Cambiamento climantico? Ma quale? Marzo è pazzo come sempre.

Ieen questi giorni ci sono forti  raffiche di vento, per fortuna non provenienti dal nord ma dal sud,  quindi non fredde, ma  piuttosto forti, insistenti, nonché fastidiose.

E’ durato per tre giorni continuamente senza pause, poi è comincato  a piovere, molto timidamente, acqua sporca della sabbia o terra  di cui  l’aria soprastante era satura.  imagesFinalmente le goccioline si ingrossano  e senza pulviscoli che lasciano i nostri balconi, le nostre macchine più sporche di come prima erano.

Fine della pioggia ed ecco che ricompare di nuovo il vento fastidioso a conquistare la scena.

Cambiamenti climatici? Boh! Marzo sembra restitere alla  moda che spinge chiunque a cambiare la propria esistenza, mesi inclusi.

Marzo E’ stato sempre pazzerello, ma in questi giorni appare pazzo da legare.

A breve dovremo andare in giro a maniche corte, sperando di non rimettere  di nuovo cappotti per tenerci al calduccio.

Classico del periodo.

Penso che Marzo andrebbe rinchiuso da qualche parte, ma poi mi rendo conto che la primavera ha bisogno di questi alti e bassi  per far si che la natura rinasca, come sempre, dando nuova linfa a flora e fauna.

rrr

Mastro

Marzo

20190128_153339

Giornata grigia. Il tempo influisce e non poco sul nostro stato d’animo. Oggi sono poco attivo infatti. Niente sole, pioggia lieve ma costante. Le mura della casa si raffredano dopo splendide giornate di sole che, quando fa capilno,  riscalda il cuore.

Alti e bassi che ci ricordano di quel pazzerello di marzo, sempre incostante nelle sue manifiestazioni. Nonostante tutto  le campagne festeggiano l’arrivo, prossimo, della primavera. Mandorli, peschi, susini sono in fiore  e molti altri si approsimeranno a farlo. Tutto ciò nonostante marzo. Il vento supplisce alla mancanza, oramai cronica, dell api da miele, e favorisce l’impollinazione dei fiori– Tra qualche giorno l’esplosione di vita sarà massima e il mondo vegetale salirà di nuovo in cattedra, come ogni anno.allergy3

I pollini sparsi dal vento incontreranno sulla loro strada le vie respiratorie dei tanti allergici che, poverini, ne soffriranno, fra il festoso cinghettio degli uccelli, indaffarati alla costruzione del nido per riprodursi.uccelli

 

Insomma, giornata grigia ma ricca di aspettative, perchè anche io risento della ventata  di rinnovata vita che aleggia in questi giorni.

Mastro