Il momento peggiore

Ognuno ha i suoi momenti bui e io non faccio eccezione.

Oltre a mal sopportare la grande mancanza di rispetto per il prossimo che oggi è presente in modo così pressante ovunque e che credo sia una sofferenza per chi non ha più la leggerezza degli anni verdi; il mio momento peggiore è alla sera quando  arriva l’ora  di andare a letto.  Non ne ho voglia, desidero vivere ancora la giornata e spesso mi ritrovo a tarda notte pimpante come se  dormire non fosse più  un esigenza. Avverto  vuoto, insoddisfazione. Ripasso le mie giornate che trascorrono inesorabilmente  senza grandi scossoni, sempre uguali. Non che non possa, se voglio,  dare un pizzico di brillantezza, ma  mi sono imposto  di essere virtuoso. Non  voglio cimentarmi in nulla che non sia normalmente tranquillo e giustificato. Però la sera, sul tardi, quando è ora di andare a nanna, inconsciamente non ho voglia di finire la giornata che ritengo incompleta, grigia.

Mastro

 

Il momento peggioreultima modifica: 2019-06-18T15:25:20+02:00da mastro.zero

14 pensieri su “Il momento peggiore

  1. Mmm… vuoi mantenerti virtuoso? Significa che aspireresti alla trasgressione? Beh, vedi tu se il gioco vale la candela. Gli eccessi possono far mettere da parte la tristezza per un momento, ma poi? Riusciresti a convivere col rimorso di aver trasgredito?

  2. Capita così quando si mettono da parte i desideri…la giornata ti sembra incompleta perchè non hai dato spazio ai tuoi hobby. Cerca di ritagliarti un momento per fare le cose che ti piacciono, che sia il giro in moto o curare l’orto, perchè non si può vivere di soli doveri.
    Buona giornata, Mastro, un sorriso 🙂

  3. Le cose che devi , non puoi non farle, ma ogni giorno del tempo per te ( anche se fosse di solo venti minuti) lo devi assolutamente trovare , sennò finisci di avere sensazioni strane, credimi non è bello assolutamente…
    La vita scorre veloce , non si può impiegarla x solo doveri, ed i motivi sono tanti…un abbraccio

  4. Tra le tue righe leggo latente un senso di vuoto (non una voragine ma una parentesi da riempire, un dolo che chiede di essere risarcito) che si ispessisce, manco a dirlo proprio la sera, quando la vita rallenta il ritmo…io ci convivo da tanto con un senso onnipresente di insoddisfazione, solo che a differenza di te quando vado a letto, crollo 🙂

  5. Potevi scriverlo tu il post per me, visto che mi hai analizzato profondamente 🙂
    Hai perfettamente ragione, ma è improbabile che possa essere risarcito. Il tempo è trascorso.
    Ciao Fanny.

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).