“FIGLIE DI UNA NUOVA ERA”

51ugZBevLEL._SX320_BO1,204,203,200_AUTORE: Carmen Korn

EDITORE: Fazi

GENERE: Romanzo

PAGINE: 522

PREZZO EBOOK: 10,99 euro

PREZZO CARTACEO: 17,50 euro

SINOSSI:

Uno strano destino, quello delle donne nate nel 1900: avrebbero attraversato due guerre mondiali, per due volte avrebbero visto il mondo crollare e rimettersi in piedi, stravolgersi per sempre sotto i loro occhi. Sono proprio loro le protagoniste di questa storia, quattro donne che incontriamo per la prima volta da ragazze, ad Amburgo, alle soglie degli anni Venti. Hanno personalità e provenienze molto diverse: Henny, di buona educazione borghese, vive all’ombra della madre e ama il suo lavoro di ostetrica più di ogni cosa; l’amica di sempre Ka?the, di estrazione più modesta, emancipata e comunista convinta, è un’appassionata militante; Ida, rampolla di buona famiglia, ricca e viziata, nasconde un animo ribelle sotto strati di convenzioni; e Lina, indipendente e anticonformista, deve tutto ai suoi genitori, che sono letteralmente morti di fame per garantirle la sopravvivenza. Insieme crescono e vedono il mondo trasformarsi, mentre le loro vicende personali s’intrecciano in una rete intricata di relazioni clandestine, matrimoni d’interesse, battaglie politiche e sfide lavorative, lutti e perdite, eventi grandi e piccoli tenuti insieme dal filo dell’amicizia. Pagine che ci fanno respirare il fascino d’epoca di un mondo che non c’è più: i cocktail al vermut, i cappelli a bustina, gli orologi da tasca e gli sfarzosi locali da ballo, ma anche le case d’appuntamenti, i ristoranti cinesi e le fumerie d’oppio del quartiere di St Pauli. E poi la lenta, inesorabile disgregazione di tutto, la fine di ogni libertà, il controllo sempre più pressante delle SS, la minaccia nazista… Quattro donne, un secolo di storia: “Figlie di una nuova era” è il primo capitolo di una nuova trilogia tutta al femminile.

RECENSIONE:

“Figlie di una nuova era” racconta, dal punto di vista della quattro protagoniste, la prima e la seconda Guerra Mondiale. La Germania, prima della guerra, piena di vita, negozi, scuole ecc… che dovrà fare i conti con l’arrivo del nazismo, i campi e lo sterminio. In questo romanzo, storico direi, sono raccontate tutte le paure della povera gente, l’incertezza di cosa riserverà il domani, la speranza che tutto finisca bene e in fretta. Per chi, come me, ama i romanzo che toccano temi storici non può non dedicare del tempo a questo libro e agli altri che sono seguiti.

Un saluto, Mary

LA MAPPA LETTERARIA DEL MONDO

Mappa-letteraria-1-2

Backforward24 (pseudonimo dell’autore), ha realizzato una mappa della letteratura del mondo. Ogni stato è rappresentato dala copertina del libro che, secondo l’autore, rappresenta meglio la cultura della nazione.

I libri scelti sono: Guerra e pace di Tolstoj per la Russia, Uomini che odiano le donne di Stieg Larsson per la Svezia, L’amica geniale di Elena Ferrante per l’Italia, L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafón per la Spagna, Il Dio delle piccole cose di Arundhati Roy per l’India, I miserabili di Victor Hugo per la Francia, Don Casmurro di Joaquim Maria Machado de Assis per il Brasile, Il tunnel di Ernesto Sabato per l’Argentina, Il mio nome è Rosso di Orhan Pamuk in Turchia, Orgoglio e pregiudizio in Gran Bretagna e l’Ulisse di Joyce in Irlanda, L’uccello che girava le viti del mondo di Haruki Murakami in Giappone, Il buio oltre la siepe di Harper Lee per gli Stati Uniti. Per il Canada, infine, è stato scelto Anna dai capelli rossi di Lucy Maud Montgomery.

