Cambiamento… E’ il momento di mettersi in viaggio…

Cerco il cambiamento.

Perché non so restare ferma ed immobile a lungo.

Perché ho bisogno di entusiasmarmi per cose nuove.

Perché la vita va vissuta al meglio e se ho l’impressione che il meglio sia altro rispetto a ciò che ho, non posso non mettermi in viaggio verso il cambiamento…

Prigione mentale… Pillole di riflessione

Non c’è peggior prigione di quella che ci costruiamo da soli fissandoci mentalmente su determinati pensieri negativi o poco costruttivi.

cavez

Come suggeriscono in tanti, questo modo di fare innesca un pericoloso circolo vizioso dal quale può diventare difficile uscire: ci creiamo ogni singolo anello di quella catena che ci imprigiona e ci impedisce di vivere il presente dando il giusto valore alle cose.

pensi troppo

La migliore via di uscita è l’azione.

via d'uscita

Dedicarsi ad altro, ad una attività fisica, ad un hobby… Insomma, a qualsiasi cosa che ci distolga da quei pensieri “negativi” ricorrenti e ci riporti a contatto con la realtà.

Perché agendo e spostando la nostra attenzione su altri aspetti, possiamo spegnere l’interruttore di quei pensieri e, finalmente, vedere la vita da altri punti di vista più obiettivi, concreti e positivi.

224d6fab4b0eb4a1e323d6292b2d37d8

Impegniamoci a viverla questa vita e non a lasciarla solo passare!

446c8ae32503cb4ff1089032fb7f1f5a

Ricordi che fanno male… Pillole di riflessione

A che temperatura congelano i ricordi?

Me lo chiedo mentre, sapendo già di farmi male, riguardo quelle foto solo nostre e poi quelle foto solo tue e, osservandoti con occhi nuovi, non posso non domandarmi chi sei stato veramente: l’uomo che credevo di avere al mio fianco o quello delle altre foto?

Intanto il buonumore mi è già andato di traverso. Finisce sempre così, che mi faccio del male da sola ed è per questo che mi impongo di non tornare più sul quel nostro passato che non ha più nulla a che fare col nostro futuro. Però ci sono ricascata, calpestando i miei buoni propositi. Anzi, ho fatto di peggio. Ho rintracciato quel tuo profilo Facebook fasullo, dietro al quale ti nascondi cambiando spesso nome e ci sono rimasta ancora più male quando ho letto quel tuo post recente, con tanto di cuoricino e scritta”inizio di una relazione”.

Non importa se sia vero oppure no; questa sarebbe solo l’ennesima goccia in mezzo al tuo mare di falsità, però la cosa mi scoccia. Forse intacca un po’ il mio orgoglio; o forse mi fa rabbia, anche solo l’idea, che a te il presente riservi dolcezze che a me ancora nega… Di fatto, ora sono di cattivo umore.

passato