“IL SEGRETO”. DAL LIBRO AL FILM

7458_Ilsegreto_1285424926AUTORE: Sebastian Barry

EDITORE: Bompiani

GENERE: Romanzo

PAGINE: 395

PREZZO CARTACEO: 18,50 euro

PREZZO EBOOK: 9,99 euro

SINOSSI:

Roseanne McNulty è una centenaria reclusa in manicomio. Il Dr. Grene è il suo psichiatra. Entrambi stanno scrivendo: lei, clandestinamente, sta completando la sua autobiografia; lui scrive il suo diario. Il dr. Grene nei suoi diari racconta le ricerche che sta facendo sulla sua paziente Roseanne, la cui vita, nei documenti ufficiali, è molto diversa dalla verità che lei racconta. Il dottore non è per niente convinto della versione ufficiale e tende a credere alla sua paziente. Poco a poco, emerge la menzogna più grande: il neonato per cui è stata accusata di infanticidio non è morto, ma è stato affidato a un orfanotrofio. Quel bambino portava il nome del dottore.

RECENSIONE:

Mi sono imbattuta in questa storia per caso, una sera, mentre guardavo YouTube; tra i video consigliati c’era questo trailer. La trama mi è subito piaciuta così, prima di vedere il film, ho voluto leggere anche il libro. Inutile dirvi che la storia mi è molto piaciuta :D. La vicenda è ambientata in Irlanda durante la guerra d’indipendenza. Storia drammatica, dolorosa ma anche ricca di momenti d’amore e di passione di una donna e del suo grande amore. Roseanne, ora chiusa in una struttura, accusata di una cosa orribile mai commessa, ripercorre con il dott. Grene la sua vita, scrivendo una specie di diario. Il finale è sorprendente! La storia si evolve molto lentamente, forse per alcuni anche troppo, ma vi assicuro che ne vale davvero la pena!

IL FILM

Diretto da Jim Sheridan, già regista di capolavori indimenticabili come “Il mio piede sinistro” e “Nel nome del padre”, è interpretato da attori come Rooney Mara e il premio Oscar Vanessa Redgrave. Nel cast troviamo anche Theo James, Aidan Turner e Jack Reynor.

Un saluto, Mary

LE PICCOLE EROINE RIBELLI DELLA LETTERATURA PER L’INFANZIA

Pippi-Calzelunghe-982x540

Condivido con voi questo bellissimo articolo di Roberta Marasco de www.illibraio.it

Quante bambine ribelli hanno popolato le pagine dellaletteratura per l’infanzia? Quante e quanti di noi hanno trovato nelle loro storie il coraggio di scrivere la propria, anche uscendo dai margini, se necessario? Io personalmente sarò sempre grata a Louisa May Alcott per aver fatto sposare Jo di Piccole donne (fosse pure con il noioso e pacato professor Bhaer), convincendomi che le donne testarde e con un caratteraccio non sono destinate a restare zitelle. Del resto, fin da quandoCappuccetto Rosso sceglie la strada sbagliata e rende la visita alla nonna molto più movimentata, il dubbio si instilla nella mente di ogni bambino: “E se prendessi la direzione proibita, invece?” L’avventura è lì, a un passo da noi, in agguato dietro ogni disobbedienza.

Le bambine ribelli delle storie con cui siamo cresciute e con cui crescono i bambini di oggi, però, non sono solo disobbedienti.Spesso sono semplicemente diverse. Seguono le proprie passioni e inclinazioni sfidando i sopraccigli alzati e i sorrisetti di chi le circonda. Continuano a essere se stesse, nonostante tutto.

C’è un’altra lezione racchiusa in queste e in molte altre storie: la solitudine. Non è uno stigma, soprattutto quella femminile, come ci hanno abituate a pensare. Non è necessariamente sbagliata. È una tappa, una scelta, perfino uno strumento, a volte. Quasi sempre è il prezzo da pagare quando si decide di fare di testa propria. Di tutti i consigli che vorrei dare a mia figlia, forse questo è il più difficile e il più necessario. Non farti spaventare dalla solitudine, non sempre è il segno che sei sulla strada sbagliata, anzi. E non dura in eterno. A volte è l’unico modo per trovare i compagni di strada giusti, a cominciare da se stesse.

