Lucio Malan: la Bibbia dice che l’omosessualità è un abominio

Governo Meloni, Malan (Fdi): "Io contro i matrimoni gay, per la Bibbia l'omosessualità è

A volte penso che l’attuale scenario politico sia più che altro un campo minato in cui è facilissimo saltare in aria senza un vero perché, e il polverone che ne consegue è funzionale a creare una bufera mediatica (espressione cara a tutte le testate giornalistiche) che contribuirà non poco a far sì che editorialisti, politicanti ed esperti abbiano qualcosa da dire per giorni e giorni. L’ultima bufera ha investito il capogruppo di Fratelli d’Italia al Senato Lucio Malan, il quale nella trasmissione radiofonica “Un giorno da pecora”, oltre a ribadire la sua avversione per le nozze Lgbt, ha detto che nella Bibbia: “C’è scritto che l’omosessualità è un abominio“. L’ira funesta della sinistra non s’è fatta attendere, ma il colpo di scena è arrivato per mano di Klevis Gjoka, omosessuale dichiarato e vicepresidente del Circolo Pirandello di Fratelli d’Italia a Milano che ha difeso il senatore in quanto: “Non ha offeso la sensibilità di nessuno ribadendo un concetto sacrosanto, ovvero che l’istituzione del matrimonio nasce come istituzione religiosa ed è pertanto da sempre eterosessuale per definizione“. “Questo – ha aggiunto – non significa che le coppie omosessuali debbano avere o abbiano meno diritti di fronte alla legge“.

Malan, da parte sua, ha replicato così:Al conduttore della trasmissione che mi chiedeva come mai fossi contrario al ddl Zan, visto che la chiesa valdese di cui sono membro è favorevole ho risposto che la chiesa valdese è fondata sulla Bibbia, che è molto severa sull’omosessualità. E su specifica richiesta del conduttore ho citato, come esempio Levitico 18:22. La prossima volta, per evitare problemi di comprensione a chi mi ha attaccato, mi limiterò a citare il numero del versetto. E ricordo anche a tutti costoro, sempre pronti a parlare di laicità dello Stato, forse senza sapere di cosa parlano, che riconoscere i giudizi morali di una religione, non significa volerli applicare per legge o non rispettare coloro che li infrangono. Il Cristianesimo insegna proprio il contrario. Mi sono sempre battuto per la libertà religiosa, e per la libertà sessuale delle persone. Libertà che vanno garantite in Italia e promosse nel mondo. Spesso la sinistra se ne è dimenticata“.

Ora, posto che ogni orientamento sessuale debba godere di diritti inalienabili, non è forse un diritto di tutti dire la propria? E allora perché un concetto all’apparenza usurato dal tempo, e che crea sconcerto più per moda che per convinzione, dovrebbe essere sottaciuto?

Lucio Malan: la Bibbia dice che l’omosessualità è un abominioultima modifica: 2022-11-22T22:54:21+01:00da VIOLA_DIMARZO

3 pensieri riguardo “Lucio Malan: la Bibbia dice che l’omosessualità è un abominio”

  1. Gentilissima Viola ( ti piace come espressione di approccio?) 🙂 mi complimento perche’ visto il titolo mi aspettavo uno stracciarsi le vesti di fronte all’ennesimo sopruso dialettico ed invece ti trovo del tutto equilibrata , quasi squilibrata a favore di questi signori che non conosco . Sono del tutto convinto che qualsiasi orientamento \posizione ideologico politico sessuale o razziale sia legittimo se contempla il rispetto (magari in armi) delle posizioni diverse od opposte e non prevarichi i pari diritti altrui. D’altro canto esiste un dovere alla chiarezza nel presentare le proprie posizioni, chiarezza che chiamo onesta’, giusto per rispetto dell’interlocutore ( mentre e’ sport amatissimo quello di sguazzare nelle perifrasi e nei termini a doppi significati per colpire a tradimento ) chiarezza di cui riporti un esempio lamapante. Baci

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).