Il potere del pallone.

E’ incredibile che un gioco, anche se molto popolare, possa movimentare enormi masse di gente molto diverse fra loro. Dal povero nullatenente al ricco proprietario. A uomini, donne, bambini, arcobaleni. Tutti con una sola voce.

L’ assurdità della cosa è che, le stesse masse, restano indifferenti quando trattasi di ingiustizie, provvedimenti incompresibili, invazione di gente che non appartiene alla nostra cultura.

La nostra Italia, non quella calcistica, va a rotoli e nessuna massa si muove. Persino i più bisognosi e dimenticati  non accennano ad alcuna  protesta. Il reddito di cittadinanza offerto a chi non ha mai lavorato e ne mai ha cercato un lavoro è  un insulto rivolto a chi lavora per ore e percepisce somme inferiori a chi, con una tessera gialla, spende e spande irridendo chi non prende questo  mantenimento e che non accenna a nessuna protesta con la convinzione che è inutile agitarsi, tanto  non cambia nulla. Chi trasgredisce viene indicato come “furbetto”, chi è retto nella sua vita viene qualificato  un “fesso”!!!

Mastro

Il potere del pallone.ultima modifica: 2021-07-10T20:48:59+02:00da mastro.zero
  1. Furbetti o fessi. Il ritratto dell’italiano tipico. Instupidito dal calcio, illusione di appartenenza ad una comunità che si dimentica di lui appena si spengono le luci della ribalta. Condivido la tua amarezza. Ben ritrovato caro Mastro.

  2. Tornando sull’argomento. Gli italiani saranno anche dei bonzi instupiditi, ma gli inglesi non hanno da insegnare in fatto di fair play, alla luce dei fatti recenti. Nausea totale

  3. “La nostra Italia, non quella calcistica, va a rotoli e nessuna massa si muove. Persino i più bisognosi e dimenticati non accennano ad alcuna protesta”. Appena un anno fa si diceva: questa volta finisce male, la gente è esasperata, non ne può più ecc. Come ben sai non è successo niente, qualche protesta in piazza e tante tante lamentele. A me sembra che siamo condannati. Il tempo aggiusterà tutto, come sempre, ma le nuove generazioni dovranno pazientare. Noi, quando tornerà il sereno, non ci saremo più. Bello ritrovarti, Mastro.

  4. Speriamo che il tempo ripari gli errori commessi. Come al solito aspettiamo sempre che alri risolvano i nostri guai.
    Pensavo avessi abbandonato la community. Lieto che non l’abbia fatto 🙂

Lascia un commento