Il potere del pallone.

E’ incredibile che un gioco, anche se molto popolare, possa movimentare enormi masse di gente molto diverse fra loro. Dal povero nullatenente al ricco proprietario. A uomini, donne, bambini, arcobaleni. Tutti con una sola voce.

L’ assurdità della cosa è che, le stesse masse, restano indifferenti quando trattasi di ingiustizie, provvedimenti incompresibili, invazione di gente che non appartiene alla nostra cultura.

La nostra Italia, non quella calcistica, va a rotoli e nessuna massa si muove. Persino i più bisognosi e dimenticati  non accennano ad alcuna  protesta. Il reddito di cittadinanza offerto a chi non ha mai lavorato e ne mai ha cercato un lavoro è  un insulto rivolto a chi lavora per ore e percepisce somme inferiori a chi, con una tessera gialla, spende e spande irridendo chi non prende questo  mantenimento e che non accenna a nessuna protesta con la convinzione che è inutile agitarsi, tanto  non cambia nulla. Chi trasgredisce viene indicato come “furbetto”, chi è retto nella sua vita viene qualificato  un “fesso”!!!

Mastro