“SPIACENTE, NON SEI IL MIO TIPO”

419AnuDAP-LAUTORE: Anna Zarlenga

EDITORE: Newton Compton

GENERE: Romanzo

PAGINE: 284

PREZZO EBOOK: 2,99 euro

PREZZO CARTACEO: 10,00 euro

SINOSSI:

Sara e Teo non potrebbero essere più diversi. Lei lavora come ricercatrice all’università, lui è un figlio di papà che presto o tardi erediterà una casa di produzione televisiva. Lei è bassina, ha forme morbide ed è poco appariscente, lui è il classico playboy sbruffone. In sostanza non hanno nulla in comune se non, a quanto pare, un’indiscussa antipatia per i matrimoni. Ed è proprio a una cerimonia di nozze che si conoscono e hanno modo di trovarsi insopportabili a vicenda. La reciproca e dichiarata incompatibilità non impedisce loro di dare inizio a un battibecco che li porta, un po’ per sfida, un po’ per gioco, a oltrepassare il limite… Ma nessuno dei due dà peso alla cosa: sono perfettamente consapevoli di non piacersi e che non si incontreranno mai più. I piani del destino sono però ben altri. Dopo una vita passata a dissipare soldi senza realizzare granché, Teo è costretto dal padre a riprendere a frequentare l’università: in caso contrario potrà dire addio al suo lavoro nell’azienda di famiglia. E il caso vuole che una delle sue docenti sia proprio l’insopportabile ragazza conosciuta mesi prima a un matrimonio…

RECENSIONE:

Storia assai divertente quella di Teo e Sara: due ragazzi completamente diversi. Lui, figlio di papà mentre lei una ragazza seria, con la testa sulle spalle. Quando si incontreranno, o meglio scontreranno, non potrete fare a meno di amare i loro battibecchi! E’ una storia che fa molto ridere, ma anche riflettere sul fatto di come a volte le apparenza ingannino e come una persona, che credavamo completamente estranea al nostro mondo, in realtà sia la persona giusta per noi!

Un saluto, Mary

#IOLEGGOPERCHE’ 2019

54798612_1032867606907494_6184444407329062912_n

Riparte #ioleggoperché, iniziativa nazionale dell’Associazione Italiana Editori. L’edizione 2019 del progetto culminerà nel periodo 19 – 27 ottobre. La parola d’ordine per il 2019 sarà “crescere ancora”.

Fino al 20 settembre le scuole italiane potranno iscriversi sulla piattaforma Ioleggoperche.it che, poi, permetterà loro di raccontare le attività avviate grazie ai libri arrivati con il progetto. Inoltre dalla fine del mese di Aprile anche le librerie potranno iscriversi.

Da un’indagine realizzata dall’Ufficio studi Aie è emerso come i libri di #ioleggoperché siano stati usati nel 54% dei casi per book talk, laboratori, confronti tra studenti, e in un altro 12% per recensioni e schede libro, a opera dei ragazzi stessi, e nel 5% per letture assegnate dall’insegnante. altro dato importante è la crescita del piacere di portarsi a casa un libro da leggere: per primarie e secondarie, risulta che spessissimo le scuole hanno evidenziato la scelta spontanea dei bambini e ragazzi di portarsi a casa i libri.

Un saluto, Mary

GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA

f41747e4-41be-11e9-9ac0-eb1efa78389a_TV Lana_Helmuth Rier (47)-kcYD-U11202497188141mUH-1024x576@LaStampa.it

VIRGILIO- E’ DOLCE PRIMAVERA

Alla selve, alle foglie dei boschi è dolce primavera;
a primavera gonfia la terra avida di semi.
Allora il Cielo, padre onnipotente, scende
Con piogge fertili
E accende ogni suo germe. Gli arbusti risuonano
Del canto degli uccelli, i prati rinverdiscono.
E i campi si aprono: si sparge la tenera acqua;
ora al nuovo sole si affidano i nuovi germogli.

PASCOLI – CANZONE DI MARZO

Marzo è matto.
Ormai che si è fatto questo nome,
chi glielo leva più?
Eppure vorrei vedere un altro al posto suo,
così a cavalcioni fra inverno ed estate
fra caldo e freddo,
e, da una parte, lo tira il vento di febbraio,
dall’altra, il cielo d’aprile gli fa l’occhiolino.
E quel povero marzo corre di qui e di là,
aiuta le gemme a schiudersi
spazza il cielo dalle nuvole,
si da da fare da tutte le parti…
Si capisce che qualche volta,
gli vengono le bizze e fa il matto.
Troppe esigenze per questo povero mese!