Un saluto, Mary

 

“L’ANNUSATRICE DI LIBRI”

41x174ZocjL._SX321_BO1,204,203,200_AUTORE: Desy Icardi

EDITORE: Fazi

GENERE: Romanzo

PAGINE: 407

PREZZO EBOOK: 7,99 euro

PREZZO CARTACEO: 16,00 euro

SINOSSI:

Torino, 1957. Adelina ha quattordici anni e vive con la zia Amalia, una ricca vedova, parsimoniosa fino all’eccesso, che le dedica distratte attenzioni. Tra i banchi di scuola, la ragazza viene trattata come lo zimbello della classe: alla sua età, infatti, non è in grado di ricordare le lezioni e ha difficoltà a leggere. Il reverendo Kelley, suo severo professore, decide allora di affiancarle nello studio la brillante compagna Luisella. Se Adelina comincerà ad andare meglio a scuola, però, non sarà merito dell’aiuto dell’amica ma di un dono straordinario di cui sembra essere dotata: la capacità di leggere con l’olfatto. Questo talento, che la ragazza sperimenta tra le pagine di polverosi volumi di biblioteca, rappresenta tuttavia anche una minaccia: il padre di Luisella, un affascinante notaio implicato in traffici non sempre chiari, tenterà di servirsi di lei per decifrare il celebre manoscritto Voynich, “il codice più misterioso al mondo”, scritto in una lingua incomprensibile e mai decifrato. Se l’avidità del notaio rischierà di mettere a repentaglio la vita di Adelina, l’esperienza vissuta le lascerà il piacere insaziabile per i libri e la lettura.

RECENSIONE:

Una storia davvero particolare quella di Adelina. Una trama che ho molto apprezzato, una lettura non impegnativa ma leggera, che vi intratterrà per qualche ora. La narrazione passa dal presente al passato, tutti i personaggi hanno un ruolo attivo nella vita della protagonista, i termini utilizzati nei dialoghi sono tipici di quelli anni e (cosa che mi piace assai) vi sono molti riferimenti a grandi classici della letteratura con tanto di citazioni che dovrete collegare alla storia.

Un saluto, Mary

AUGURI A TUTTE LE MAMME!

frasi-di-auguri-festa-della-mamma-maxw-654

“Una madre è l’amica più vera che abbiamo, quando le sfide più pesanti e improvvise cadono su di noi; quando le avversità prendono il posto della prosperità; quando gli amici ci abbandonano; quando i problemi si addensano intorno a noi, ancora si aggrapperà a noi, e sforzarci con i suoi cortesi precetti e consigli per dissipare le nuvole delle tenebre e far tornare la pace nei nostri cuori.”

(Washington Irving)

“UN CASO SPECIALE PER LA GHOSTWRITER”

51YpHTJGwHL._SX331_BO1,204,203,200_AUTORE: Alice Basso

EDITORE: Garzanti

GENERE: Romanzo

PAGINE: 378

PREZZO EBOOK: 9,99 euro

PREZZO CARTACEO: 17,90 euro

SINOSSI:

Per Vani le parole sono importanti. Nel modo in cui una persona le sceglie o le usa, Vani sa leggere abitudini, indole, manie. E sa imitarlo. Infatti Vani è una ghostwriter: riempie le pagine bianche di scrittori di ogni genere con storie, articoli, saggi che sembrino scaturiti dalla loro penna. Una capacità innata che le ha permesso di affermarsi nel mondo dell’editoria, non senza un debito di gratitudine nei confronti dell’uomo che, per primo, ha intuito la sua bravura: Enrico Fuschi, il suo capo. Non sempre i rapporti tra i due sono stati idilliaci, ma ora Vani, anche se non vorrebbe ammetterlo, è preoccupata per lui. Da quando si è lasciato sfuggire un progetto importantissimo non si è più fatto vivo: non risponde al telefono, non si presenta agli appuntamenti, nessuno sa dove sia. Enrico è sparito. Vani sa che può chiedere l’aiuto di una sola persona: il commissario Berganza. Dopo tante indagini condotte fianco a fianco, Vani deve ammettere di sentirsi sempre più legata all’uomo che l’ha scelta come collaboratrice della polizia per il suo intuito infallibile. Insieme si mettono sulle tracce di Enrico. Tracce che li porteranno fino a Londra, tra le pagine senza tempo di Lewis Carroll e Arthur Conan Doyle. Passo dopo passo, i due scoprono che Enrico nasconde segreti che mai avrebbero immaginato e, soprattutto, che ha bisogno del loro aiuto. E non solo lui. Vani ha di fronte a sé un ultimo caso da risolvere e fra le mani, dalle unghie rigorosamente smaltate di viola, le vite di tutte le persone cui ha imparato a volere bene.

RECENSIONE:

Un romanzo scritto divinamente, con i suoi reali protagonisti e le tante citazioni letterarie (cosa assai gradita per me). Una degna conclusione della serie che mi ha divertito e fatto affezionare a Vani e al modo tutto suo di agire e pensare. Definirei questo libro unico nel suo genere, davvero particolare che mi ha attirata fin dai primi volumi; simpatica non solo la protagonista ma anche tutti gli altri che la circondano, capaci di farmi ridere e a volte arrabbiare.

