Pamela Prati, la mamma del finto figlio di Mark Caltagirone a “Non è la D’Urso”: «Lo hanno sfruttato. Ora li denuncio»

Domani, in prima serata su Canale 5, nuovo appuntamento con “LIVE – NON È LA D’URSO”. Per la prima volta nello studio di Barbara D’Urso parlerà la mamma di Sebastian, il finto figlio di Mark Caltagirone: «Hanno sfruttato mio figlio. Ora li denuncio».

pamela-prati-dalla-sciarelli-gratis-barbara-durso-ospita-la-madre-di-sebastian-caltagirone_2270853

Il caso Pamela Prati torna ancora una volta protagonista da Barbara D’Urso. Mercoledì sera a “Live non è la D’Urso”, a parlare per la prima volta è la mamma del finto Sebastian Caltagirone, il bambino di 10 anni che, nell’ormai nota messinscena, sarebbe stato preso in affido da Pamela Prati e Mark Caltagirone.

La vera madre, sconvolta, racconta di aver scoperto la verità guardando il programma «Live – Non è d’Urso» e di aver già intrapreso vie legali contro chi ha sfruttato il figlio all’insaputa della famiglia e del bambino stesso. Ecco un’anticipazione del suo racconto:
«Mi dissero che un produttore cercava un bambino di 10 anni come protagonista di una fiction. Iniziava così la richiesta di numerosi video, selfie e note vocali che facevano parte del copione che mio figlio avrebbe dovuto recitare. Nel copione, mio figlio interpretava Sebastian, un bambino italo-spagnolo che veniva dato in affido a un imprenditore. Gli era stato detto di non dirmi nulla perché era una sorpresa per me. Un giorno, la persona dell’agenzia mi disse che lo portava a fare una prova costume ma ho scoperto la verità in tv: portarono mio figlio a fare merenda con la finta mamma affidataria Pamela Prati e con Milena Miconi. Ora mi è crollato il mondo addosso. Agiremo per vie legali».

Pamela Prati, la mamma del finto figlio di Mark Caltagirone a “Non è la D’Urso”: «Lo hanno sfruttato. Ora li denuncio»ultima modifica: 2019-05-28T21:24:36+02:00da george102

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.