Anzio, cosa vedere e cosa fare nella città che diede i natali a due imperatori

Anzio è un comune italiano di 54 428 abitanti nella provincia di Roma. Il centro della città si sviluppa sull’omonimo promontorio, proteso sul Tirreno e fa parte del Parco nazionale del Circeo. Anzio l’ho visitata nel pomeriggio di un ferragosto. Carino il centro, piacevole il lungomare. Ma la cosa che mi ha colpito di più è stato il numero ampio di parcheggi disponibili prima di arrivare al centro.

Anzio storia

Nell’antichità Antium (le attuali Anzio e Nettuno) fu per un lungo periodo capitale della popolazione dei Volsci, finché non venne assorbita nello stato romano. Frequenti furono i combattimenti tra i Volsci e i Romani, soprattutto nel V secolo a.C., quando essa ne era la capitale.
Nel 484 a.C., nel territorio prospiciente la città, i Volsci sconfissero duramente in battaglia l’esercito romano, condotto da Lucio Emilio Mamercino, costringendolo ad una vergognosa fuga nottetempo.

Nel 469 a.C. i Romani conquistarono e distrussero la città Volsca di Cenone, emporio e porto di Anzio e nel 468 a.C., dopo aver perso contro i Romani la battaglia, gli Anziati si arresero ai Romani, che lasciarono un presidio armato in città. L’anno successivo Roma dedusse una colonia nel territorio. Nel 459 a.C. Roma, dopo aver conquistato Ardea e sottomesso i Rutuli, assediò nuovamente la città, conquistandola, dopo che sia i Volsci, che i coloni romani, si erano ribellati al controllo di Roma.

Gli imperatori della dinastia Giulio-Claudia la visitavano frequentemente e Mecenate vi possedeva una villa. Ad Anzio nacquero gli imperatori Caligola e Nerone. Quest’ultimo fondò una colonia di veterani in città e costruì un nuovo porto, le cui rovine sono tuttora esistenti.

 

CONTINUA A LEGGERE

Anzio, cosa vedere e cosa fare nella città che diede i natali a due imperatoriultima modifica: 2018-09-15T10:39:54+02:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).