CARDARELLI – SCHERZO

Il bosco di primavera
ha un’anima, una voce.

È il canto del cucù,
pieno d’aria,
che pare soffiato in un flauto.

Dietro il richiamo lieve,
più che l’eco ingannevole,
noi ce ne andiamo illusi.

Il castagno è verde tenero.
Sono stillanti persino
le antiche ginestre.

Attorno ai tronchi ombrosi,
fra giochi di sole,
danzano le amadriadi.

PAVESE – PRIMAVERA

Sarà un volto chiaro.

S’apriranno le strade
sui colli di pini
e di pietra…
I fiori spruzzati
di colore alle fontane

occhieggeranno come
donne divertite: le scale
le terrazze le rondini
canteranno nel sole.

Un saluto, Mary

“BOOKSTART – I BAMBINI AMANO I LIBRI”

foto-10

Nella provincia di Bolzano è stato avviato il progetto Bookstart – I bebè amano i libri, rivolto ai genitori che desiderano favorire l’apprendimento, e lo sviluppo linguistico dei propri bambini. Chi aderisce al progetto riceve, gratuitamente dal Comune, due pacchetti di libri.

Oltre ardue pacchetti vi è anche quello Ben arrivato bebè – Informazioni e consigli per neogenitori, che contiene uno zainetto, un telo da bagno con cappuccio, una brochure informativa e due volumi per i piccoli.

Un saluto, Mary

“UN AMORE PERDUTO”

51XTEglz0rLAUTORE: Liz Trenow

EDITORE: Newton Compton

GENERE: Romanzo

PAGINE: 314

PREZZO EBOOK: 2,99 euro

PREZZO CARTACEO: 12,00 euro

SINOSSI:

Nell’estate del 1919, Ruby sta ancora piangendo la scomparsa di suo marito Bertie, uno dei tanti soldati inglesi morti nella Grande Guerra. I suoceri, affranti, le chiedono un ultimo favore: recarsi sui campi di battaglia in Belgio per scoprire dove riposa l’adorato figlio. Alice, una ragazza americana, è convinta che suo fratello Sam sia vivo. Lo sente. Ma poiché si è arruolato sotto falso nome, non ha più alcuna notizia di lui da quando è partito. Per questo abbandona la sua vita e il suo promesso sposo a Washington e salpa per l’Europa, decisa a trovare Sam. Martha ha rischiato tutto per arrivare in Belgio. È tedesca e sa che in quel Paese non troverà né comprensione né aiuto. Ma suo figlio si trova da qualche parte sul suolo belga e lei deve ritrovarlo per mantenere fede a una promessa fatta al marito. L’incontro di queste tre donne segnerà per sempre i loro destini, perché ciò che le unisce potrebbe essere molto più importante di qualsiasi differenza.

RECENSIONE:

Una meravigliosa storia d’amore, che però tocca delicatamente (visto il periodo storico in cui è ambientata) anche altri temi come la perdita e la crudeltà della guerra. Queste donna hanno lottato e hanno sperato senza mai arrendersi alla brutalità della guerra e di tutte le sue conseguenze.

Un saluto, Mary

“LA FAMIGLIA PRIMA DI TUTTO”

410NthBdxhLAUTORE: Sophie Kinsella

EDITORE: Mondadori

GENERE: Romanzo

PAGINE: 399

PREZZO EBOOK: 9,99 euro

PEZZO CARTACEO: 19,00 euro

SINOSSI:

Fixie Farr è sempre stata fedele al motto di suo padre: “La famiglia prima di tutto”. E, da quando lui è morto, lasciando nelle mani della moglie e dei tre figli il delizioso negozio di articoli per la casa che ha fondato a West London, Fixie non fa che rimediare ai pasticci che i suoi sfaticati fratelli combinano invece di prendersi cura di sé. D’altra parte, se non se ne occupa lei, chi altro lo farà? Non è certo nella sua natura tirarsi indietro e, soprattutto, non sa trattenersi dal mettere ogni cosa a posto, anche se non la riguarda. Così quando un giorno in un bar un affascinante sconosciuto le chiede di tenere d’occhio il suo portatile lei non solo accetta ma, a rischio della sua incolumità, salva il prezioso computer da un danno irreparabile. Sebastian, questo il nome dell’uomo, è un importante manager finanziario e, volendo a tutti i costi sdebitarsi con lei, le scrive su un pezzo di carta: “Ti devo un favore”. Sul momento Fixie non lo prende sul serio, abituata com’è a trascurare i suoi bisogni, ma si sbaglia di grosso. Riuscirà a trovare il coraggio di cambiare e smettere per una volta di pensare solo agli altri?