Fra le tante, tantissime storie di bambine ribelli, coraggiose, anticonformiste, eccone alcune, in rappresentanza di tutte le altre. Tutte, in modi diversi, cercano di affermarsi per quello che sono e di restare fedeli a se stesse, a dispetto del mondo che le circonda.

Piccole donne di Louisa May Alcott

piccoledonne-981x540-654x360

La prima non può che essere lei, Jo March. Jo che si taglia i capelli per pagare il viaggio alla madre, insegnandoci così fra le righe che la via più retta è quella che ci porta verso noi stesse; Jo che scrive e legge nella sua soffitta, perché le passioni delle donne vanno tenute nascoste, ma prima o poi, a crederci davvero, trovano il modo per uscire nel mondo. Jo che non si lascia imbrigliare da nessuno, che trova il modo di conciliare lo spendersi per gli altri con le proprie aspirazioni, sia pure sotto lo sguardo arcigno e severo della zia. Jo ha insegnato a eserciti di ragazzine che la libertà va conquistata, che non te la regala nessuno, che spesso te la tolgono da sotto il naso quando credevi di essertela guadagnata e che ci sarà sempre qualcuno che cerca di domarti, anche quando sei convinta di fare la cosa giusta. Ma che non esiste sogno troppo audace per poter essere vissuto.

Matilde di Roald Dahl

Matilde-di-Roald-Dahl-300x468

La piccola Matilde, intelligente e gentile e spietata, se necessario, come quando si tratta di riempire di colla il cappello di papà. Matilde, che vive in un mondo che non la merita, nata in una famiglia che non la merita e tormentata da una direttrice che non la merita, è la speranza di riscatto di chiunque sappia di essere speciale anche se nessuno sembra accorgersene. Matilde non vacilla mai, tiene testa a qualunque forma di autorità, procede decisa per la sua strada senza lasciarsi sfiorare dalla crudeltà altrui, sempre fedele a se stessa e alla sua idea di amore, anche a costo di rinunciare all’irrinunciabile, alla parodia di affetto che le è toccato in sorte, quello della propria famiglia.

Pippi Calzelunghe di Astrid Lindgren

Pippi-calzelunghe_PIATTO-364x540

Pippi è la fantasia personificata, la dimostrazione che tutto è possibile, con un po’ di ottimismo e con un gran sorriso stampato in faccia. Pippi non si adegua alla realtà, sfida ogni legge, a cominciare da quella di gravità, smentita dalle treccine orizzontali color carota. Pippi è leggerezza, è fiducia, è l’amica che tutti vorremmo avere o la bambina che vorremmo diventare. Pippi è irriverente, creativa, sovversiva, con le sue scarpe troppo grandi e il letto usato al contrario. Pippi è colorata e sfacciata e inarrestabile. È l’eroina di chi vuole sentirsi libero e reinventare il mondo.

L’evoluzione di Calpurnia di Jacqueline Kelly

Levoluzione-di-Calpurnia-366x540

Unica femmina di sette figli, stritolata dal calore impietoso del Texas, la piccola naturalista in erba Calpurnia è il punto di riferimento di qualunque ragazzina che invece di scappare davanti a un lombrico si chiede se sia possibile addestrarlo. Anche Calpurnia si taglia i capelli, ma senza i nobili propositi di Jo. Al contrario, la sua è una disobbedienza astuta e sottile. Davanti al rifiuto della madre, deciderà di tagliarli lo stesso, ma un pollice alla volta, in modo che nessuno se ne accorga. Calpurnia è curiosa, ironica, intelligente, imprevedibile. La sua è una ribellione fatta di piccole scoperte continue, la storia di un’emancipazione spontanea e inarrestabile, come la natura che la circonda.

