La misoginia è trasversale. E va condannata

La partita di Giorgia Meloni per fare il premier - Tiscali Notizie

Gli insulti alla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, hanno fatto scalpore perché partiti da tre intellettuali; in particolare uno di loro, Giovanni Gozzini, docente di Storia all’Università di Siena, si è lasciato andare a definizioni di indicibile scostumatezza (rana dalla bocca larga, scrofa, vacca).

Tutte le donne sono nel mirino dei misogini, ma quelle che fanno politica di più. Il disprezzo che viene loro riservato arriva da persone colte ma anche dagli ignoranti, ed è trasversale giacché è di destra e di sinistra. Lo sanno bene l’ex presidente della Camera Laura Bodrini, la sindaca di Roma Virginia Raggi, Teresa Bellanova, Mara Carfagna e tante altre. Tuttavia, per quanto riguarda Meloni, è evidente la volontà di delegittimare una donna che, seppure discutibile nei modi, è stata l’unica a portare il proprio partito dal 4 al 16 per cento dei consensi. Sarà stato proprio questo a far esplodere la rabbia del maschio alpha?

Quale che sia la verità, gli odiatori vanno sempre condannati, e in quest’ottica trovo preziose le parole della giornalista Giovanna Botteri, notoriamente non di destra, che sulla vicenda Meloni ha detto: “È come se le donne che alzano la testa debbano essere punite perché occupano ruoli di potere, per ribadire che non spettano loro. Meloni era l’unica leader di partito donna alle consultazioni per il nuovo premier. Alle donne viene ricordato che, se si espongono, devono pagare il prezzo“.

A livello digitale le aggressioni sessiste non conoscono limiti; talvolta i cortocircuiti verbali si trasformano in hate speech, ovvero nell’invito a passare dalle parole ai fatti, invocando addirittura lo stupro. Ma non sarà una dialettica becera e infame a fermare le donne di valore.

La misoginia è trasversale. E va condannataultima modifica: 2021-02-28T09:28:32+01:00da VIOLA_DIMARZO
  1. Pure il razzismo va condannato. E se il professore Gozzini ha definito Meloni una “scrofa”, la Meloni ha augurato l’affondamento delle navi umanitarie che salvano delle vite umane nel mare. Veda lei adesso chi è più cattivo.

Lascia un commento