TOM WOLFE E “IL FALO’ DELLA VANITA’ “

E’ scomparso, a 88 anni, il celebre giornalista statunitense Tom Wolfe. Egli creò il New Journalism, ovvero un nuovo giornalismo: raccontava, i fatti, ai lettori utilizzando tecniche narrative del romanzo. Fu autore del famoso slogan “radical chic” divenuto oggi un modo di dire. Tra i suoi libri più famosi c’è “Il falò della vanità”

NZO

SINOSSI:

Sherman McCoy è uno dei padroni di Wall Street e sente di avere il mondo in pugno: guadagna un milione di dollari all’anno, vive in un appartamento di quattordici stanze a Manhattan, al riparo dai pericoli e dalle violenze della metropoli multirazziale. Quando però una sera McCoy investe con l’auto un giovane nero nel Bronx, la polizia, i giornalisti, i politici e i difensori civici gli sono subito addosso, trasformando l’uomo di successo, il superprivilegiato, nella vittima designata di un’intera città. Una grande “commedia umana” che ha fatto tremare l’America dei potenti e dei pavidi, degli ipocriti e degli arrivisti. Tutti bruciati su un magnifico e indimenticabile falò delle vanità.

Un saluto, Mary

TOM WOLFE E “IL FALO’ DELLA VANITA’ “ultima modifica: 2018-05-16T09:22:00+02:00da tottina989

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.