Abbattere le statue di Cristoforo Colombo è un’assurdità

Perché odiare Colombo? – Il blog di Orlando Sacchelli

Generalizzare la distruzione dei monumenti mi sembra una follia. Bisogna distinguere, magari tenendo presente la casistica. È comprensibile che il 25 luglio 1943 la gente si sia messa a distruggere i fasci: non si può rimproverare retrospettivamente un’azione del genere. Ma distruggere oggi tutte le statue di Cristoforo Colombo mi pare un’assurdità. Per esempio, in Cile, c’è un monumento in cui Colombo calpesta un indiano che chiaramente soffre. È una statua molto ambigua, ma secondo me abbatterla sarebbe un gravissimo errore, perché si cancellerebbe una parte della storia. In generale, il passato va conservato e analizzato: cancellare tutti i documenti legati a un regime orribile significherebbe cancellare l’orrore“.

Dedicato ai sostenitori della cancel culture che non riescono a contestualizzare statue, film e lessico. Cancellare la memoria di ciò che impoverisce l’umanità è un controsenso.

Carlo Ginzburg, storico

foto: la statua di Cristoforo Colombo abbattuta in Minnesota

Abbattere le statue di Cristoforo Colombo è un’assurditàultima modifica: 2021-11-25T09:42:35+01:00da VIOLA_DIMARZO
  1. Il mondo progredisce a balzi e regredisce a rimbalzi. Bruciare libri non e’ molto diverso dall’abbattere monumenti. Sta a significare una estrema debolezza di pensiero, la totale incapacita’ di collocare se stessi ed il proprio sentire dentro il fluire della storia, fissandosi in un ignorante atto simbolico. I cocci che rimangono saranno presto rivalutati e collezionati a peso d’oro, memoria dell’era della stupidita’.

  2. “I cocci che rimangono saranno presto rivalutati e collezionati a peso d’oro, memoria dell’era della stupidita’.” questa la incornicio e la mando a quei pazzi furiosi che hanno “riveduto” i parchi e i film Disney.

Lascia un commento