Un grande Amore.

Tatiana Denisova Artworks | Saatchi Art

 

 

 

 

 
Non entrerai da questa porta
che contemplo costantemente.
Addio! La speranza se ne va, la
morte arriva, non tu.
Vieni, amore mio,
chiudi
questi occhi che hai chiamato
i più dolci da guardare.

Quando ho sentito la tua canzone
nelle sorgenti antiche,
dimenticando altri complimenti, ho
ascoltato solo i tuoi,
e il
mio cuore ripeteva :
Beati i miei occhi
se ti sembrano così dolci.

Tutto cambia e questo pomeriggio
un freddo sole bagna la porta.
Mormoreresti ora
come prima: ti amo moltissimo …
quando la morte annebbia
trionfante
gli occhi che ieri hai definito
i più dolci da guardare?

Se tu fossi al mio fianco
accanto al letto in cui muoio,
anche se una volta disprezzavi la
loro bellezza, so che ora
li chiameresti
sinceri,
per l’amore che è in loro,
il più dolce da guardare.

E se li guardassi allora
e loro ti vedessero, avrebbero
tutto il loro splendore perduto
.
Per l’amore
e per la verità, quelli con l’aspetto più dolce
erano una bellezza radiosa
.

Ma, oh, mi vedi solo
con gli occhi di un amante
come un lieve sorriso che
sogna dietro i fan;
E così ripeti
senza saperne di più
nei tuoi sogni sereni:
i più dolci da guardare.

Mentre l’anima lascia il
mio corpo lenta e pallida,
sempre desiderosa di ascoltare
queste parole d’amore,
oh, mio poeta,
vieni da me adesso!
Amore tardivo, vieni, i tuoi sono
i più dolci da guardare.

Mio poeta, profeta,
lodando la sua dolcezza,
non hai visto
spegnersi la sua luce?
Non hai visto
che quelli con lo sguardo più dolce non sarebbero mai
tornati nella tomba
?

Silenzio. Nel
patio si ode solo la fontana,
l’acqua cade sul marmo
mentre il cuore cade
dal sospiro
alla morte,
morte che annuncia il suo trionfo
sugli occhi più dolci.
L’amore è morto,
piangi, piangi,
accanto al cipresso se tu fossi
il più dolce da guardare.

L’angelo suonava, vicino a
quel convento abbiamo camminato
ei cori hanno attirato
gli angeli al colloquio.
L’
anima audace ha visto il cielo .
Hai sorriso È quello impuro,
il più dolce da guardare?

Mentre passi sul tuo cavallo
e vedi dietro la grata
di quel palazzo un’altra faccia
che non è la solita faccia, ripeti
sottovoce
:
Da qui mi hai contemplato,
quelli dallo sguardo più dolce?

Quando le signore intorno ti dicono:
canta, poeta, i versi
della signora che è morta,
tra le lacrime,
non farai finta di
cantare la canzone
di colei dallo sguardo dolce?

Oh, parole melodiose
ripetute molte volte!
Tra tutte le tue canzoni,
questa sarà la migliore,
l’anima la sente
ancora una volta in
mezzo al rumore di questo mondo …
La più dolce da guardare.

Il sacerdote va a pregare,
il coro è in ginocchio,
altra musica solenne che
l’anima presto sentirà.

Tieni questo nastro che è mio
(l’ho tolto dai miei capelli),
e quando ci piangi sopra,
non ti sentirai così solo,
perché dal cielo
metterò incessantemente
su di te questi occhi,
i più dolci da guardare.

Ma ora, quando
sono ancora qui, brillano di più;
Tu, amore mio, dimentica
tutto ciò che è il mio passato:
queste parole
le dedicherai
ad un’altra più bella di me:
quella dallo sguardo più dolce.

Ma cosa stai facendo, i miei occhi?
Sei sleale se lasci
cadere le tue lacrime per il bene
della tua speranza e della tua vita.
Sarebbe indegno
per il mortale
che un grido vile infangasse
quelli dall’aspetto più dolce

Veglierò sul suo futuro,
benedirò il suo splendore;
Voglio che canti ad altri occhi
per sembrare molto più dolce.
Possa il
tuo angelo custode proteggerti
e che tu possa essere
il più dolce da guardare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr