Il calcio muove le masse… basta vincere un campionato o salvarsi da una retrocessione.

myanmar_feb2021Masse  di persone si muovono all’unisono per campanilismo verso la squadra di calcio cui tengono. Tutti in piazza a gioire mentre qualcuno  imperterrito sfrutta la situazione e continua a fare il suo lavoro come se nulla fosse. Infatti a Pioli hanno “fregato” la medaglia che aveva saggiamente al collo in mezzo a “brava gente” che lo ha palpato  per bene, chissà non gli manchi qualcos’altro.

Sì perchè chi resta sugli spalti, rispettosamente, ad applaudire gli attori  non sono della stessa pasta di quelli che invadono, scorrettamente, il campo da gioco, privando i più a godere della vista dei loro pupilli.

Certo è che se accadesse qualcosa di grave nel nostro Paese difficilmente vedremmo tutto ste masse scendere in strada.

Muovere le masse non da tutti. Accade solo se si vince un campionato o quando si evita una retrocessione.

A livello economico siamo scesi nelle classifiche più basse e non ci siamo salvati. Aumenti a go go. Abbiamo la classe media che “assapora” la vita che potrebbe fare in un prossimo futuro fatto di restrizioni mai affrontati prima.

Chi è povero è abituato a barcamenarsi.  Ma non vi è  nessuna protesta da parte del popolo. Nessuno che scende in piazza. I nostri politici si impegnano, giustamente, affinché  i diritti civili siano assicurati. Questioni  che però andrebbero affrontate quando i diritti ad una vita dignitosa sia concessa a tutti in quanto essere viventi, animali compresi.

Perché non dimentichiamolo mai, anche noi siamo animali e prima o poi saremo alla base della catena alimentare.

Mastro

Sordo e cieco. Luca tronista che non vede e non sente e sopratutto non capisce.

Come fa Luca,Schermata-2022-05-18-alle-22.28.42-768x421 tronista di uomini e donne, a non capire  che lui, come dice la dolce  Soraia, “va verso chi gli corre dietro”? Vedi Lilli e la fuori uscita AURORA ! Con quest’ultima stava per incespicare in un burrone.

Sono di parte certamente, ( Chiedo scusa alle donne ), un gioiellino come la bella Soraia non lo trovi tutti i  giorni e ovunque. Questa ragazza bella, simpatica, intelligente e piena di valori non riesce a far breccia al Luca che da coreteggiatore (lo ha probabilmente dimenticato) è passato a tronista per un dono fatto dalla grande Maria De Filippi.

Quando era corteggiatore facevo il tifo per lui e non sarei mai aspettato che non poteva essere lui la scelta della allora corteggiata Roberta. Soffriva per un amore non corrisposto.

Oggi da tronista si sta rivelando persona che ragiona con la sua testa (giusto che sia così!), ma pretende che gli altri facciano altrettanto, cioè che ragionino come lui. Non vede  chi   soffre per non essere capita e corrisposta. Come capitò a lui.

La vita è una ruota che gira.luca_salatino_soraia_cerino_lilli_pugliese_-640x300

Aaaaaa Luca, apri gli occhi, e  bada a chi scegli.  Poi se sbagli so cavoli tua. Vorrà dire che Soraia si sarà salvata da saltare in un fosso.

Mi dispiace Luca mi eri simpatico e ripeto facevo il tifo per te. Oggi lo faccio per SORAIA! …e non credo sia il solo.

Mastro

 

Permaloso? Noooooo! Ma che dici? …Io non lo sono!

Fai un piccola inchiesta e scoprirai quanta permalosità c’è in giro.images

Nessuno ammette la sua permalosità, tranne chi è conscio di tale sentimento, anche perché è talmente evidente che sa che non potrebbe mentire.

Basta poco perché una conoscenza possa finire senza che ci sia possibilità di recuperare il rapporto.

Oggi la permalosità va di pari passo alla malecucazione. Mancanza di rapporti nel vissuto quotidiano, stati d’animo irriverenti verso chi vorrebbe socializzare per il sol fatto di vivere nmello stesso luogo.

Una volta quando ci si incontrava fuori della nostra provincia, bastava incrociare in autostrada una macchina con la stessa sigla di provincia per salutarsi. Addirittura all’estero era come se trovassimo parenti stretti,  per come i saluti erano festosi.

E dire che i nostri nonni e genitori ci avevano educati alla civile  convivenza

Oggi non è più così  maleducato = permaloso = maleducato = presuntuoso.

Mastro

Un’ amica mai dimenticata. L’importanza di un amicizia del sesso opposto.

imagesNonostante siano passati molti anni dall’ultimo incontro, nel quale ci separammo volutamente,  sento la mancanza di una mia cara amica, persona schietta capace di ascoltare e di raccontare. Entrambi avevamo raggiunto un livello di confidenza mai raggiunto da parte mia verso una donna e di lei verso un uomo. Dai suoi racconti, dalla sua sincerità nel dire  imparai cose che, anche se le avevo vissute e quindi l’esperienza a quel proposito c’era, di cui però non ne  avevo capito le sfumature. Con il suo dire i miei occhi si aprirono alla luce che mi mostrava con puntualità. Grazie a lei ho potuto vivere le mie esperienze con successo e consapevolezza. Le sono grato per avermi regalato la sua stima e perchè mi ha fatto crescere nella mia di stima. La mia maturazione è stata la cosa più bella che poteva donarmi, oltre ovviamente alla sua amicizia.