Momo di Michael Ende

Momo-di-Michael-Ende

Momo vive fra le rovine di un anfiteatro, alla periferia di una città senza nome. Non ha una famiglia, non ha amici, non ha praticamente niente, neanche un’età, tranne il suo lungo cappotto, il nome che si è data da sola e la capacità di ascoltare. Momo è il nostro tempo più prezioso, è il nostro presente un attimo prima che diventi passato, è la nostra occasione di felicità, più concreta di quanto sembri e più fragile di quanto crediamo. Momo è il punto di vista che ci salverà, è la protagonista che tutti sentiamo il bisogno di difendere e preservare intatta dentro di noi, nascosta nelle nostre giornate e nell’adulto che siamo diventati.

Stargirl di Jerry Spinelli

Stargirl-Jerry-Spinelli

Quanto è difficile essere se stessi? Tanto quanto arrivare in una scuola di provincia con un topo in tasca e la passione per l’ukulele; quanto vestirsi in modo stravagante dove tutti gli altri cercano di omologarsi, quanto piangere ai funerali degli sconosciuti o tifare per la squadra avversaria o ballare senza musica o augurare buon compleanno a chi non ti rivolge neanche la parola. Essere se stessi è tanto difficile quanto essere entusiasti e scegliere di cambiare il mondo e renderlo più felice, invece di cercarne uno che ci assomigli di più. Stargirl è l’eroina per chi vuole guardare la realtà con occhi nuovi, per chi cerca il coraggio di fare di testa propria, per chi ha bisogno di sentirsi a casa senza smettere di sentirsi se stesso.

Tornatràs di Bianca Pitzorno

Tornatràs-di-Bianca-Pitzorno-300x466

Colomba è la piccola paladina dei deboli, dei diversi, di chi non si arrende. È l’eroina che ci salva dalla realtà, dalla brutta televisione, dagli uomini senza scrupoli, dai prepotenti e dai finali tristi. Anche lei ha una mamma che passa tutto il suo tempo davanti alla televisione (prima di finirci dentro), anche lei deve ricominciare da capo con amici nuovi e nuovi vuoti da riempire, anche lei deve difendersi da sola, oltre a fare la spesa e a preparare da mangiare. Colomba è una delle tante eroine senza mamma, così si torna indietro, tornatràs, appunto, verso le proprie origini, verso il passato, verso la felicità perduta e verso il proprio destino. Perché a volte per sentirsi amati bisogna tornare indietro, finché non si è tornati indietro abbastanza da poter ricominciare a guardare avanti.

Roller Girl di Victoria Jamieson

Astrid è decisa a diventare una roller, la sua passione è gareggiare sui pattini, non importa quante cadute dovrà sopportare, quante figuracce, quante umiliazioni. Non importa se la sua migliore amica invece ama la danza e finisce per piantarla in asso. Non importa perché Astrid imparerà a rialzarsi ogni volta, si tingerà i capelli di blu e scoprirà il valore della sfida, oltre a nuove amicizie. Anche Astrid deve disobbedire per inseguire i suoi sogni, anche Astrid prende una strada un po’ diversa dal previsto, pur di crescere e realizzare il suo desiderio. Perché quando hai scoperto che cosa vuoi fare davvero, è un attimo smettere di essere Astrid e diventare Asteroide, che attraversa lo spazio e il tempo con la sua scia di fuoco.

Coraline di Neil Gaiman

Coraline-di-Neil-Gaiman

Coraline è una bambina inquieta, saggia e curiosa, che si aggira da sola, ignorata dagli adulti e dai bambini, in una nuova casa con tredici porte e una quattordicesima che dà su un muro di mattoni. Oltre quel muro c’è un’altra casa, identica alla sua, con un’altra madre, identica alla sua ma con due bottoni al posto degli occhi. Anche Coraline ha un nome speciale, che tutti sembrano incapaci di pronunciare senza storpiarlo, proprio come sembra impossibile afferrare i desideri senza storpiarli e scoprire che nessuno li vuole davvero. Coraline ci insegna, come scrive lo stesso Gaiman, “che essere coraggiosi non significava affatto non avere paura. Essere coraggiosi significava proprio avere paura, molta paura, una paura da matti, e ciò nonostante fare la cosa giusta”.

