Notre-Dame, possibili cause incendio e perchè non hanno usato Canadair

Possiamo definirlo l’11 Settembre della cultura. L’incendio che ha provocato il crollo della guglia della Cattedrale di Notre-Dame è divampato intorno alle 19. Mentre il crollo si è verificato poco prima delle 20. La guglia era peraltro oggetto di restauro, cosa che non accadeva da inizio anni ‘30. Quindi da oltre ottant’anni.

Il Premier Emmanuel Macron, con la moglie Brigitte Macron e il ministro della Cultura Franck Riester, sono giunti sul posto intorno alle 20.47.

Dopo le 21, l’incendio ha iniziato ad interessare la torre sinistra di Notre-Dame, mentre i pompieri hanno cercato di mettere in salvo le opere d’arte in essa contenuta.

Fortunatamente, delle statue risalenti al secolo scorso, sono state portate via giovedì scorso per un restauro. Probabilmente, non sarebbero sopravvissute alle fiamme. Sono 16, alte tre metri e pesanti 250 kg. Sarebbero tornate a casa nel 2022.

Ma cosa ha provocato l’incendio di Notre-Dame? Vediamo le ipotesi in campo e perchè non sono stati usati i Canadair per spegnare le fiamme.

CONTINUA A LEGGERE

Notre-Dame, possibili cause incendio e perchè non hanno usato Canadairultima modifica: 2019-04-15T22:06:38+02:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).