Un saluto, Mary

“LENA E LA TEMPESTA”

51aTJnaMBJL._SX329_BO1,204,203,200_AUTORE: Alessia Gazzola

EDITORE: Garzanti

GENERE: Romanzo

PAGINE: 186

PREZZO EBOOK: 9,99 euro

PREZZO CARTACEO: 16,40 euro

SINOSSI:

Si dice che ciascuno di noi, nel corso della propria vita, accumuli in media tredici segreti. Di questi, cinque sono davvero inconfessabili. Lena ne ha soltanto uno, ma si fa sentire dentro come se ne valesse mille. E per quanto si sforzi di dimenticarlo, è inevitabile per lei ripensarci mentre dal traghetto scorge l’isola di Levura, meta del suo viaggio. Levura, frastagliata e selvaggia, dove ha passato le estati indimenticabili della sua giovinezza. Dove non ha più rimesso piede da quando aveva quindici anni. Da quando ogni cosa è cambiata. Ora suo padre le ha regalato la casa di famiglia e lei ha deciso di affittarla per dare una svolta alla sua esistenza. Perché si sente alla deriva, come una barca persa tra le onde. Perché il suo lavoro di illustratrice, che ama, è ad un vicolo cieco. Lena non sarebbe mai voluta tornare a Levura, non sarebbe mai voluta tornare tra quelle mura. Ma è l’unica possibilità che ha. Mentre apre le finestre arrugginite e il vento che sa di mare fa muovere le tende, i momenti dell’ultima vacanza trascorsa lì riaffiorano piano piano: le chiacchierate, gli schizzi d’acqua sul viso, le passeggiate sulla spiaggia. E insieme il ricordo di quel giorno impresso a fuoco nella sua mente. Il suo progetto è quello di stare a Levura il tempo di trovare degli affittuari per poi ricominciare altrove tutto quello che c’è da ricominciare. Eppure nulla va come aveva immaginato. Lena non sa che quella stagione che abbronza il suo viso chiaro e delicato sarà per lei molto di più. Ancora non sa che l’isola sarà luogo di incontri inaspettati come quello con Tommaso, giovane medico che dietro un’apparente sicurezza nasconde delle ombre. Giorno dopo giorno Lena scopre che la verità ha mille sfumature. Che niente è davvero inconfessabile. Perché spesso la colpa ce l’ha solo una profonda fragilità.

RECENSIONE:

Lena, la protagonista, è una ragazza che deve fare i conti con il suo passato e con un grande segreto che pesa come un macigno. Ho molto apprezzato questo romanzo perché l’autrice, che già conoscevo, è riuscita a trattare un tema importante, come quello della violenza, in maniera delicata. Alessia Gazzola, attraverso questa tragica storia, è riuscita a trasmettere comunque un fondo di speranza a tutte noi.

Un saluto, Mary

METRO POETRY A TORINO

https---cdn.evbuc.com-images-60452349-57211602335-1-original.20190416-100818

Per il terzo anno consecutivo, a Torino, poesia in metropolitana, grazie al Salone del Libro. In tutte le stazioni della metro, dal 1° maggio al 30 giugno 2019, è possibile ascoltare ogni ora brevi poesie, all’interno della programmazione di Radio GTT.

Alle poesie di Pablo Neruda e di Federico García Lorca, si aggiungono i versi di un poeta di lingua spagnola, Antonio Machado.

Gli autori che fanno parte di Metro Poetry sono venti, fra i quali Emily Dickinson, Gabriele d’Annunzio, Giacomo Leopardi, Jacques Prévert, Arthur Rimbaud, Giosuè Carducci, Charles Baudelaire, Walt Whitman, Giovanni Pascoli.

Le voci, di attori e doppiatori, che interpretano i versi con sottofondo musicale sono di: Guido Calliero, Moreno Demaria, Rita Foti, Silvia Gualtiero, Marta Roventi Beccari e Paolo Montaldo, Chiara Francese e Bruno Noris.

Un saluto, Mary

“LEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTI E I DISEGNI”

NZOAUTORE: Johannes Nathan & Frank Zollner

EDITORE: Taschen

GENERE: Storia dell’arte

PAGINE: 488

PREZZO CARTACEO: 15,00 euro

 

SINOSSI:

Il volume esplora la vita e l’opera di Leonardo in dieci capitoli basati sulle lettere, i contratti, le pagine di diario e gli scritti del maestro. Tutti i dipinti vengono presentati e analizzati approfonditamente e L’annunciazione e Il cenacolo sono riprodotti a doppia pagina. La seconda parte del libro offre un catalogo ragionato dei dipinti, comprendente anche quelli andati perduti, corredati da testi che ne descrivono lo stato di conservazione. Sono inclusi tutti i dipinti che possono essere fondatamente attribuiti a Leonardo; grazie a nuove scoperte e alla ricerca scientifica, per la prima volta viene riunita in un’unica pubblicazione la sua opera pittorica completa.