“MORE THAN THIS”

51780V3O8fL._SY346_AUTORE: Jay Mclean

EDITORE: Fabbri

GENERE: Romanzo

PAGINE: 236

PREZZO EBOOK: 6,99 euro

PREZZO CARTACEO: 16,90 EURO

 

SINOSSI:

Mikayla ha diciott’anni e tutto ciò che alla sua età si possa desiderare: un fidanzato bello e attraente, dei genitori meravigliosi e un’amica del cuore. Ma quello che sarebbe dovuto essere un evento da sogno, il ballo del liceo, si trasforma per lei in un incubo: un tradimento e una tragedia che si abbatte sulla sua famiglia cancellano tutto ciò che ama, costringendola a diventare adulta all’improvviso. Ogni certezza le si è sgretolata tra le mani, non ha più punti di riferimento, nessuno su cui contare… Tranne Jake, appena incontrato, ma che con quei suoi occhi azzurro cielo sembra conoscerla da sempre. Il ragazzo si prende cura di lei giorno dopo giorno, tentando di rimettere insieme i pezzi del suo cuore infranto. Rispettando i suoi cupi silenzi e il suo dolore sconfinato. Amandola senza riserve. Ma Mikayla, che lo ricambia dal primo istante, cerca in ogni modo di mantenere le distanze per paura di soffrire ancora. Troverà la forza di cancellare definitivamente i fantasmi del passato e andare incontro al futuro? Dovrà riuscirci, se vuole ricominciare a vivere… e ad amare.

RECENSIONE:

Una volta iniziata questa lettura non si riesce a fare altro; finivo un capitolo, facevo piccole pause (durante le quali pensavo già a quello che sarebbe potuto succedere dopo) e poi ritornavo subito per iniziare il nuovo capitolo. Innanzitutto il libro si apre insolitamente: la storia parte subito con l’episodio doloroso del tradimento di Scott nei confronti di Mikayla e la morte della famiglia di quest’ultima. La protagonista spaesata e all’improvviso sola al mondo trova rifugio e calore nella casa e tra le braccia di Jake, un ragazzo appena conosciuto, molto responsabile, tranquillo e generoso. Tra di loro scatta subito qualcosa, ma sarà qualcosa che si evolverà nel tempo, non subito. Insieme a lui ci saranno anche i suoi “strani” amici, che le faranno tornare il sorriso e le permetteranno di ottenere una piccola vendetta nei confronti del suo ex 😀 .

Un saluto, Mary

ALCUNE TRA LE PIU’ BELLE LIBRERIE AFRICANE

Senza-titolo-982x540

Per tutti coloro che amano andare a caccia di librerie, alla ricerca di quelle locali e tipiche del posto, ecco una rassegna di alcune librerie del continente africano che ci sono sembrate interessanti, prendendo spunto dalla selezione di BookRiot (da cui sono tratte le immagini, ndr).

The Jazzhole, Nigeria

Nella città di Lagos, Nigeria, la libreria The Jazzhole si dedica alla cultura hip, occupandosi sia di libri che di musica, organizza letture e performance musicali, con un angolo bar dove rifocillarsi tra una lettura e un ascolto. Qui la loro pagina Twittere Instagram.

Africa1-540x360

Librairie des Colonnes, Marocoo

La Librairie des Colonnes a Tangeri, Marocco, dal 1949 offre il meglio della letteratura marocchina tradotta in quattro lingue a fianco ai grandi classici della letteratura internazionale. Dal 2006 è anche casa editrice, come si legge sulla pagina Facebook.

Africa2-540x540

The Book Lounge, Sud Africa

È definita “una libreria indipendente per pensatori indipendenti”, e al suo interno vengono organizzati incontri con gli autori e letture pubbliche: The Book Lounge è un punto di incontro nel cuore di Città del Capo. Qui le pagine Facebook e Twitter.

