Paola Comencini e il conto choc in un bar di Roma: «75 euro, un covo di ladri». E mostra lo scontrino

Share on FacebookShare on TwitterPin it on PinterestSubmit to redditShare on Tumblr

4550759_1609_paola_comencini

Che Roma sia una delle città più turistiche del mondo, è fuori dubbio: e spesso a farne le spese sono i cittadini romani o chi nella Capitale ci vive per studio o lavoro. Quello che è successo a Paola Comencini però va oltre: la scenografa e costumista, figlia dello storico regista Luigi e sorella di Francesca e Cristina, anch’esse registe di successo, ha postato tutto sul suo profilo Facebook.

Insieme ad altre due persone, la Comencini è andata in un bar in zona Vaticano (via della Conciliazione): «Eravamo al lavoro, non avevamo alternative e siamo finite in questo covo di ladri», ha raccontato. I tre hanno ordinato un piatto a testa di prosciutto e melone, una mezza minerale e due lattine di Coca Cola: al modico prezzo di 25 euro a testa.

Ovviamente, di sentirsi sazi nemmeno l’ombra: «Abbiamo una fame tremenda – ha scritto Paola, molto arrabbiata – Il prosciutto citato erano due minuscole fettine. Mi fanno pena i turisti». Il dettaglio dei prezzi, come si vede nello scontrino postato sul social, è sconcertante: 15 euro per il cibo, 6 euro per la Cola, 3,50 euro per una bottiglia d’acqua da mezzo litro. E dulcis in fundo, quasi 11 euro per il servizio. Prezzi che più che fuori mercato, sono fuori di testa.

I responsabili del bar, contattati al telefono, non hanno voluto al momento rilasciare dichiarazioni.

Paola Comencini e il conto choc in un bar di Roma: «75 euro, un covo di ladri». E mostra lo scontrinoultima modifica: 2019-06-11T22:26:32+02:00da denisamariutei97

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).