Tag : raccontare

post image

Che vi posso raccontare?

Come temevo l’allontanamento porta con se l’ombra dell’indifferenza.
Finché scrivi e ti dedichi ad un argomento, ad un’attività, il desiderio ispira l’azione. Ma se ti fermi! Dimentichi e rischi di non provare più la voglia di continuare.

Non ci voleva questo stop.

Che vi posso raccontare?
Fino a pochi mesi fa, riuscivo a stare davanti al pc senza gli occhiali da vista, semplicemente con i normali occhiali bifocali. Solo per leggere caratteri piccoli usavo gli occhiali da vista, oggi non riesco a leggere nulla con i bifocali, sono diventato una talpa. 🙂

 

talpa

Comunque la vita prosegue, direi, abbastanza normalmente.

Frida è entrata negli 11 mesi, è adulta. Il carattere è leggermente cambiato, è diventata testarda e un pò disubbidiente.
Abbiamo io e la mia compagna visitato alcuni centri d’addestramento.
Tutti consigliano (obbligatoriamente) di usare il collare a strozzo o semi strozzo.

La mia compagna è relativamente d’accordo, pensa che sia l’unica soluzione per educarla prima che sia troppo tardi. Ha più esperienza, probabilmente ha ragione, io non ho mai avuto cani, non so che significa aver a che fare con un cane disubbidiente.

L’idea di infliggere dolore a Frida per correggere il suo comportamento non mi entusiasma.
Non sono mai stato d’accordo con l’uso di questo strumento.
Non sono, però, un educatore e i cani, sono cani, a detta degli addestratori.
Questa è una frase ricorrente, frase che mi ha colpito, bisogna ricordarsi che sono cani e non umani. Il collare a strozzo serve per educarli e ricordargli il morso educativo della madre.

 

danni-collare-a-strozzo

 

Ma vaffanculo >:(