Devi solo stare li E guardarmi bruciare

Immagine correlata

 

 

 

Devi solo stare li
E guardarmi bruciare
Ma va bene
Perché mi piace
Questo tipo di dolore
Devi solo stare li
E sentirmi piangere
Ma va bene
Perché amo
Il modo in cui menti
Amo il modo in cui menti

Non so dirti cosa sia veramente
Posso soltanto dirti cosa si prova
E proprio ora c’è un coltello di acciaio
Nella mia trachea
Non riesco a respirare
Ma combatto ancora
Fino a che posso combattere
Fintanto che ciò che è sbagliato sembra giusto
E’ come se fossi in volo
Innalzato dall’amore
Ubriacato dall’odio
E’ come se sniffassi colla
E più soffro più lo amo
Soffoco
E un attimo prima di affogare
Lei mi resuscita
Lei mi odia
E io amo questa cosa
Aspetta
Dove vai?
Ti sto lasciando
No, non lo farai
Torna indietro
Stiamo correndo indietro
Ricominciamo
E’ così folle
Perché quando le cose vanno bene
Vanno alla grande
Sono Superman
Con il vento in poppa

Ma quando va male
E’ atroce
Mi vergogno così tanto
Perdo il controllo
Chi è quel tipo?
Non so neppure il su nome
Poggio le mani su di lei
Non mi abbasserò mai più a questo punto
Credo di non essere cosciente della mia stessa forza

Devi solo stare li
E guardarmi bruciare
Ma va bene
Perché mi piace
Questo tipo di dolore
Devi solo stare li
E sentirmi piangere
Ma va bene
Perché amo
Il modo in cui menti
Amo il modo in cui menti

Non hai mai amato qualcuno così tanto
Riesci a stento a respirare
Quando sei con loro
E li incontri
E neppure uno di voi
Sa cosa gli prende
Quel sentimento che li fa quasi sciogliere
Da’ i brividi
Adesso ti stai scocciando
Di guardarli
Hai giurato che non li avresti mai colpiti
Non avresti mai fatto nulla per ferirli
Adesso sei faccia a faccia con loro
Sputando veleno
E queste parole
Quando le sputi fuori
Spingi
Vi tirate i capelli
Li graffi, li laceri, li mordi
Li butti a terra

Li immobillizzi
Così perso in questo momento
In cui sei preso da loro
E’ la rabbia che prende il sopravvento
Vi controlla
Così loro dicono che è meglio
Se ognuno prende la sua strada
Credo che non ti conoscano
Perché oggi
Quello era ieri
Ieri è finito
E’ un giorno diverso
Risuona come un disco rotto
Che continua a suonare
Ma tu l’hai promesso a lei
La prossima volta mostrerai ritegno
Non avrai un’altra occasione
La vita non è un gioco della Nintendo
Ma hai mentito di nuovo
Adesso devi guardarla andare via
Fuori dalla finestra
Credo sia per questo che la chiamano vetrata

 

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr