Possiamo entrare nel Regno dei Cieli se ci guadagniamo la salvezza?

Sketch evangelico 2019 – Possiamo entrare nel Regno dei Cieli se ci guadagniamo la salvezza?

Zhang Mude è un predicatore presso una Chiesa domestica ed è convinto che “Infatti con il cuore si crede per ottenere la giustizia e con la bocca si fa confessione per essere salvati” (Romani 10:10) (NR06). Pensa che, siccome crede nel Signore Gesù, è già definito “giusto”, che si è già guadagnato la salvezza e che, quando il Signore ritornerà, verrà direttamente rapito e portato nel Regno dei Cieli. » Read more

Dio è il Signore di tutta la creazione

La Parola appare nella carne

Dio è il Signore di tutta la creazione

Una fase dell’opera delle due età precedenti ebbe luogo in Israele; un’altra si svolse in Giudea. In linea generale, nessuna delle due fasi di quest’opera lasciò Israele; furono le fasi dell’opera eseguita in mezzo al popolo eletto iniziale. Di conseguenza, nella visione degli Israeliti, Jahvè Dio è unicamente il Dio degli Israeliti. Per via dell’attività di Gesù in Giudea e del Suo compimento dell’opera della crocifissione, nella prospettiva dei Giudei, Gesù è il Redentore del popolo giudaico. » Read more

Il malvagio deve essere punito

la parola di Dio

Il malvagio deve essere punito

I principi di comportamento di coloro che credono in Dio sono quelli di esaminare se si pratica la giustizia in tutto ciò che si fa e se tutte le azioni sono osservate da Dio. Sarete chiamati giusti, perché sarete in grado di compiacere Dio e di accettare le cure e la protezione di Dio. Agli occhi di Dio, tutti coloro che accolgono le Sue cure, la Sua protezione e la Sua perfezione e che sono guadagnati da Lui, sono giusti e guardati da Lui con tenerezza. » Read more

Sul fatto che tutti svolgano la loro funzione

La parola di Dio

Sul fatto che tutti svolgano la loro funzione

Nella corrente attuale, ogni persona che ama veramente Dio ha la possibilità di essere perfezionata da Lui. A prescindere dal fatto che si sia giovani o vecchi, a patto che si serbi nel cuore un’obbedienza verso Dio e una riverenza nei Suoi confronti, sarà possibile essere perfezionati da Lui. Dio perfeziona gli esseri umani secondo le loro differenti funzioni. Pertanto, a condizione che tu abbia fatto tutto ciò che è in tuo potere e che ti sottometta all’opera di Dio, potrai essere perfezionato da Lui. Per ora, nessuno di voi è perfetto. A volte, riuscite a svolgere un solo tipo di funzione e, a volte, due; purché affidiate a Dio tutta la vostra forza e vi spendiate per Lui, alla fine sarete perfezionati da Dio.I giovani hanno meno filosofie di vita e sono carenti in quanto a sapienza e perspicacia. » Read more

Che cosa vuol dire essere un vero uomo

la fede

Che cosa vuol dire essere un vero uomo

Il Mio compito è la gestione dell’uomo, e fare in modo che egli sia conquistato da Me è ancor di più qualcosa che fu stabilito quando creai il mondo. Gli individui forse non sanno che Io li conquisterò completamente negli ultimi giorni, e forse sono anche inconsapevoli che la prova del Mio sconfiggere Satana è la conquista dei ribelli tra il genere umano. Ma quando il Mio nemico ingaggiò battaglia contro di Me, gli avevo già detto che sarei diventato il conquistatore di coloro che Satana aveva fatto prigionieri e trasformati in suoi figli e servitori leali che sorvegliano la sua casa. Il significato originario della conquista è sconfiggere, esporre all’umiliazione. Nella lingua degli Israeliti significa annientare completamente, distruggere e rendere incapace di opporMi ulteriore resistenza. Ma oggi, così come è usato tra di voi, significa “conquistare”. » Read more

La sostanziale differenza tra il Dio incarnato e le persone utilizzate da Dio

la fede in Dio Onnipotente
la fede in Dio Onnipotente

Immagine della Chiesa di Dio Onnipotente

La sostanziale differenza tra il Dio incarnato e le persone utilizzate da Dio

Per molti anni lo Spirito di Dio è stato costantemente alla ricerca mentre operava sulla terra. Nel corso dei secoli Dio Si è servito di molte persone per compiere la Sua opera. Eppure lo Spirito di Dio non ha ancora un luogo adatto per riposare. Così Dio esegue la Sua opera spostandoSi continuamente tra genti diverse, e in generale Si avvale delle persone per svolgerla. Vale a dire che in tutti questi numerosi anni l’opera di Dio non si è mai fermata, ma continua a essere portata avanti nell’uomo, per tutto il tempo fino a oggi. Sebbene Dio abbia proferito tante parole e compiuto tanta opera, l’uomo ancora non conosce Dio, e tutto questo perché Dio non è mai apparso all’uomo e anche perché Egli non ha alcuna forma tangibile. Così Dio deve portare a compimento questa opera – facendo sì che tutti gli uomini conoscano il significato pratico del Dio pratico. Per raggiungere questo scopo, Dio deve rivelare il Proprio Spirito all’umanità in modo tangibile e svolgere la Propria opera in mezzo a essa. Ovvero, solo quando lo Spirito di Dio assume una forma fisica, Si riveste di carne e ossa e cammina tra le persone in modo visibile, accompagnandole nella loro vita, talvolta mostrandoSi e talvolta nascondendoSi, soltanto allora le persone sono in grado di arrivare a una comprensione più profonda di Lui. Se Dio rimanesse soltanto nella carne, non sarebbe in grado di completare appieno la Propria opera. Dopo aver operato nella carne per un determinato periodo di tempo, adempiendo il ministero che richiede di essere svolto nella carne, Dio abbandonerà la carne e opererà nell’ambito spirituale a immagine della carne, proprio come fece Gesù dopo aver operato per un periodo di tempo come un normale uomo e aver completato tutta l’opera che doveva portare a compimento. Forse ricordate questo passaggio da “Il cammino… (5)”: “Ricordo che il Padre Mio Mi disse: ‘Sulla terra, compi soltanto la volontà del Padre Tuo e porta a termine il Suo incarico. Che nient’altro Ti preoccupi’”. Che cosa vedi in questo passo? Quando Dio viene sulla terra, Egli compie soltanto la Propria opera nella divinità. Questo è ciò che lo Spirito celeste ha affidato al Dio incarnato. Quando Egli viene, va unicamente a parlare ovunque, a dare voce ai Suoi discorsi con metodi diversi e da diverse prospettive. Egli prende innanzitutto come Suoi obiettivi e principio operativo il provvedere e l’istruire l’uomo, e non Si preoccupa di cose come le relazioni interpersonali o i dettagli della vita delle persone. Il Suo principale ministero è di parlare per lo Spirito. Quando lo Spirito di Dio appare tangibilmente nella carne, Egli Si limita a provvedere alla vita dell’uomo e a proclamare la verità. Non Si interessa delle questioni umane, cioè non partecipa al lavoro dell’umanità. Gli esseri umani non possono svolgere l’opera divina e Dio non prende parte al lavoro umano. In tutti gli anni da quando Dio è venuto su questa terra a compiere la Sua opera, Egli l’ha sempre svolta tramite le persone. Ma queste persone non possono essere considerate Dio incarnato, sono solo persone che vengono utilizzate da Dio. Ma il Dio di oggi può parlare direttamente dal punto di vista della divinità, diffondendo la voce dello Spirito e operando per conto dello Spirito. Tutte quelle persone che Dio ha usato nel corso dei secoli erano, allo stesso modo, esempi dello Spirito di Dio che operava all’interno di un corpo carnale; allora perché non possono essere chiamate Dio? Tuttavia, il Dio di oggi è anche lo Spirito di Dio che opera direttamente nella carne, e anche Gesù era lo Spirito di Dio all’opera nella carne; entrambi sono chiamati Dio. Qual è allora la differenza? Nel corso dei secoli, le persone che Dio ha utilizzato sono tutte capaci di pensare e ragionare in modo normale. Tutte conoscono i principi della condotta umana. Possiedono idee umane normali e sono dotate di tutto ciò che le persone comuni dovrebbero avere. La maggior parte di loro possiede eccezionale talento e un’intelligenza innata. Nell’operare su queste persone, lo Spirito di Dio sfrutta i loro talenti, che sono i doni dati loro da Dio. Lo Spirito di Dio mette in gioco i loro talenti, usando i loro punti di forza al servizio di Dio. L’essenza di Dio, tuttavia, è libera da idee e opinioni, non adulterata dalle intenzioni umane, e manca persino di ciò di cui gli esseri umani normali sono dotati. Vale a dire che Egli non è nemmeno al corrente dei principi della condotta umana. Questo è il modo in cui stanno le cose quando il Dio di oggi viene sulla terra. La Sua opera e le Sue parole non sono adulterate dalle intenzioni o dal pensiero dell’uomo, ma sono una manifestazione diretta delle intenzioni dello Spirito, ed Egli opera direttamente per conto di Dio. Ciò significa che lo Spirito parla direttamente, vale a dire che la divinità compie direttamente l’opera, così non viene minimamente mescolata alle intenzioni umane. In altre parole, il Dio incarnato personifica direttamente la divinità, è privo di pensiero o di idee dell’uomo, e non ha alcuna comprensione dei principi del comportamento umano. Se fosse all’opera soltanto la divinità (vale a dire, se solo Dio Stesso fosse all’opera) in nessun modo l’opera di Dio potrebbe essere realizzata sulla terra. Pertanto, quando Dio viene sulla terra, deve avere a disposizione un piccolo numero di persone da utilizzare per operare nell’umanità, in accordo con l’opera che Dio svolge nella divinità. In altre parole, Egli usa l’opera umana per supportare la Sua opera divina. Altrimenti, per l’uomo non ci sarebbe modo di venire a contatto diretto con l’opera divina. Così è come stavano le cose tra Gesù e i Suoi discepoli. Durante il tempo che trascorse nel mondo, Gesù abolì le vecchie leggi e stabilì nuovi comandamenti. Proferì anche molte parole. Tutta questa opera fu svolta nella divinità. Gli altri, come Pietro, Paolo e Giovanni, basarono il loro successivo lavoro sul fondamento delle parole di Gesù. Vale a dire che Dio stava avviando la Sua opera in quell’età, dando inizio all’Età della Grazia. Egli, cioè, introdusse una nuova era, abolendo quella vecchia e adempiendo inoltre le parole: “Dio è il Principio e la Fine”. In altri termini, l’uomo deve svolgere il lavoro umano sul fondamento dell’opera divina. Dopo che Gesù ebbe detto tutto ciò che doveva dire ed ebbe completato la Propria opera sulla terra, lasciò gli uomini. Dopo di che tutte le persone, nell’operare, agirono secondo i principi espressi nelle Sue parole e praticarono secondo le verità da Lui proclamate. Erano tutte persone che lavoravano per Gesù. Se fosse stato Gesù solo a svolgere l’opera, per quante parole Egli avesse proferito, le persone non sarebbero state comunque in grado di venire a contatto con la Sua parola, poiché Egli operava nella divinità e poteva pronunciare solo parole di divinità, e sarebbe stato impossibile per Lui spiegare le cose al punto che le Sue parole risultassero comprensibili a persone comuni. Così, Egli dovette ricorrere ad apostoli e profeti che vennero dopo di Lui a potenziare la Sua opera. Questo è il principio di come il Dio incarnato svolga la Sua opera – usando il corpo incarnato per parlare e agire in modo da portare a termine l’opera della divinità, e poi usando alcune, o forse più, persone in sintonia con il cuore stesso di Dio, per continuarNe l’opera. Vale a dire, Dio usa le persone in sintonia con il Suo cuore per pascere e annaffiare nell’umanità, così che ogni persona possa raggiungere la verità. » Read more

