Arisa e le altre

Arisa, nude look per il nuovo brano

Sta facendo di tutto per apparire spregiudicata ma si vede lontano un miglio che arranca, perché una persona che lo è per davvero, spregiudicata, non temendo giudizi di sorta si mostra orgogliosa senza filtri né ritocchi. Arisa, invece, ha qualche complesso di troppo e questa foto ne è la prova. Voleva essere sexy e provocante? Legittimo, ma poteva riuscirci tranquillamente anche senza photoshop.

Ovviamente il problema non è Rosalba Pippa ma, e questa è cronaca locale, la sessantenne che rifiuta una storia seria perché non vuole rinunciare ad esporsi su Instagram, come le chiede il poveretto che le corre dietro. Poveretto al quale peraltro ha già accordato i suoi favori ma che, stando alla ritrosia che ha fatto seguito ai primi congiungimenti, evidentemente non è in grado di procurarle le stesse ondate di piacere che le arrivano dai selfie a cui ricorre compulsivamente. Che scempiaggine queste donne che si danno in pasto agli antropofagi senza neppure averne contezza! Fin troppo facile dedurre che non sarà il diluvio universale ad estinguerci, ma la stupidità che né il buonsenso né l’anagrafe riescono ad arginare.

Arisa e le altreultima modifica: 2022-08-01T22:03:33+02:00da VIOLA_DIMARZO

15 pensieri riguardo “Arisa e le altre”

  1. Buongiorno Viola. Ti assicuro che non ho capito un accidente, non so chi sia Arisa che immagino essere la signora povo vestita e molto ritoccata della fotografia, ma Rosalba Pippa che c’entra con la sessantenne ? Sulla chiusa invece non ho dubbi, ci estingueremo, poveri e brutti e non credo nemmeno troppo vecchi , ma mediamente idioti si. Che gesu’ ci aiuti(per chi ci crede), per tutti gli altri sono i classici -azzi.

  2. Dunque, Arisa è una cantante molto brava e Rosalba Pippa è il suo vero nome. La sessantenne esiste davvero, di lei e delle sue bizze umorali, per così dire, mi hanno parlato qualche sera fa e io che fino a quel momento ero rimasta sostanzialmente in silenzio, me ne sono uscita con “è una stupida”, e le mie amiche hanno replicato in coro “hai ragione”. Peccato però che questi social demenziali pullulino di donnette in vetrina, per cui quel “hai ragione” non si spiega con il numero di utenti presenti sui vari social 🙂 Quanto a quel tuo “non credo nemmeno troppo vecchi”, sono d’accordo perché qualche stupido prima o poi qualche bomba la sgancia. In pratica il mondo è nelle mani degli idioti (che sorte funesta che ci è toccata, se ci pensi), e non lo dico da persona che si sente più intelligente degli altri, ma da semplice osservatrice che inorridisce al cospetto di certi spettacoli che per “gli altri” sono normali.
    Fermate il mondo, voglio scendere 🙂

  3. E ora chiamo in causa una persona intelligente, Claudio Magris, che ha detto:
    “Anche il cuore, scrive Flaubert, ha le sue latrine, ma non si vede perché si debbano spiare queste latrine dal buco della serratura, invitando migliaia di altri a farlo, o perché si debba aprire la porta della propria, invitando gli altri a guardare “.

    1. Credo pero’ che il mondo sia nelle mani di poche persone ed enti assai capaci e che quello che noi viviamo e vediamo intorno sia un allevamento di galline bello grosso, del quale facciamo parte. Da brave galline scambiamo la morale con i pruriti e l’interesse con la morale ignari che la’ fuori fino a poco tempo fa c’era un mondo corrotto e sanguinario ma mille volte migliore di quello che ci aspetta poco avanti e che e’ gia’ iniziato. Fenomeni come i social , lo stillicidio migratorio, la perdita di valore e di riferimenti univoci (quello che fa il sentimento di popolo o nazione o comunta’) disorienta tutti quanti e ci si trova a fare i conti con l’eruzione di autentici fenomeni da baraccone che assurgono a modelli della disfatta incipiente. La nostra eroina di oggi, dal ventre cosi’ piatto da risvegliare istinti e’ una di loro , gallina tra le galline, certamente meno brava e meno bella di quello che sembra, ma buona abbastanza per il pollaio.

      1. Letto, interessante, ma va approfondito (però queste sono le cose che dicono i no vax, o sbaglio?)
        “cosa possiamo sperare? Perche’ tu speri?”
        Io per me non spero nulla tranne che di morire senza soffrire, però penso anche che la mia parte l’ho avuta e perché quelli che verranno non dovrebbero averla? 🙂

  4. Che orrore!!!!!!!!!!!!!!Certo non è la Vanoni o la Zanicchi ma perchè spogliarsi. Se proprio non ne può fare a meno, si dia al porno, potrebbe essere la sua vera attività redditizia.

    1. Beh, quel falco di Siffredi si è già fatto avanti, vedremo…comunque Arisa ha una voce bellissima, mi piacerebbe solo sapere cosa la tormenta (in verità credo di saperlo)
      🙂

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).