La fede in Dio dovrebbe focalizzarsi sulla realtà, non su riti religiosi

la fede in Dio Onnipotente
la fede in Dio Onnipotente

Immagine della Chiesa di Dio Onnipotente

La fede in Dio dovrebbe focalizzarsi sulla realtà, non su riti religiosi

Quante consuetudini religiose rispetti? Quante volte ti sei ribellato contro la parola di Dio e hai seguito la tua strada? Quante volte hai messo in pratica la parola di Dio perché sei realmente riguardoso nei confronti dei Suoi fardelli e cerchi di soddisfare il Suo desiderio? Comprendi la parola di Dio e mettila in atto. Mantieniti integro nei tuoi fatti e azioni; non si tratta di rispettare le regole o di farlo malvolentieri solo per farsi vedere. Piuttosto, questa è la pratica della verità e della vita secondo la parola di Dio. Soltanto una pratica di questo genere soddisfa Dio. Qualsiasi consuetudine che compiaccia Dio non è una regola ma è la prassi della verità. » Read more

Mi sono innalzato attraverso un’oppressione brutale

la fede in Dio Onnipotente

Immagine della Chiesa di Dio Onnipotente

Mi sono innalzato attraverso un’oppressione brutale

 Mo Zhijian Provincia di Guangdong

Sono nato in un’area montagnosa remota e povera, in cui bruciamo incenso e adoriamo Buddha da molte generazioni. In quella zona vi sono templi buddhisti ovunque e tutte le famiglie vi si recano per bruciare l’incenso. Nessuno ha mai creduto in Dio. Nel 1995, io e mia moglie ci trovavamo in un’altra parte del paese, quando abbiamo iniziato a credere nel Signore Gesù. Dopo essere ritornati, abbiamo iniziato a condividere il Vangelo e il numero di coloro che l’ha accettato è lentamente cresciuto fino a superare le cento persone. Il fatto che sempre più persone credevano in Dio aveva messo in allarme il governo locale. Nel 1997, un giorno la polizia mi convocò al commissariato di polizia locale, dove il direttore dell’ufficio di sicurezza pubblica della contea, il direttore dell’ufficio di sicurezza nazionale, il direttore dell’ufficio per la religione e il capo del commissariato di polizia insieme a qualche altro poliziotto mi stavano aspettando. Il direttore dell’ufficio di sicurezza pubblica mi domandò: “Perché credi in Dio? Con chi sei in contatto? Da dove provengono le Bibbie? Perché non vai in chiesa alle riunioni?” Io risposi: “Le persone sono state create da Dio e tutta la luce, l’aria e l’acqua sono state create da Dio. È la legge dei cieli e della terra che fa sì che le persone credano in Dio e che Lo adorino. La costituzione nazionale inoltre statuisce espressamente che i cittadini abbiano libertà religiosa. Perché non ci permettete di credere liberamente in Dio?” Il direttore dell’ufficio per la religione disse: “Vi sono limiti alla libertà religiosa, esattamente come per un uccellino in gabbia. Anche se non ha le ali e le zampe legate, esso può muoversi solo dentro la gabbia”. Quando gli sentii dire queste falsità, mi indignai e dissi rabbiosamente: “Allora il governo nazionale mente al suo popolo!” Quando mi sentirono parlare così, seppero di aver sbagliato e che non avevano nient’altro da dire, e quindi mi lasciarono tornare a casa. In quel periodo ancora non conoscevo la sostanza della persecuzione dei credenti da parte del governo del PCC fino al 1999, quando accettai l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni. Attraverso la lettura delle parole di Dio e subendo una persecuzione ancora più crudele da parte del governo del PCC riuscii a capire chiaramente che il PCC era l’incarnazione di Satana, lo spirito maligno. Era il nemico di Dio descritto nella Bibbia: “E il gran dragone, il serpente antico, che è chiamato Diavolo e Satana, il seduttore di tutto il mondo” (Apocalisse 12:9). » Read more

“Risveglio” – L’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni è iniziata (Spezzone 2/2)

“Risveglio” – L’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni è iniziata (Spezzone 2/2)

Dio Onnipotente, il Cristo degli ultimi giorni, ha posto termine all’Età della Grazia e ha inaugurato l’Età del Regno. Egli esprime la verità e compie la Sua opera di giudizio iniziando dalla famiglia di Dio. In che modo l’opera di giudizio di Dio Onnipotente negli ultimi giorni purifica e salva l’uomo? Quale sarà la nostra fine se rifiutiamo l’opera di giudizio di Dio Onnipotente negli ultimi giorni? In questo video troverete le risposte.

