Caro bollette caro Natale

Caro bollette - Reportpistoia

Poiché mi ostino a guardare, a spizzichi e bocconi, certi programmi che aspirerebbero a essere di denuncia, ma che in presa diretta si convertono in vetrine per casi disperati, mi chiedo: che senso ha invitare umanità varie affinché raccontino le proprie pene, mentre gli ospiti titolati battibeccano tra loro, di fatto riducendo a brandelli la drammaturgia che si vorrebbe di centrale importanza? Ora, se Del Debbio (rete4) propone un format di chiaro stampo nazional-popolare, Formigli (la7), che passa per un intellettual-chic, fa la stessa cosa: tiene in collegamento lavoratori esausti per il caro bollette, e lascia parlare a iosa Landini, il quale, una volta tornato a casa, di certo non dovrà raccomandare a chicchessia di prestare attenzione all’uso di gas ed elettricità.

C’è che il nostro Occidente, che pretende d’essere illuminato, ha perso la bussola e se da una parte piange per i costi esorbitanti delle bollette, dall’altro, vedendo profilarsi la festa più attesa dell’anno, vuole che le luminarie non si tocchino. Forse perché ha capito di non brillare più di luce propria?

Caro bollette caro Nataleultima modifica: 2022-10-07T11:54:33+02:00da VIOLA_DIMARZO

8 pensieri riguardo “Caro bollette caro Natale”

    1. A certuni e’ gia troppa grazia rispondere. 🙂 Venendo all’argomento e’ da almeno 20 anni che l’occidente non brilla di nessuna luce, direi per noi dal passaggio all’Euro che significo’ una svalutazione secca del 100% (grazie Prodi, grazie democratici) e direi dalla guerra delle torri gemelle che significo’ la fine dell’imbattibilita’ degli Usa e l’inizio delle loro e nostre guerre puniche che fecero negli anni 2000 un paio di milioni di morti . E si lamentano di Putin. Amen

  1. E’, cara Viola che siamo arrivati alla frutta, per cui anche se tutto è rincarato FINGIAMO che tutto vada bene, che tutto sia come prima, questo per non diventare violenti ed uccidere qualcuno – o meglio CHI, e tu, cara Viola puoi immaginare a chi mi riferisco – che ci sta portando nell’ABISSO.

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).