A partire dalla necessità di fare qualcosa

Girl With Umbrella And Falling Feathers by Johan Swanepoel

 

A partire dalla necessità di fare qualcosa, scrivo. Scrivo non solo per occuparmi, per ammazzare il tempo, ma per scoprire qualcosa. E questa cosa può essere qualsiasi cosa, senza restrizioni, l’importante è scrivere per capire in seguito. Non voglio scendere a compromessi qui, voglio sviluppare. La scrittura è sviluppo; È la ricerca di qualcosa che è nascosto e che deve essere rivelato nel testo, mostrato graficamente in parole, frasi. Quindi tutto è un processo, che a volte fa luce e che a volte si insinua. Tutto dipende dallo spazio, dal momento, dall’ambiente e dall’idea. Se ho un’idea chiara, lo sviluppo, il processo procede come veloce In caso contrario, se la mia idea è astratta, nebulosa, la sua realizzazione richiede più tempo e denaro. E questo, ovviamente, è influenzato dallo spazio in cui inizio a scrivere. Se sono in una biblioteca, ad esempio, il lavoro è più concentrato; se sono al lavoro, in uno dei momenti di ozio, le interferenze disturbano, fa parte, la depressione non dura per sempre. Ora, un altro punto, per iniziare a fare tutto questo, i tempi devono essere maturi. E quando dico slancio intendo due cose importanti: la vita fisica e la vita psichica. La vita fisica è la vita stessa, i contatti che facciamo quotidianamente, le notizie e le relazioni che vediamo, ascoltiamo e leggiamo in giro. Già la vita psichica è come capisco, assorbo queste cose dall’ambiente circostante; Ecco come penso e agisco di fronte a queste cose. Quindi, quindi, lo slancio è la disposizione; Vuole scrivere con qualcosa in mente o no. Continuare, per scrivere, è necessario un supporto. Questo è lo spazio Il mio spazio è un opuscolo, di solito. In esso, redigo tutti i miei testi in prosa, come questo che sto scrivendo ora. Da lì, lo passo a Word, dove apporto alcune modifiche e simili, se necessario, quindi solo il pubblico qui sul blog. Capito È tutto un processo. Un processo di scrittura, scrittura e riscrittura. Già le poesie che rischio di fare, se mi leggi da un po ‘, sai già dove le faccio. Scrivere, per me, è un passatempo divertente, un hobby, non un mestiere ufficiale pagato, un tempo libero, un’occupazione per far funzionare bene la mia mente. Spero di continuare così.

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr