Fai attenzione a quello che dici.

pubblicato il 18 Novembre 2019 da allegra.gioia

 

 

 

 

 

 

 

 

Un gruppo di rane ha viaggiato attraverso i boschi,

ma due di loro si sono separati dagli altri e sono caduti in un buco profondo.

Quando arrivarono le altre rane e videro quanto profondo fosse il buco,

dissero alle rane cadute di non sperare troppo.

Gli fu detto di venire a patti con la loro morte.

Tuttavia, le due rane, non volendo

affrontare la morte, saltarono in loro potere nel tentativo di uscire dal buco.

Da allora una delle rane ha rinunciato. Cadde a terra e morì.

Ma l’altra rana continuava a saltare il più lontano possibile.

Altre rane che l’hanno vista urlare e hanno battuto le mani

dicendo che era meglio arrendersi.

Saltò sempre più forte e alla fine riuscì a uscire dal buco.

Le hanno chiesto: “Non hai sentito quello che stavamo dicendo?”

La rana spiegò loro che era sorda.

Per tutto il tempo che stavano saltando dall’alto,

pensò che la stessero incoraggiando.

La lezione è che le nostre parole hanno

un grande impatto sulle altre persone.

Hanno un potere così grande che possono influenzare

sia la vita che la morte di altre persone.

Una parola incoraggiante pronunciata a una persona in basso

può sollevare quella persona e dargli la forza di sopportare e non arrendersi.

D’altra parte, una parola dannosa pronunciata

a una persona in fondo può essere fatale,

cioè per promuovere ulteriormente quella persona.

Il potere delle parole è terribile.

Enorme, con un potere incredibile.

Speciale è colui che passerà il tempo a incoraggiare

un’altra persona nei suoi momenti difficili.

Fai attenzione a quello che dici.

Prendi la vita dalle persone intorno a te!già..

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                    

 

 

 

Sei sono i Vizi Capitali

Superbia
consapevolezza di essere intelligente, ricca e bellissima
Avarizia
volontà dichiarata di prendere tutto e rinnegare il niente
Lussuria
Irrefrenabile desiderio del piacere sessuale
incontrollata sensualità carnale
Gola
voglia incontrollata di ingurgitare
più di quanto il corpo necessiti
Ira
istinto di vendicare con furia i torti subiti
Accidia
torpore malinconico di ciò che poteva essere e non è stato.
Io ne ho un Ottavo
quello di volerli tutti e Sei
perché voglio Te.

Uno ne manca che li soverchia tutti

Invidia

che io lascio agli altri.
(G.)

© Tutti i diritti riservati

 

 

 

 

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr