The Sonics – “This Is the Sonics” (Revox Records, 2015).

thesonics

Volume altissimo per il boogie-woogie dei The Sonics, un rockabilly monumentale e giovanile che pervade l’intera durata dell’album. L’età passa per tutti e anche per i fratelli Parypa di Tacoma non è più tempo per “Here Are The Sonics” (Etiquette Records, 1965). Passano gli anni e più di 50 anni dopo quel debutto troviamo una mezzora di shake-it-shake-it continuo scritto per le folle, tornando cosi ancora una volta a parlare di donne (“Be a Woman”, “Sugaree”), saliscendi pericolosi (“I Don’t Need No Doctor”), selvaggi accordi e numeri fortunati (“Look at Little Sister”, “I Got Your Number (666)”). In “You Can’t Judge a Book By The Cover” riprendono un brano di Bo Diddley, pioniere del guitar-heroing (dei sixties) con lo stesso piglio protopunk e scanzonato di una volta. E che baldoria sia: in macchina come a casa, questo disco è adrenalina pura!