Senza-titolo-982x540

Diwan Bookstore, Egitto

Con diverse sedi in Egitto, la catena di librerie Diwan crede che il mondo si possa cambiare un libro alla volta e vuole fungere da ponte tra culture diverse, offrendo libri che vengono da ogni parte del mondo. Qui le pagine Facebook e Twitter.

africa4-768x959

Book World, Etiopia

Aperta nel 1981, Book World è una delle più grandi librerie di Addis Abeba e ha come scopo la promozione della lettura e della cultura nel paese: è uno dei pochi posti in Etiopia in cui si possano acquistare le testate giornalistiche internazionali. Ecco la pagina Facebook.

africa5-480x360

Clarke’s Bookshop, Sud Africa

Specializzata in libri d’arte sud africana, la libreria Clarke’s Bookshop si trova a Città del Capo, aperta dal 1956 oggi si dedica anche al commercio di libri usati, acquistando e rivendendo molti volumi di seconda mano. Qui la pagina Instagram.

africa6-640x360

Chez Alpha Books, Senegal

Situata a Dakar, Senegal, la Chez Alpha Books è più di una libreria: si occupa di promuovere l’apprendimento della lingua inglese, offrendo un servizio di prestito dei libri in lingua e dei corsi di preparazione alle certificazioni internazionali. La pagina Twitter e quella Facebook.

Africa7-641x360

Exclusive Books, Sud Africa

Aperta nel 1951, Exclusive Books si definisce come un punto di contatto culturale: organizza letture, presentazioni e dibattiti per animare la vita culturale offerta al pubblico; si alimenta della passione di chi ci lavora. Qui la pagina Twitter e Facebook.

Africa8-640x360

Fonte:www.illibraio.it

GL’ISTRICI COMPIONO 30 ANNI

istrici1big

Da bambina ho cominciato ad avvicinarmi alla lettura, e ai libri, proprio grazie a queste collane fantastiche. Leggendo e ammirando le loro copertine ho iniziato ad amare questo strepitoso mondo: quello della lettura. Per questo ho deciso di condividere con voi questo bellissimo articolo preso da www.ilpost.it 🙂

Alla fine del 1987, quasi trent’anni fa, la casa editrice Salani cominciò a pubblicare Gl’Istrici, una collana di romanzi per ragazzi con le copertine gialline ben nota a moltissimi che siano stati bambini dalla fine degli anni Ottanta in poi. Gl’Istrici ebbero subito un grande successo commerciale e di critica, non solo per i singoli libri ma come collana. Si distinguevano dalle altre collane per ragazzi italiane dell’epoca per varie ragioni: proponevano libri di autori stranieri, non davano un’indicazione sulla fascia d’età a cui leggerli – al contrario, Salani diceva che andavano bene «dai tre agli ottant’anni» – e perché erano (e sono) fatti come dei libri per adulti, cioè in formato tascabile, con una grafica elegante e riconoscibile, una nota biografica sull’autore prima del frontespizio e una quarta di copertina molto chiara sul contenuto del libro. Oggi molte altre collane di libri per ragazzi sono così. I primi due libri pubblicati in Gl’Istrici furono due romanzi per ragazzi di Roald Dahl – Il GGG e Le streghe – e il successo di questo autore, che era già stato pubblicato in Italia ma senza essere particolarmente apprezzato, contribuì in gran parte a quello dell’intera collana.

Oltre a Dahl, tra i primi autori pubblicati in Gl’Istrici ci sono la svedese Astrid Lindgren (i suoi Pippi Calzelunghe e Rasmus e il vagabondo sono il terzo e il quarto libro della collana), le britanniche Penelope Lively e Mary Norton (autrice della saga degli Sgraffignoli, da cui Hayao Miyazaki ha tratto Arrietty), il tedesco Michael Ende, l’austriaca Christine Nöstlinger e la finlandese Tove Jansson, la creatrice dei Mumin. Peraltro nel 1987 nacque anche la casa editrice Iperborea, specializzata in romanzi – questi per adulti – scritti da autori scandinavi, tra cui la stessa Jansson, di cui sta per riuscire L’onesta bugiarda ed è da poco stato pubblicato Fair play. Con l’inizio degli anni Novanta cominciarono a essere pubblicati anche libri di autori italiani, come Silvana Gandolfi, e classici come Peter Pan di James Matthew Barrie, Winnie Puh di A.A. Milne e Pinocchio di Collodi.