Letture correlate :La Chiesa di Dio Onnipotente

La parola di Dio – Dio Stesso, l’Unico VIII Dio è la fonte di vita per tutte le cose (II) Parte 1

La parola di Dio – Dio Stesso, l’Unico VIII Dio è la fonte di vita per tutte le cose (II) Parte 1

Dio Onnipotente dice: “Dio ha creato tutte le cose e usato i Suoi metodi per fissare le leggi, l’evoluzione e gli schemi della loro crescita e ha anche definito i modi in cui esse esistono su questa terra, cosicché possano vivere continuamente e dipendere una dall’altra. Con questi metodi e leggi, tutte le cose sono in grado di esistere e di crescere efficacemente e pacificamente su questa terra. Soltanto grazie a un contesto del genere l’uomo può avere una dimora e un ambiente di vita stabili e, sotto la guida di Dio, continuare infinitamente a svilupparsi e ad andare avanti”.

Letture correlate:Il Lampo da Levante

Il rombo dei sette tuoni – profezia che il Vangelo del Regno verrà diffuso nell’intero universo

la fede in Dio Onnipotente
la fede in Dio Onnipotente

Immagine della Chiesa di Dio Onnipotente

Il rombo dei sette tuoni – profezia che il Vangelo del Regno verrà diffuso nell’intero universo

Sto diffondendo la Mia opera nelle nazioni dei Gentili. In tutto l’universo sfolgora la Mia gloria; la Mia volontà è racchiusa dentro uomini sparsi qui e là, tutti guidati dalla Mia mano, che stanno intraprendendo i compiti che ho assegnato. Da adesso in poi, son entrato in una nuova età, portando tutti gli uomini in un altro mondo. Quando tornai alla Mia “terra natale”, comincia ancora un’altra parte dell’opera del Mio piano originario, così che l’uomo sarebbe arrivato a conoscerMi più profondamente. » Read more

Una giovinezza trascorsa senza rimpianti

la fede in Dio Onnipotente
la fede in Dio Onnipotente

Immagine della Chiesa di Dio Onnipotente

Una giovinezza trascorsa senza rimpianti

 Xiaowen Città di Chongqing

L’amore è un’emozione pura, pura senza una macchia. Usa il tuo cuore, usa il tuo cuore per amare e aver cura. L’amore non pone condizioni, barriere o distanze. […] Nell’amore non c’è diffidenza, né inganno, né astuzia. Usa il tuo cuore, usa il tuo cuore per amare e aver cura. Nell’amore non c’è distanza e nulla che non sia puro” (“Amore puro senza macchia” in Segui l’Agnello e canta dei canti nuovi). Una volta questo inno della parola di Dio mi aiutò a superare il dolore di una lunga, anzi interminabile, detenzione carceraria che durò 7 anni e 4 mesi. Anche se il governo del PCC mi ha rubato gli anni più belli della mia giovinezza, ho ricevuto la verità più preziosa e più reale da Dio Onnipotente e dunque non ho lamentele né rimpianti. » Read more

