START, il nuovo album di Ligabue: brani e recensione

Venerdì 8 marzo è uscito START. Il dodicesimo album di inediti di Luciano Ligabue. Ventiduesimo della sua carriera, contando anche le tantissime raccolte della sua discografia. La data scelta per l’uscita, forse non è casuale: la festa della donna. Del resto, il rocker di Correggio ha spesso raccontato l’altra metà del cielo nei suoi brani. Mostrando una spiccata sensibilità nei loro confronti.

Non è casuale neppure il mese: marzo. Dato che Ligabue pubblica i suoi nuovi dischi di inediti generalmente a marzo o a settembre. Mesi nei quali iniziano due stagioni di transizione: autunno e primavera. Nulla viene lasciato al caso, almeno discograficamente. L’industria che muove è ben collaudata e guidata dal manager di una vita: Claudio Maioli.

Il quale da un lato ha avuto il merito di credere in lui quando in pochi lo avrebbero fatto. Ma dall’altro, anche il demerito di aver trascinato il suo assistito in un vortice di incessanti uscite discografiche e trovate commerciali.

Ma torniamo al disco. In concomitanza con l’uscita di START, è arrivato anche il secondo singolo: Certe donne brillano. Scelta di marketing evidente, ancor di più considerando che il brano fa da colonna sonora a uno spot della Vodafone. Il che potrebbe far storcere il naso ai fan della prima ora. Ma fino ad un certo punto. Ormai il Liga (come loro lo chiamano, mentre tra i nuovi fan si sta propagando un meno riconoscibile Capo) ci ha abituati ad una certa vena Pop e commerciale fin dai primi Duemila. Anzi, sempre per Vodafone fu usato un suo brano: Happy Hour. Utilizzato al posto degli squilli, come Come stai? Di Vasco Rossi.

Il singolo che ha invece lanciato l’album è Luci d’America. Il quale ha già fatto capire dove START andasse a parare. Ma vediamo di seguito le tracce di START e la recensione di START.

CONTINUA A LEGGERE

START, il nuovo album di Ligabue: brani e recensioneultima modifica: 2019-03-08T17:25:47+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).