La scelta dei libri di Gl’Istrici era legata a un’idea precisa, cioè dare ai bambini cose che si avvicinassero il più possibile ai loro gusti e che come prima cosa non cercassero di educarli ma di divertirli. Donatella Ziliotto, ideatrice e prima direttrice della collana, oltre che traduttrice di molti libri di Dahl, lo spiegò così: «Con Gl’Istrici ho pensato di dare ai bambini ciò che essi chiedevano, cioè i generi come l’horror, il giallo, il sentimentale, la fantascienza, il fantasy che di solito erano rivolti solo ed esclusivamente agli adulti. (…) Si trattava di scegliere testi che fossero ‘dalla parte dei bambini’ anche sotto il profilo stilistico, cioè scorrevoli, veloci, dinamici, ricchi di una costante tensione, con poche descrizioni e molti dialoghi». Un’altra persona che sintetizzò benissimo che tipo di cambiamento portarono Gl’Istrici fu la scout letteraria Grazia Cherchi, che disse: «Ah, se penso alla mia infanzia di lettrice perennemente in lacrime tra Incompreso e Cuore, Senza famiglia e Il romanzo del giovane povero, come non provare invidia per i bambini che leggono Dahl?».

In occasione dei trent’anni della collana, sono e saranno realizzate delle nuove edizioni di alcuni dei più amati tra i libri di Gl’Istrici: la grafica delle copertine è nuova, anche se conserva le illustrazioni già presenti sulle vecchie edizioni. I primi volumi di questa nuova edizione sono in libreria da oggi. La nuova grafica è stata realizzata dal grafico specializzato in copertine di libri Nicholas Misani, che lavora a New York ma è nato a Milano e cresciuto a Crema.

Fu grazie a Gl’Istrici che Salani – che, fondata nel 1862, è una tra le più antiche case editrici italiane – si riprese dopo anni di scarse vendite e continui cambi di proprietà. Prima di Gl’Istrici il periodo di maggior successo per Salani era stato negli anni Venti, quando la sua collana di libri per ragazzi più importante era la Biblioteca dei miei ragazzi. Quando nel 1986 Mario Spagnol, direttore editoriale e socio di Longanesi, rilevò Salani, la casa editrice sembrava stare per chiudere. Grazie a Gl’Istrici prima e al successo dei romanzi di Harry Potter poi, oggi è una delle più importanti case editrici per ragazzi, anche se pubblica anche libri per adulti. Dal 2005 fa parte del Gruppo editoriale Mauri Spagnol (GeMS). Oggi Gl’Istrici sono 257 (anche se purtroppo sono finiti fuori catalogo) e dal 1987 a oggi hanno venduto otto milioni di copie. La loro presentazione però è sempre la stessa:

«Dice una leggenda che Gl’istrici scagliano i loro aculei, come frecce, su chi li stuzzica. Provate a stuzzicare i nostri Istrici ed essi vi pungeranno: colpiranno la vostra fantasia e il vostro cuore, divertendovi, affascinandovi e spaventandovi. Li abbiamo cercati in tutto il mondo e ora sono qui per pungervi, pungervi».

“CORRERE. AL FEMMINILE”

51beW9AWqnL._SX327_BO1,204,203,200_AUTORE: Alexandra Heminsley

EDITORE: Vallardi A.

GENERE: Sport

PAGINE: 235

PREZZO EBOOK: 4,99 euro

PREZZO CARTACEO: 14,90 euro

SINOSSI:

La curvy Alexandra aspirava ad avere un lato B da atleta, un punto vita da fotomodella, la flessibilità di una gazzella… La gym l’aveva delusa e lo yoga annoiata, così si è avvicinata alla corsa: all’inizio non riusciva a reggere nemmeno per 5 chilometri, ma dopo meno di un anno è riuscita a macinare di corsa i 42 chilometri della Maratona di Londra e, sei anni dopo, poteva vantare la partecipazione a sei maratone in due continenti! Leggendo il racconto delle sue avventure, scopriamo che non si corre solo con le gambe, ma anche con la testa. Le sue esperienze, le sue fatiche, così come le sue conquiste e i suoi traguardi, non la fanno crescere solo come sportiva, ma anche come persona. Oltre a regalarci molti spunti di riflessione (sull’autostima, la motivazione, le relazioni…), l’autrice ci svela anche tutti i segreti pratici che lei stessa avrebbe voluto conoscere agli inizi: allenamento, disturbi fisici, fisiologia femminile, tecnica, stile, abbigliamento, app e strumenti tecnologici. Un libro che farà venire voglia a tutte le donne di infilarsi in un paio di scarpette, perché “correre fa crescere il cuore”.