La sostanziale differenza tra il Dio incarnato e le persone utilizzate da Dio

la fede in Dio Onnipotente
la fede in Dio Onnipotente

Immagine della Chiesa di Dio Onnipotente

La sostanziale differenza tra il Dio incarnato e le persone utilizzate da Dio

Per molti anni lo Spirito di Dio è stato costantemente alla ricerca mentre operava sulla terra. Nel corso dei secoli Dio Si è servito di molte persone per compiere la Sua opera. Eppure lo Spirito di Dio non ha ancora un luogo adatto per riposare. Così Dio esegue la Sua opera spostandoSi continuamente tra genti diverse, e in generale Si avvale delle persone per svolgerla. Vale a dire che in tutti questi numerosi anni l’opera di Dio non si è mai fermata, ma continua a essere portata avanti nell’uomo, per tutto il tempo fino a oggi. Sebbene Dio abbia proferito tante parole e compiuto tanta opera, l’uomo ancora non conosce Dio, e tutto questo perché Dio non è mai apparso all’uomo e anche perché Egli non ha alcuna forma tangibile. Così Dio deve portare a compimento questa opera – facendo sì che tutti gli uomini conoscano il significato pratico del Dio pratico. Per raggiungere questo scopo, Dio deve rivelare il Proprio Spirito all’umanità in modo tangibile e svolgere la Propria opera in mezzo a essa. Ovvero, solo quando lo Spirito di Dio assume una forma fisica, Si riveste di carne e ossa e cammina tra le persone in modo visibile, accompagnandole nella loro vita, talvolta mostrandoSi e talvolta nascondendoSi, soltanto allora le persone sono in grado di arrivare a una comprensione più profonda di Lui. Se Dio rimanesse soltanto nella carne, non sarebbe in grado di completare appieno la Propria opera. Dopo aver operato nella carne per un determinato periodo di tempo, adempiendo il ministero che richiede di essere svolto nella carne, Dio abbandonerà la carne e opererà nell’ambito spirituale a immagine della carne, proprio come fece Gesù dopo aver operato per un periodo di tempo come un normale uomo e aver completato tutta l’opera che doveva portare a compimento. Forse ricordate questo passaggio da “Il cammino… (5)”: “Ricordo che il Padre Mio Mi disse: ‘Sulla terra, compi soltanto la volontà del Padre Tuo e porta a termine il Suo incarico. Che nient’altro Ti preoccupi’”. Che cosa vedi in questo passo? Quando Dio viene sulla terra, Egli compie soltanto la Propria opera nella divinità. Questo è ciò che lo Spirito celeste ha affidato al Dio incarnato. Quando Egli viene, va unicamente a parlare ovunque, a dare voce ai Suoi discorsi con metodi diversi e da diverse prospettive. Egli prende innanzitutto come Suoi obiettivi e principio operativo il provvedere e l’istruire l’uomo, e non Si preoccupa di cose come le relazioni interpersonali o i dettagli della vita delle persone. Il Suo principale ministero è di parlare per lo Spirito. Quando lo Spirito di Dio appare tangibilmente nella carne, Egli Si limita a provvedere alla vita dell’uomo e a proclamare la verità. Non Si interessa delle questioni umane, cioè non partecipa al lavoro dell’umanità. Gli esseri umani non possono svolgere l’opera divina e Dio non prende parte al lavoro umano. In tutti gli anni da quando Dio è venuto su questa terra a compiere la Sua opera, Egli l’ha sempre svolta tramite le persone. Ma queste persone non possono essere considerate Dio incarnato, sono solo persone che vengono utilizzate da Dio. Ma il Dio di oggi può parlare direttamente dal punto di vista della divinità, diffondendo la voce dello Spirito e operando per conto dello Spirito. Tutte quelle persone che Dio ha usato nel corso dei secoli erano, allo stesso modo, esempi dello Spirito di Dio che operava all’interno di un corpo carnale; allora perché non possono essere chiamate Dio? Tuttavia, il Dio di oggi è anche lo Spirito di Dio che opera direttamente nella carne, e anche Gesù era lo Spirito di Dio all’opera nella carne; entrambi sono chiamati Dio. Qual è allora la differenza? Nel corso dei secoli, le persone che Dio ha utilizzato sono tutte capaci di pensare e ragionare in modo normale. Tutte conoscono i principi della condotta umana. Possiedono idee umane normali e sono dotate di tutto ciò che le persone comuni dovrebbero avere. La maggior parte di loro possiede eccezionale talento e un’intelligenza innata. Nell’operare su queste persone, lo