LUMP – “LUMP” (Dead Oceans, 2018).

lump-lump

Lump = grumoso, vecchio. La massa di pelo di questa copertina insolita, altro non è che l’acronimo della strana coppia artistica formata da Laura Marling e Mike Linsday, impegnata qui in 7 pezzi caotici ed elettronici carichi di energia positiva e transistor. L’uno figlio di Neil Young e della controcultura folkotronica, l’altra ormai “Semper Femina” (More Alarming, 2017), sempre più a suo agio con il blues contemporaneo e una voca angelica che Dio ha donato a pochi; la sinestesia funziona bene, la sinergia anche: il loro è un progetto interessante, il che vuol dire staremo a vedere.

LUMP – “LUMP” (Dead Oceans, 2018).ultima modifica: 2018-08-28T17:00:11+02:00da clfanzine

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).