Io non sono degno di vedere Cristo

la fede in Dio Onnipotente
la fede in Dio Onnipotente

Immagine della Chiesa di Dio Onnipotente

Io non sono degno di vedere Cristo

Huanbao Città di Dalian, Provincia di Liaoning

Sin da quando ho iniziato a credere in Dio Onnipotente, ho sempre ammirato quei fratelli e quelle sorelle che riuscivano a ricevere la pastura personale di Cristo, che riuscivano a sentire i Suoi sermoni con le loro orecchie. Nel mio cuore pensavo quanto sarebbe stato meraviglioso se un giorno in futuro io fossi riuscito a sentire i sermoni di Cristo, naturalmente vederLo sarebbe stato ancora più meraviglioso. Ma di recente, attraverso l’ascolto della Sua condivisione, sono giunto a sentire profondamente nel mio cuore, che non sono degno di vedere Cristo. » Read more

Canzone cristiana – “Quelli che amano sinceramente Dio sono tutti onesti” Gli onesti sono benedetti da Dio

Canzone cristiana – “Quelli che amano sinceramente Dio sono tutti onesti” Gli onesti sono benedetti da Dio

Puri e onesti come un bambino innocente,

gioiosi e pieni di vitalità,

sono come angeli che vengono a questo mondo

senza imbroglio, a cuore aperto, con dignità.

Donano i loro cuori a Dio e Ne guadagnano la fiducia.

Sono le persone oneste che Dio ama. » Read more

1 2 3 30