Shonda Rhimes: sono la produttrice più pagata e ne vado fiera

For A Year, Shonda Rhimes Said 'Yes' To All The Things That Scared Her : NPR

Mi chiamo Shonda Rhimes, ho 51 anni e sono la produttrice di serie tv più famosa e pagata al mondo. Nel 2017 avevo già prodotto Grey’s Anatomy, Scandal e Le regole del delitto perfetto, ma le pressioni continue della ABC, a proposito di bugdet e contenuti, mi indussero a mollare tutto. Poi è arrivato Netflix che mi ha offerto un contratto milionario; per loro ho prodotto il dramma storico Bridgerton, quello con la regina nera e il Duca di Hastings che fa impazzire le donne di mezzo mondo, soprattutto in quel frame in cui lecca un cucchiaino… Bisogna ammetterlo, nessuno prima di me aveva osato cambiare colore alla monarchia inglese. Ma facciamo un passo indietro.

Nel 2018 lo sceneggiatore Ryan Murphy (quello di American Horror Story e The Politicians) firmò un contratto da 300 milioni di dollari, e il suo successo cominciò ad ossessionarmi. Mi chiesi: perché quell’uomo che ha avuto tutto dalla vita, compresa una meravigliosa famiglia, si sente a proprio agio col suo potere, e io no? La risposta me la diedi da sola quando ricevetti il premio Luminary; nel discorso di ringraziamento dissi: “I maschi si vantano anche quando non hanno nulla di cui vantarsi, e allora io, che ricevo questo premio per essere stata motivo di ispirazione per altre donne, d’ora in avanti mi vanterò in nome di tutte loro: sono la produttrice televisiva più pagata al mondo”. Tanta ostentata sicurezza fece storcere il naso a qualcuno, ma non mi interessa, è acqua passata. Ora è in uscita la miniserie Inventing Anna che racconta la storia vera della truffatrice russa Anna Sorokin. Perché proprio lei? Perché è riuscita a imbrogliare tutti, e tutti volevano farsi imbrogliare da lei.

(Per la cronaca, riuscire a sopravvivere a due episodi di Brigerton è uno sforzo epico).

Shonda Rhimes: sono la produttrice più pagata e ne vado fieraultima modifica: 2021-01-25T13:16:16+01:00da VIOLA_DIMARZO
  1. Non si puo’ negare che Shonda abbia un grande talento e ha tenuto incollate alle sue serie milioni di persone, me compresa (non lo nego). Talvolta allunga un po’ troppo il brodo, ma la possiamo perdonare. P.s. sono riuscita, con un po’ di riluttanza, a finire Bridgerton. Non so però se mi cimenterò nella seconda stagione 🙂

Lascia un commento