TENTAZIONE

Mara era immersa nella visione del film. Aveva visto solo con la coda dell’occhio la persona che era venuta a sedersi nella poltrona accanto alla sua durante la pubblicità iniziale. Che effetto poter avere nuovamente un vicino di poltrona al cinema! Curiosa, cercò di cogliere qualche dettaglio dello sconosciuto senza perdere il filo della proiezione: capelli brizzolati, barba curata, gli occhiali, tipo intellettuale. 

Sentendosi osservato, Luca si era girato verso la donna che gli sedeva di fianco e le aveva sorriso. Mara, un po’ imbarazzata, aveva ricambiato il sorriso e aveva finto di concentrarsi nuovamente sul film, ma non ci riusciva. La tentazione di tornare a guardarlo era troppo forte, c’era qualcosa che l’attirava in lui, ma non avrebbe saputo dire cosa. Non le era mai successo, ma quell’uomo le faceva venire voglia di toccarlo… ma cosa stava pensando? Riprese la visione ma presto si distrasse nuovamente e scostò il braccio fino a sfiorare quello di lui…

Luca si sorprese, ma riuscì a non darlo a vedere. Quella donna dai capelli corti sale e pepe lo aveva colpito e istintivamente attratto, ma non avrebbe certo voluto beccarsi uno schiaffo per avere allungato una mano, cosa che aveva un gran desiderio di fare da quando l’aveva notata. Adesso però era lei che cercava un contatto, o era stato un errore? No, l’aveva fatto apposta e si capiva da come tratteneva il respiro cercando di dargli una regolarità che evidentemente aveva perso. Un dubbio s’insinuò nella sua mente, “Se provassi…” e senza rendersene conto, il suo braccio aderì a quello di lei, che sussultò leggermente ma non si scostò. Pian piano le temperature dei loro corpi si coordinarono e i due arti sembrarono diventare uno. Le dita delle mani di entrambi si mossero lievemente e si accarezzarono e dopo un po’ Luca azzardò a far scivolare la mano sulla gamba di lei. Mara pensò che era esattamente quello che aveva desiderato e appoggiò con falsa nocuranza la sua mano sulla coscia di lui. Quasi contemporaneamente cominciarono ad accarezzarsi delicatamente e poi sempre più insistenti fino a decidere di alzarsi nello stesso momento e uscire dalla sala tenendosi per mano per poi cominciare a correre e fermarsi solo nel primo portone aperto, dietro al quale cominciarono a baciarsi accarezzandosi per poi frugarsi sopra e sotto gli abiti fino ad arrivare a perdere la cognizione di spazio e tempo…

mani intrecciate |

TENTAZIONEultima modifica: 2021-04-21T00:32:58+02:00da panteradicuori

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.