RECENSIONE:

Questo libro, di qualche anno fa, è stato davvero una scoperta: l’autrice ci racconta il suo percorso per arrivare a correre nelle più famose maratone del mondo; il racconto si sviluppa in una parte tecnica e sportiva ed una parte psicologica, dove ammette le sue fragilità e difficoltà. Tutto questo poi è condito dal grande senso dell’umorismo dell’autrice, che rende molto piacevole e scorrevole questa lettura. La sua grande caparbietà, forza e coraggio l’hanno portata a raggiungere importanti traguardi, a non mollare mai e a non lasciarsi abbattere dai commenti, a volte, inopportuni degli altri…e come dice lei stessa: ” TENETE LA TESTA ALTA E CORRETE, DONNE!”

Un saluto, Mary

“MALEDETTO BELLISSIMO AMORE”

516UIeYkMyLAUTORE: Kendall Ryan

EDITORE: Newton Compton

GENERE: Romanzo

PAGINE: 153

PREZZO EBOOK: 4,99 euro

 

SINOSSI:

Colton non si sarebbe mai aspettato di vedere andare via Sophie. Era sua. La possedeva. Solo che non lo sapeva ancora. Ora deve riconquistarla e sconvolgerla al punto che non vorrà mai più andarsene.

RECENSIONE:

Sicuramente da questo seguito mi sarei aspettata qualcosa di più. La questione riguardante l’ex moglie di Colton viene risolta troppo in fretta, avrei voluto più suspance; tutto il resto si concentra solo sui rapporti fisici tra i due. Alla fine, tutto sommato, è stato svelato l’epilogo di questa storia che tanto mi era piaciuta nel I volume.

Un saluto, Mary

“IL NOSTRO DOLCISSIMO SEGRETO”

51XDiuNrd6L._SY346_AUTORE: Nicole Williams

EDITORE: Newton Compton

GENERE: Romanzo

PAGINE: 317

PREZZP EBOOK: 4,99 euro

PREZZO CARTACEO: 8,42 euro

SINOSSI:

Clara Abbot e Boone Cavanaugh sono stati inseparabili. Hanno vissuto una storia fatta di baci appassionati e tante promesse, intensa come solo un amore adolescenziale sa essere. Pensavano che nulla avrebbe mai potuto mettersi fra loro. Poi sono cresciuti, e si sono dovuti confrontare con la realtà: non erano fatti per stare insieme. Troppo diversi i loro caratteri, troppo diverse le loro famiglie. Boone era un ribelle con una madre alcolizzata, Clara una ragazza tutta buone maniere, figlia maggiore del magnate del petrolio di Charleston. La loro favola era destinata a finire. Quando Boone ha lasciato Clara, lei si è imposta di dimenticarlo e di rifarsi una nuova vita in California. Entrambi sono andati avanti. Finché un giorno, dopo sette anni, Clara lo rivede in occasione del matrimonio di sua sorella. Che cosa prova per lui? Rabbia? Indifferenza? Pena? E cosa prova lui? Forse c’è un modo per scoprirlo, ma deve rimanere assolutamente un segreto…

RECENSIONE:

E’ una storia molto tenera e, a tratti, commuovente  quella che ha scritto Nicole Williams; con questa narrazione ha scavato in fondo all’anima, ha saputo emozionarmi come poche volte è successo leggendo libri. E’ riuscita a scrivere di come sia sempre sbagliato giudicare solo dalle apparenze o dal mondo in cui si proviene; tutti meritiamo una possibilità, abbiamo delle capacità anche se non siamo famosi, ricchi, perfetti o bellissimi. L’amore profondo tra questi due ragazzi è riuscito a sopravvivere a tutto e a tutti, sconfiggendo i pregiudizi più cattivi della gente. Clara e Boone, dopo aver vissuto in passato una storia, e un tragica perdita, si separano; dopo anni si rivedono e finalmente dopo molte peripezie scoprono che cosa e chi li ha voluti allontanare. Super consigliato!