RECENSIONE:

Una raccolta di tutti i disegni del grande genio Leonardo Da Vinci. Il libro è ricco di immagini ed accanto ad ognuna vi è una piccola descrizione che spiega tutto il lavoro e lo studio che c’è dietro ad ogni opera.

LEONARDO, UN GENIO SENZA TEMPO

Cinquecento anni fa, ad Amboise, moriva Leonardo da Vinci. Egli, simbolo del Rinascimento italiano, proprio nella città della Valle della Loira, trascorse gli ultimi anni della sua vita, ospite del re di Francia Francesco I. Arrivando in Francia portò con sé tre dei suoi dipinti preferiti: la Gioconda, la Vergine e il bambino con Sant’Anna e San Giovanni Battista (tutti oggi esposti al Louvre). Nei suoi tre anni ad Amboise, organizzò sontuose feste per la corte e lavorò per progettare una città ideale nella vicina Romorantin.

In suo onore sono stati emessi dal Mise quattro francobolli commemorativi con una tiratura di trecentomila esemplari di fogli, pari a 1,2 milioni di francobolli. I quattro francobolli, racchiusi all’interno di un foglio, riproducono ciascuno un’opera di Leonardo: il primo è un particolare degli “Studi di proporzioni del volto e dell’occhio”; il secondo è dedicato all’Adorazione dei Magi; il terzo è il “Ritratto di musico” e il quarto la “Testa di fanciulla” detta anche “La Scapiliata”. Sullo sfondo del foglio è riprodotta una pagina del Codice Arundel, custodito alla British Library di Londra.

Un saluto, Mary

ANTONIO LA CAVA E IL SUO BIBLIOMOTOCARRO

bibliomotocarro2

Antonio La Cava, detto Tonino, è un maestro in pensione di 74 anni che da circa vent’anni viaggia per la Lucania, per portare libri ai bambini e ai ragazzi. Il suo apecar è stato modificato come se fosse una vera e propria biblioteca: giunto nei vari paesi, i bambini e i ragazzi si avvicinano al Bibliomotocarro per prendere un libro in prestito, sapendo che dopo un mese dovranno restituirlo. Il Bibliomotocarro vuole anche stimolare la creatività e la scrittura grazie a dei quaderni bianchi consegnati ai bambini su cui scrivere le loro storie.

Questa idea nasce dall’ infanzia del maestro: egli infatti è cresciuto in campagna, tra galline, qualche maiale e libri. Il primo romanzo che ha letto è Fontamara di Ignazio Silone, libro che aveva preso in prestito da bibliobus, il servizio che venne messo a disposizione dal Provveditorato per tutto il Basento.

Una storia che ha colpito anche i media internazionali. Sulla Bbc la sua biblioteca, ribattezzata la più piccola d’Italia, in un video reportage, La Cava racconta la sua avventura che coinvolge i paesini più isolati, quelli con meno di 100 abitanti.

Un saluto, Mary

A LONDRA ARRIVANO GLI SHORT STORY DISPENSER

distributori-automatici-di-racconti-696x378

Gli Short Story Dispenser sono dei veri e propri distributori automatici di racconti, nati in Francia nel 2015  e ora presenti anche a Londra.

Il distributore ha la forma di un piccolo totem, sul quale sono presenti i tasti 1, 3 e 5 che indicano la durata di lettura; premendo poi il pulsante desiderato, la macchinetta emette il racconto su un foglietto della dimensione di uno scontrino.

La scelta è davvero ampia: Ci sono grandi autori come Charles Dickens e Virginia Woolf, ma anche racconti inediti di autori contemporanei come Anthony Horowitz, o storie di autori emergenti.

Tutti i racconti sono consultabili anche sul loro sito, dove è possibile selezionare i racconti in base alla durata e anche in base al genere letterario. Il primo distributore è stato aperto nell’aeroporto di Charles de Gaulle nel 2015 e il successo è stato tale che negli anni sono nati più di 200 distributori in tutto il mondo. Gli autori che hanno offerto i loro racconti sono più di 9000 e sul sito è nata una vera e propria community di lettori che conta più di 230000 iscritti.

Un saluto, Mary