Richard Dawson – “2020” (Domino Records, 2019).

richarddawson

Sembra una roba da niente invece è cosa sempre più rara: Richard Dawson scrive canzoni bizzarre infischiandosene della metrica, dei tempi di inserimento di alcuni accordi, del bel canto. La cosa stupefacente è che le immagini che evoca, apparentemente senza un senso profondo, si vanno a sovrapporre perfettamente alle nostre vite, come nella spietata “Jogging”. Il tutto scorre nel disincanto che avvicina sempre di più, con i suoi dubbi, la famigerata Brexit. Oscure trame incerte (nelle rincorse di “Black Tringle”, nelle trame traballanti di “Two Halves”) rincorrono canzoni che durano a lungo – quasi sempre sopra i cinque minuti. Ci portano in luoghi poco esplorati e per una volta, va bene cosi. Curioso.

Wilco – “Ode To Joy” (dBpm Records, 2019).

Wilco-Ode-To-Joy-Cover-Art

2019 release, the 11th studio album from pioneering Chicago-based alt-rock/Americana band Wilco. The album features 11 songs written and produced by Jeff Tweedy and recorded by Wilco at the bands’ own Chicago studio dubbed The Loft. The album is the follow-up to their 2016 album Schmilco and their self-imposed short hiatus. The album’s title comes from Jeff’s absolute determination to demand joy from life, no matter how dire the daily news is; his band and his songwriting are in peak form as you hear on this release.