Estiste l’amicizia fra sessi opposti? Direi di sì e la consiglio a chiunque voglia star bene.

Oggi sento la sua mancanza. Mancanza dei nostri dialoghi senza fine che  donavano serenità ai nostri cuori.

Mastro

Cambiando sede e conoscenze si ripetono le stesse situazioni. Sembra il gioco dell’oca.

imagesNella nostra esistenza capita di cambiare sede e conoscenze ma, purtroppo o per fortuna, dipende dai vantaggi e dai svantaggi ovvio;  le situazioni si ripetono e si instaura con chi ci è vicino un rapporto che è lo stesso che ci ha visto protagonisti  nel passato.

Ovunque portiamo con noi il nostro modo di essere, il nostro carattere incluso  debolezze e  certezze. Diamo colpe a chi non ne ha, perchè se la storia si ripete ogni qualvolta che si ricomincia daccapo, con    persone che hanno un tipo di carattere, ci rapportiamo sempre allo stesso modo. Ciò avviene inconsciamente. Vorremmo cambiare, ma non possiamo. Chi ci riesce è decisamente bravo, ma nonostante tutto dentro di sé avverte sempre lo stesso stato d’animo di sempre e il disagio aumenta e si torna alla partenza.

Il gioco dell’oca?

Spesso diamo  la colpa ad altri della nostra incapacità a rapportarci, ma se potessimo guardarci dentro   leggeremmo sempre lo stesso copione.

Difficile essere neutrali nel giudicare comportamenti e le cause che portano alla rottura di intese mai esistite realmente.

Mastro

Libertà. Ricerca spasmodica per chi non riesce a sentirsi libero dai legami.

        E’ il male degli ultimi anni. images

Sono molte le coppie  che tendono a liberarsi dei legami divenuti insostenibili. Chi riesce a sottopportare la sofferenza che si instaura, va avanti cercando di sopperire al disagio che ciò causa, con  rassegnazione e la  consapevolezza  che dare spazio a tale esigenza può creare  grossi  e irreversibili problemi. Saggiamente, quindi, evitano di avvitarsi su se stessi.

Mastro

Notare i difetti altrui mette in evidenza solo una cosa…

images

A volte accade che qualcuno critichi  un’altra  persona dichiarando al mondo i   difetti dell’altro.

Per poter fare osservazioni di ogni sorta, generalmente, si dovrebbe avere conoscenza ampia di ciò di cui  si discute, e non mi riferisco ad una conversazione qualsiasi basata su futili eventi.2

Riconoscere gli altrui difetti non è facile se non si ha conoscenza degli stessi. Generalmente si riesce ad individuare i difetti perchè chi li nota è egli stesso in possesso dello stesso problema.

Si potrà dire che si può capire lo stesso se si ha avuto conoscenza anche indiretta della mancanza del soggetto in questione. Ma normalmente chi nota un difetto è perchè anche lui ha la stessa negatività,  la conosce molto bene.

Morale non vi mortificate se venite indicati o tacciati di… siete in buona compagnia.

Mastro

Noi. Mano nella mano e cuori palpitanti pieni di amore.

Mano-Nella-ManoMano nella mano alla ricerca di un contatto più profondo di quello superficiale. Cuori palpitanti che ad ogni  battito aumentano il flusso sanguigno all’interno di corpi surriscaldati, vogliosi di amplesso che tarda a compiersi, complice il timore di incorrere in errori con conseguenze irreparabili. Vivere in queste condizioni, attimo per  attimo, giorno per giorno, anno dopo anno, non serve dirlo, è devastante. Nonostante la manifesta sofferenza il tempo passa senza che ci sia una variante alla solita vita. Ci si proclama amici, ma in realtà siamo qualcosa di più, non c’è nulla di diverso dello stallo che ci tiene prigionieri di vivere pensando a … Ma non è possibile.

Quante problematiche solleveremmo se dessimo spago ai nostri desideri che sono molto  semplici in fondo. Voglia di viverci liberamente. 1

No, questo non è possibile. Poi c’é chi reclama di  vivere l’attimo, liberamente, senza limiti.No!  Siamo maturi non lo faremo mai.  Anche se siamo come due pere cotte.

No, siamo seri. No!

Con il passare del tempo tutto finisce perché chi è più intraprendente alla fine, risentito, molla perché non si sente realmente corrisposto come vorrebbe e…  senza darne preavviso chiude i rapporti. Ed ecco che, come spesso accade,  chi evitava che il rapporto divenisse più intimo ora diventa triste  e soffre per il legame  interrotto, rendendosi conto, tardivamente, di essere colpevole per  non aver raccolto il frutto del rapporto molto forte che c’era fra noi.

2Manca ad entrambi.

Più tempo passa e più si accentua la sofferenza della perdita di questa parte di noi che non c’é più. Un legame importante mai vissuto prima di allora e mai più replicato. Però non potevamo andare avanti e abbiamo fatto bene. Oggi viviamo la nostra vita normalmente, senza il rimpianto di aver cessato un relazione  che ci ha fatto sognare.

Non abbiamo distrutto nessuna famiglia. Non abbiamo fatto soffrire i nostri figli. Sì, viviamo con il cuore gonfio pensando che se ci fossimo conosciuti quando entrambi non avevamo legami forse oggi potevamo essere felici. 4

Mastro.