Plagio, arte moderna di capaci speudo intellettuali.

th4MIWLIZQBlog pieni di articoli copiati con qualche sfumatura diversa appena accennata,  che  non basta per distinguerli  dagli originali. Alcuni vengono proposti con in appendice una osservazione più o meno accetabile e questi sono i “migliori”.

La ricerca spasmodica di stare a galla, ovvero in vista, pubblicando notizie apparse sui giornali di gossip, le quali vengono  riportate come se fossero loro a produrre le novità. Capita anche di vedere articoli che sono riproposti a distanza di settimane come se fossero recenti.

Che soddisfazione può avere una persona che plagia il lavoro altrui?

Preferisco leggere di storie iniziate o finite, di persone  che raccontano delle loro avventure/disaventure. Tutta roba genuina, fatta in casa e non copiata da chissà dove.

Quando il cuore detta, la mano scrive e ciò che vien fuori è sempre un capolavoro di sensibilità.

Raccontare aneddoti vissuti dai protagonisti. Leggere di questi è sempre piacevole e spesso ci si rispecchia, sono uno spaccato  di vita reale.

Il piacere di mettere in calce  pensieri che attraversano la nostra mente, imagesprendendo spunto dalla quotidianetà e  dar loro vita con un articolo a disposizione di chi vuole leggerlo, senza aspettarsi nessun plauso. Perché  il sol fatto di averlo generato e messo su un foglio  di carta o elettronico, già questo è un successo.

Mastro