Spirito di Dio sfrutta i loro talenti, che sono i doni dati loro da Dio. Lo Spirito di Dio mette in gioco i loro talenti, usando i loro punti di forza al servizio di Dio. L’essenza di Dio, tuttavia, è libera da idee e opinioni, non adulterata dalle intenzioni umane, e manca persino di ciò di cui gli esseri umani normali sono dotati. Vale a dire che Egli non è nemmeno al corrente dei principi della condotta umana. Questo è il modo in cui stanno le cose quando il Dio di oggi viene sulla terra. La Sua opera e le Sue parole non sono adulterate dalle intenzioni o dal pensiero dell’uomo, ma sono una manifestazione diretta delle intenzioni dello Spirito, ed Egli opera direttamente per conto di Dio. Ciò significa che lo Spirito parla direttamente, vale a dire che la divinità compie direttamente l’opera, così non viene minimamente mescolata alle intenzioni umane. In altre parole, il Dio incarnato personifica direttamente la divinità, è privo di pensiero o di idee dell’uomo, e non ha alcuna comprensione dei principi del comportamento umano. Se fosse all’opera soltanto la divinità (vale a dire, se solo Dio Stesso fosse all’opera) in nessun modo l’opera di Dio potrebbe essere realizzata sulla terra. Pertanto, quando Dio viene sulla terra, deve avere a disposizione un piccolo numero di persone da utilizzare per operare nell’umanità, in accordo con l’opera che Dio svolge nella divinità. In altre parole, Egli usa l’opera umana per supportare la Sua opera divina. Altrimenti, per l’uomo non ci sarebbe modo di venire a contatto diretto con l’opera divina. Così è come stavano le cose tra Gesù e i Suoi discepoli. Durante il tempo che trascorse nel mondo, Gesù abolì le vecchie leggi e stabilì nuovi comandamenti. Proferì anche molte parole. Tutta questa opera fu svolta nella divinità. Gli altri, come Pietro, Paolo e Giovanni, basarono il loro successivo lavoro sul fondamento delle parole di Gesù. Vale a dire che Dio stava avviando la Sua opera in quell’età, dando inizio all’Età della Grazia. Egli, cioè, introdusse una nuova era, abolendo quella vecchia e adempiendo inoltre le parole: “Dio è il Principio e la Fine”. In altri termini, l’uomo deve svolgere il lavoro umano sul fondamento dell’opera divina. Dopo che Gesù ebbe detto tutto ciò che doveva dire ed ebbe completato la Propria opera sulla terra, lasciò gli uomini. Dopo di che tutte le persone, nell’operare, agirono secondo i principi espressi nelle Sue parole e praticarono secondo le verità da Lui proclamate. Erano tutte persone che lavoravano per Gesù. Se fosse stato Gesù solo a svolgere l’opera, per quante parole Egli avesse proferito, le persone non sarebbero state comunque in grado di venire a contatto con la Sua parola, poiché Egli operava nella divinità e poteva pronunciare solo parole di divinità, e sarebbe stato impossibile per Lui spiegare le cose al punto che le Sue parole risultassero comprensibili a persone comuni. Così, Egli dovette ricorrere ad apostoli e profeti che vennero dopo di Lui a potenziare la Sua opera. Questo è il principio di come il Dio incarnato svolga la Sua opera – usando il corpo incarnato per parlare e agire in modo da portare a termine l’opera della divinità, e poi usando alcune, o forse più, persone in sintonia con il cuore stesso di Dio, per continuarNe l’opera. Vale a dire, Dio usa le persone in sintonia con il Suo cuore per pascere e annaffiare nell’umanità, così che ogni persona possa raggiungere la verità. » Read more

Canzone cristiana – “Il volere di Dio per l’umanità non cambierà mai” L’amore vero di Dio



Canzone cristiana – “Il volere di Dio per l’umanità non cambierà mai” L’amore vero di Dio

I

Dio è in questo mondo da molti anni, ma chi Lo conosce?

Ecco perché Dio castiga la gente.

Dio sembra usarla come oggetto della Sua autorità.

Come proiettili nella Sua pistola,

quando li avrà sparati se ne andranno uno per uno.

Ma questa non è verità, è la loro fantasia.

Dio ama le persone come un tesoro,

perché son il “capitale” della Sua gestione.

Non le eliminerà mai.

Non cambierà il Suo volere verso loro.

Non cambierà il Suo volere verso loro.

II

Dio da sempre rispetta l’uomo.

Non l’ha mai sfruttato o ceduto come schiavo.

Perché Lui e l’uomo non si possono separare.

Così si forma un legame di vita e morte. » Read more

1 2 3 4