Vietato…a chi???

Da oggi si potrà fare tutto e di più, in barba alle leggi italiane. Se vieni fermato da un agente dell’ordine, ignoralo e prosegui per la tua strada senza voltarti dietro. Questo lo si può fare, se  si è  fortunati ad essere nati in una nazione ricca, laureati e bianchi. Già a proposito di razzismo. Siccome il colore della pelle è  “bianca” puoi violare le leggi tranquillamente, sopratutto se risiedi in altra nazione, diversa da quella  di appartenenza.

Una missione che si impone una giovane di 31 anni, capitano di Sea Watch,  una nave ONG con bandiera olandese e equipaggio tedesco, che in barba alle leggi italiane decide  dove, quando e perché  sfidare  il governo italiano con la presunzione di essere nel giusto e che nessuno può fermarla. Nonostante il divieto di ingresso nelle acque  italiane e l’invito delle motovedette  della Guardia di  Finanza e della Capitaneria di Porto a non procedere ulteriormente, questa, imperterrita, prosegue nel suo intento di arrivare nel porto italiano di Lampedusa. Non so come andrà a finire, certo è che se l’avessi fatto io non ci sarebbero i paladini dell’immigrazione clandestina del PD a sostenermi.

Sarei in galera per direttissima.

Mastro

Il momento peggiore

Ognuno ha i suoi momenti bui e io non faccio eccezione.

Oltre a mal sopportare la grande mancanza di rispetto per il prossimo che oggi è presente in modo così pressante ovunque e che credo sia una sofferenza per chi non ha più la leggerezza degli anni verdi; il mio momento peggiore è alla sera quando  arriva l’ora  di andare a letto.  Non ne ho voglia, desidero vivere ancora la giornata e spesso mi ritrovo a tarda notte pimpante come se  dormire non fosse più  un esigenza. Avverto  vuoto, insoddisfazione. Ripasso le mie giornate che trascorrono inesorabilmente  senza grandi scossoni, sempre uguali. Non che non possa, se voglio,  dare un pizzico di brillantezza, ma  mi sono imposto  di essere virtuoso. Non  voglio cimentarmi in nulla che non sia normalmente tranquillo e giustificato. Però la sera, sul tardi, quando è ora di andare a nanna, inconsciamente non ho voglia di finire la giornata che ritengo incompleta, grigia.

Mastro