RECENSIONE:

E’ un romanzo che mi ha fatto ridere ma soprattutto mi ha fatto riflettere; tra risate e varie vicissitudini, l’autrice ci invita a riflettere sull’amore, su come amare la nostra famiglia, e perchè no anche come metterla in discussione. E’ un romanzo centrato sulla famiglia, sulle opportunità da cogliere, delle seconde possibilità che non sempre è possibile concedere e sulla paura di confrontarsi con i nostri cari che sembrano realizzati e più felici.

Un saluto, Mary

I PREMI NOBEL AL FEMMINILE

Su 110 premi Nobel vinti, solo 14 donne si sono aggiudicate il premio nel corso della storia. Sono:

Selma Ottilia Lovisa Lagerlöf (1909)

220px-Selma_Lagerlöf

_Grazia Deledda (1926)

deledda-grazia

_Sigrid Undset (1928)

220px-Sigrid_Undset_1928

_Pearl Buck (1938)

220px-Pearl_Buck_(Nobel)

_Gabriela Mistral (1945)

1334gabriela_mistral_012-300x300

_Nelly Sachs (1966)

Nelly_Sachs_1966

_Nadine Gordimer (1991)

ob_fed390_avt-nadine-gordimer-4207

_Toni Morrison (1993)

tonimorrison_credit_timothy_greenfield-sanders

_Wislawa Szymborska (1996)

Szymborska-foto4

_Elfriede Jelinek (2004)

220px-Elfriede_jelinek_2004_small

_Doris Lessing (2007)

220px-Doris_lessing_20060312

_Herta Müller (2009)

Author Herta Mueller from Berlin smiles prior to a reading of her new novel ?Atemschaukel? in Stuttgart, Germany, 07 October 2009. Herta Mueller moved up into the circle of favorites for the Nobel Prize for Literature. The Romania-born author was named as one of the first in all speculations one day before the awarding of the prize in Stockholm. Mueller currently ranks on the fourth place in the Ladbrokes bettings list. Photo: Bernd Weissbrod

_Alice Munro(2013)

92946-004-A5CA036B

_Svetlana Aleksievič (2015)

Svetlana-Aleksievic-1030x615

“Dagli occhi delle donne derivo la mia dottrina: essi brillano ancora del vero fuoco di Prometeo, sono i libri, le arti, le accademie, che mostrano, contengono e nutrono il mondo.”

(William Shakespeare)

Un saluto, Mary

 

IL PANIFICIO BIBLIOTECA

182346398-f901e1d8-4924-4bbf-a9f0-28e4a42b8a26

“Pane per alimentare il corpo e libri per nutrire la mente“.

Gianluca Cassiano, giovane panettiere di Brindisi, ha deciso di allestire una biblioteca all’interno del suo panificio.

Chi arriva nel panificio oltre ad acquistare pane e dolci, può prendere in prestito gratuitamente dei volumi, scegliendo tra i grandi classici fino alle nuove uscite; chiunque può prenderne liberamente uno e portarne degli altri.

L’idea nasce per diffondere la cultura e per renderla accessibile a tutti, anche a chi ha difficoltà economiche.

Un saluto, Mary

LA SERIE TV “IL NOME DELLA ROSA”

Il_nome_rosa_serie_TV_tratta_romanzo_Eco-696x378

Stasera, su Rai 1 andrà in onda la prima puntata della serie “Il nome della rosa”, diretta da Giacomo Battiato: sono previsti otto episodi, divisi in quattro puntate. Oltre a John Turturro nei panni del monaco francescano Guglielmo da Baskerville, recitano anche Damian Hardung che interpreta Adso da Melk, il giovane novizio che accompagna Guglielmo nelle indagini, Fabrizio Bentivoglio nel ruolo di Remigio; Rupert Everett è Bernardo Gui, Alessio Boni è Fra Dolcino e Stefano Fresi è Salvatore, il matto che fabbrica carta con gli stracci.

A differenza del romanzo, il regista ha introdotto due nuovi personaggi femminili, che nel libro non esistono. La scenografia di Cinecittà è stata curata nel minimo dettaglio, ci sono volute ventiquattro settimane di lavorazione tra Roma, Cinecittà, Lazio, Umbria e Abruzzo.

Un saluto, Mary