Wonderland

Nel libro dal titolo Wonderland, Annie Liebowitz, la più grande ritrattista americana, raccoglie molti degli scatti che l’hanno resa celebre. Grata a una carriera che agli esordi l’ha vista impegnata a documentare eventi politici per Rolling Stone, benché considerata una fotografa di moda, tiene a sottolineare l’importanza che per lei ha il ritratto. Gli scatti che seguono sono così evocativi da necessitare solo di una didascalia.

Annie Leibovitz On The Queen & That Infamous Trump Photo

Melania Trump prima di diventare First Lady. Incinta, con bikini metallizzato, posa sulla scaletta dell’aereo privato mentre The Donald l’attende a bordo di una Mercedes-Benz. Come riassumere l’ostentazione insistita in uno scatto.

artnau on Twitter: "Karl Lagerfeld, 2018 by Annie Leibovitz https://t.co/i4NUI5sNKI https://t.co/sCViy8Tnxa" / Twitter

Karl Lagerfeld nella sua casa di Parigi. Qui Liebowitz ha inteso sottolineare quanto lo stilista fosse sommerso da montagne di libri e carte. Non esattamente il contesto che ti aspetteresti da uno come lui.

Natalia Vodianova Vogue, December 2003 | © Pleasurephoto

Il mondo di Alice nel paese delle meraviglie ha per protagonista una giovanissima Natalia Vodianova.

This book is the ultimate collection of Annie Leibovitz' fashion photography – HERO

Keira Knightley e Jeff Koons in una foto ispirata al Mago di Oz

Pin by Pät Triç on Annie Leibovitz | Annie leibovitz photography, Annie leibovitz photos, Annie leibovitz

Stella Tennant e Ben Stiller sospeso con una gru in una bolla di plexiglass sulla Senna.

Sarah Jessica Parker and Chris Noth, by Annie Liebowitz for Vogue June 2008 issue. | Carrie and big, Annie leibovitz photography, Chris noth

Glamour e location newyorkese a rappresentare la storia d’amore di Carrie e Mr Big di Sex and the City.

Annie Leibovitz's Intimate Portraits of Queen Elizabeth II and the Roy | Vanity Fair

La regina Elisabetta in versione più intima nel castello di Windsor, circondata da sette pronipoti.

Wonderlandultima modifica: 2021-12-07T16:54:53+01:00da VIOLA_DIMARZO

7 pensieri riguardo “Wonderland”

  1. Se la realtà fosse un poliedro, queste sarebbero solo alcuni dei lati, proiettati all’esterno per amore del sensazionale. All’interno sta il nostro mondo, sconosciuto e ignorato, senza rappresentatività, tra una nascita ed una morte, distanti una vita.

  2. Post interessante , Pero’ le immagini non sono..direi belle…tutte tranne l’ultima mi trasmettono un senso di sensazionalismo (dice bene Renato) , rigido, duro, amorale, disturbante . La regina no…ma si tratta di una Regina, che avra’ messo paletti all’obiettivo sia prima che dopo lo scatto.

  3. Non per essere laconica, ma lo stile di Liebowitz è quello, o ti piace o non ti piace. Di sicuro fa la differenza come ogni cosa che può vantare un marchio di unicità.

I commenti sono chiusi