Un saluto, Mary

LA MAPPA LETTERARIA DEL MONDO

Mappa-letteraria-1-2

Un’idea non certamente nuova ma bella quella di “Backforward24” (pseudonimo dell’autore), che ha realizzato una mappa della letteratura del mondo. Ogni stato, racconta Indy100, è ricoperto con la copertina del libro che secondo l’autore rappresenta meglio la cultura della nazione. Naturalmente le scelte dell’autore non sono condivise da tutti ma certamente hanno dato vita a una selezione che affascina e crea dibattito. L’opera ha spinto infatti a riflettere su quali siano oggi le opere più rappresentative di un popolo, di una nazione.

TRA CLASSICI E CONTEMPORANEI – I libri scelti vanno dai classici, come “Guerra e pace” di Tolstoj per la Russia, a romanzi di autori contemporanei come “L’ombra del vento” di Carlos Ruiz Zafón, che soffia il posto al “Don Chisciotte” di Cervantes. Anche per l’Italia Backforward24 non ha puntato su un classico ma su un autore contemporaneo: a Dante o gli altri immensi autori della nostra letteratura è stata preferita Elena Ferrante con “L’amica geniale“, che oggi è forse il libro italiano più letto all’estero.

DALL’AMERICA AL GIAPPONE – I libri scelti per gli altri paesi, per esempio, sono “Uomini che odiano le donne” di Stieg Larsson per la Svezia, “Il Dio delle piccole cose” di Arundhati Roy per l’India, “I miserabili” di Victor Hugo per la Francia, “Don Casmurro” di Joaquim Maria Machado de Assis per il Brasile, “Il tunnel” di Ernesto Sabato per l’Argentina, “Il mio nome è Rosso” di Orhan Pamuk in Turchia, “Orgoglio e pregiudizio” in Gran Bretagna e l’”Ulisse” di Joyce in Irlanda, “L’uccello che girava le viti del mondo” di Haruki Murakami in Giappone, “Il buio oltre la siepe” di Harper Lee. Cosa ne pensate? Siete d’accordo? Magari non amate la Ferrante ma siete follemente innamorati di Murakami? Vi sentite più giapponesi che italiani? Una mappa curiosa che offre diversi spunti di riflessione.

Fonte: www.libreriamo.it

“UN BACIO ALL’IMPROVVISO”

51pfhr2buYL._SX313_BO1,204,203,200_AUTORE: Lauren Rowe

EDITORE: Newton Compton

GENERE: Romanzo

PAGINE: 379

PREZZO EBOOK: 3,99 euro

PREZZO CARTACEO: 5,90 euro

SINOSSI:

La passione tra Josh Faraday e Kat Morgan si fa ancora più esplosiva e travolgente. Finalmente Kat ha ottenuto ciò che desiderava: condividere i più profondi e oscuri segreti di Josh. Ma la scoperta di quelle fantasie inconfessabili li avvicinerà o, al contrario, creerà un solco tra loro, riportando alla luce vecchi demoni? E la folle attrazione, l’impetuosa carica erotica del loro rapporto resisteranno alla prova della routine? Senza più inibizioni, Josh e Kat erano pronti a soddisfare ogni loro voglia e ogni capriccio, ma non si sarebbero mai…

RECENSIONE:

Purtroppo devo dire che la storia, stavolta, non mi è piaciuta; sono solita leggere questo genere di libri e spesso scrivo recensioni positive su di essi ma non è questo il caso. L’ho trovato un “pò troppo” per quel che riguarda il sesso e altro e mi sarebbe piaciuto leggere anche di molto altro della vita di questi personaggi.

Un saluto, Mary