.

La differenza che separava i due personaggi, tratti somatici a parte, era riassunta in circa cinquanta simpaticissimi centimetri…!!

Impossibile porre rimedio a tale défaillance!

Nonostante la clamorosa somiglianza con il famoso personaggio del film, tra le diversità effettivamente riscontrate un rilievo per nulla trascurabile riguardava la mancanza di “elasticità”.

Praticamente non si potevano allungare…??…!!…??

76° episodio   

La differenza che separava i due personaggi, tratti somatici a parte, era riassunta in circa cinquanta simpaticissimi centimetri…!!

Impossibile porre rimedio a tale défaillance!

Nonostante la clamorosa somiglianza con il famoso personaggio del film, tra le diversità effettivamente riscontrate un rilievo per nulla trascurabile riguardava la mancanza di “elasticità”.

Praticamente non si potevano allungare…??…!!…??

<Ohohoh….. comunque è ovvio che non si va sulla Terra…..

Luna ci troviamo qui e vogliamo restarciStiamo così bene che possiamo considerarci dei cittadini selenesi a tutti gli effetti!!

Siamo molto contenti di poter vivere la nostra vita in questa meravigliosa città.

Noi,

orosetiani sopravvissuti”

ci sentiamo, ciò malgrado, baciati dalla fortuna.> Disse un commosso Luminor.

<A proposito, adesso sono già le 11 e abbiamo saltato

il lavoro alla miniera!!!!!

Imbarazzante, perché è la prima volta che ci capita di saltare un turno…!!…!!>

<Nella vita c’è sempre una prima volta!

Questo vi fa molto onore, la profonda onestà morale che avete dimostrato sin da subito vi appartiene tutta. E’ nel vostro DNA> rispose Aleandro.

<Però oggi è una giornata particolare, ed è più che mai comprensibile andare oltre a quelli che sono i soliti schemi! Magari standovene tranquillamente a casa vostra!!

Vi dico questo perché dovreste approfittare dell’occasione per riposarvi un pochino…..

Comunque è una decisione che dovete prendere da soli, liberi da qualsiasi condizionamento. E se proprio ci tenete non c’è nessuno che vi proibisce di andarci, magari anche nel pomeriggio!

Mah…!!

Altrimenti niente, oggi festa e domani al lavoro!!>

<Sei troppo buono Aleandro…. grazie!>

<Ma dai….. cosa vuoi che sia! E’ più che normale che ogni tanto ci si riposi! So che state lavorando sodo….. anche troppo! Siete sotto pressione e così non va bene perché rischiate un clamoroso crollo psicofisico!

Invece dovreste dedicare più tempo alla vostra vita privata!>

Bilanciare il lavoro con l’avanzo della propria vita non è un compito semplice!

<Possibilmente cercando anche di divertirvi…??

E fatela sta pazzia…..

Guardate che è sufficiente dedicarsi a cose che si staccano dalla monotonia della quotidianità…??

Tenete la mente aperta e cercate il vostro talento>

<Accidenti questa me la devo segnare, è troppo forte!> disse un sorridente Alex.

In città le possibilità di svago certamente non mancavano: biblioteche digitali, cinema, teatro, sport, bar, ristoranti e quant’altro di utilità che fosse anche oltre la semplice immaginazione. Come, ad esempio, i frequentatissimi centri per l’abbronzatura.

<Ma con tutti i bar e i ristoranti che ci sono in città, se ogni tanto vi andasse di frequentarli, potreste anche rendervi conto di una bella realtà a vostro servizio, certamente utile per passare del tempo in un modo completamente diverso, rilassante e anche divertente…..

Quindi tutti fuori per una bella passeggiata, dopodiché si va al ristorante dove, oltre al mangiar bene, ci si rilassa per dei momenti di piacevolspensieratezza. E se siete in compagnia il divertimento è assicurato!> concluse Aleandro.

<Basta non ubriacarsi…??> aggiunse un divertito Alex, <Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Invece sulla Terra per mangiare al ristorante bisogna pagare, e chi non ha i soldi:

non ci può andare.

Sulla terra chi non ha i soldi, non può avere nulla!!

Che tristezza!!!

Capito Luminor, come funziona sulla Terra!> disse Alex.

seguirà……