Rinuncia all’Islam e scappa da casa, 18enne barricata in hotel: «Se torno la mia famiglia mi ammazza»

Share on Tumblr

4214726_1035_rahaf_mohammed_al_qunun_saudita_fuga_bangkok

Ha paura di essere rimpatriata e uccisa dalla sua stessa famiglia, Rahaf Mohammed al-Qunun, 18enne saudita in fuga dal suo Paese che si è barricata nella camera di albergo all’aeroporto di Bangkok per paura di essere rimpatriata. La sua storia sta facendo il giro del web e dei social attraverso i tweet che ha pubblicato dalla Thailandia.

Gli agenti dell’ufficio immigrazione vogliono riportarla in Kuwait, dove si trova attualmente la sua famiglia, ma la ragazza si è rifiutata oggi di imbarcarsi su un volo per Kuwait City.

«I miei fratelli e la mia famiglia e l’ambasciata saudita mi aspettano in Kuwait – ha detto la giovane – e mi ammazzeranno. La mia vita è in pericolo. La mia famiglia minaccia di uccidermi per le cose più banali». La destinazione di Rahaf Mohammed al-Qunun era in realtà l’Australia, dove avrebbe voluto chiedere asilo.
La ragazza voleva raggiungere l’altro continente di nascosto durante un viaggio con la famiglia in Kuwait, ma durante lo scalo è stata bloccata all’aeroporto di Bangkok, dove i funzionari sauditi le hanno sequestrato il passaporto. In Arabia Saudita una donna ha bisogno del consenso di un famigliare maschio per espatriare, mentre in Kuwait non è necessario.

In un video postato sui social network, la giovane ha raccontato di essere stata anche vittima di abusi fisici e psicologici perché ha dimostrato di rinunciare all’Islam e di aver scelto uno stile di vita occidentale. E ha spiegato di non voler lasciare l’hotel fino a quando non le sarà consentito di parlare con funzionari delle Nazioni Unite. «I miei genitori sono molto rigidi, e mi hanno chiuso nella mia camera per sei mesi solo per essermi tagliata i capelli – ha raccontato la ragazza -. Sono sicura al 100% che mi uccideranno quando uscirò dalla prigione saudita dove sarò rinchiusa dopo il rimpatrio». L’appello della ragazza è stato accolto dall’ong Human Rights Watch, che ha chiesto alle autorità di Bangkok di fermare il rimpatrio della giovane.

Rinuncia all’Islam e scappa da casa, 18enne barricata in hotel: «Se torno la mia famiglia mi ammazza»ultima modifica: 2019-01-07T12:55:53+01:00da denisamariutei97
Share on Tumblr

Lascia un commento